Isernia, sicurezza nelle scuole: gli studenti incontrano gli amministratori provinciali

805

Sit in degli studenti di Isernia questa mattina in via Berta per protestare contro la situazione dell’edilizia scolastica. Hanno aderito alla manifestazione di protesta gli studenti del liceo scientifico, del classico, dell’artistico, del magistrale e del “Fermi” che hanno chiesto alla Provincia più interventi per garantire sicurezza negli edifici scolastici cittadini. Una delegazione di studenti è stata ricevuta in sala giunta dal vice presidente Cristofaro Carrino, dal consigliere delegato all’edilizia scolastica Giuseppe Di Pilla e dal responsabile del settore tecnico Nicandro Boggia.
“Siamo grati agli studenti di averci fornito elementi utili per meglio utilizzare i fondi che presto arriveranno dalla Regione per i lavori di adeguamento strutturale e sismico degli edifici presenti sul territorio. Grazie alle vostre sollecitazioni – ha spiegato il consigliere Giuseppe Di Pilla – e con l’ausilio dei nostri tecnici vi forniremo ogni utile indicazione per spiegare come si costruisce un progetto e come si arriva alla fase dell’affidamento dei lavori all’impresa. Ritengo molto importante coinvolgere tutti sul progetto di ristrutturazione edilizia nelle sue diverse fasi, dalla progettazione alla consegna dei lavori alle imprese, per cui questo incontro può avere per voi studenti la doppia valenza informativa e formativa”.
Il responsabile del settore tecnico Nicandro Boggia ha assicurato che le operazioni di messa in sicurezza delle scuole in particolar modo Magistrale “V.Cuoco” e Liceo Classico “Fascitelli” saranno avviate entro breve tempo rispettivamente per importi di 1 milione e 400 mila euro e 600 mila euro in stretta collaborazione con l’assessorato regionale ai lavori pubblici e all’edilizia scolastica dopo aver quantificato l’intervento e assegnati i relativi finanziamenti. “L’intervento così concepito si pone all’avanguardia – ha riferito agli studenti il responsabile dell’ufficio tecnico – per il sistema cantieristico ideato a riguardo. L’utilizzo di materiali particolarmente idonei per le ristrutturazioni e le attività edilizie di rinforzo di parti strutturali, infatti si pone nella scia del particolare intervento di ristrutturazione ed adeguamento sismico già effettuato nel plesso scolastico del Liceo Classico ‘Fascitelli’. Al fine di evitare l’interruzione della didattica le operazioni cantieristiche saranno programmate nel periodo estivo, tra giugno e settembre, in modo da non arrecare alcun fastidio agli studenti. I successivi lavori riguarderanno le strutture esterne. Se tutto filerà liscio entro la fine dell’anno avremo risolto i problemi delle due scuole cittadine”. In sostanza, secondo le deduzioni del responsabile dell’ufficio tecnico provinciale, altri elementi di preoccupazione circa la sicurezza non sussistono in quanto l’analisi sulle strutture effettuate nel primo periodo post-sisma e successivamente, non ha dato riscontri negativi.
In conclusione l’analisi del vice presidente Cristofaro Carrino: “C’è la massima attenzione da parte della nostra amministrazione circa i problemi della sicurezza di tutte le scuole della Provincia. Pur vivendo un momento di ristrettezza a seguito della mancanza di cospicui finanziamenti da parte dello Stato, come avveniva in passato, siamo riusciti attraverso la rinegoziazione dei mutui a ricercare fondi per le scuole. Siamo sempre molto attenti alle proposte di finanziamento per la sicurezza scolastica che provengono sia a livello nazionale che regionale. Le gare che sono state effettuate, con l’aggiudicazione provvisoria, riguardano il Cuoco e il liceo Fascitelli. Siamo molto sensibili anche a ciò che riguarda il risparmio energetico e sono in atto una serie di iniziative che mi auguro siano in sintonia con i rappresentanti di classe. Ci impegneremo – ha concluso Carrino – a trovare i finanziamenti ma gli studenti devono darci una mano nel ridurre gli sprechi in modo che i risparmi potranno essere utilizzati per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture scolastiche. Infine posso rassicurare gli studenti che ci saranno dei sopralluoghi per ogni scuola per le ulteriori verifiche degli adeguamenti igienico funzionali Questi momenti di confronto con voi studenti sono molto utili e siamo ben lieti di accettare i vostri suggerimenti”.

Commenti Facebook