martedì, febbraio 21, 2017
Home Tags Articoli con i seguenti tag "legge"

legge

342

La regione Molise riconosce il carattere archeologico–storico-artistico-naturale del patrimonio del sito dell’antica Abbazia di San Vincenzo al Volturno e la specificità ambientale del territorio in cui esso ricade.  Per valorizzare e dare quindi la giusta accelerazione al processo di pianificazione territoriale, la presidente di IV Commissione consiliare, Nunzia Lattanzio ha inteso condividere il disegno di legge nato da un’idea del collega Massimiliano Scarabeo presentando, con congiunta firma, la proposta normativa per l’Istituzione del Parco archeologico storico naturale del sito di San Vincenzo al Volturno. Il disegno di legge, sviluppato in 12 articoli, ha tra le precipue finalità quelle di tutelare, salvaguardare e predisporre una giusta gestione delle testimonianze materiali pertinenti al complesso monastico di San Vincenzo al Volturno, e del palinsesto delle testimonianze archeologiche leggibili presso il sito.

260
mass scarabeo assessore

"Il riconoscimento del carattere archeologico e storico-artistico-naturale del sito dell'Abbazia di San Vincenzo al Volturno è l'oggetto della proposta di legge regionale che insieme alla Consigliera Nunzia Lattanzio abbiamo presentato all'attenzione del Consiglio Regionale per dare inizio all’iter di approvazione. L’idea di valorizzare sia il sito che il monastero altomedievale, va sostenuta attraverso un’apposita Legge Regionale che istituisca un vero e proprio Parco archeologico storico - naturale di quell’area, nota a livello mondiale e interessata dalle presenze di archeologia preclassica, classica, medievale e post-medievale, con particolare riguardo a quelle del monastero.

368

Il "Coordinamento Regionale Legge Rifiuti Zero" Molise, in merito alla "PROPOSTA DI PIANO REGIONALE per la GESTIONE DEI RIFIUTI della REGIONE MOLISE", rileva che la dichiarazione a pag. 12, con la quale si afferma che "l'opzione 'rifiuti zero' é un'utopia" - mentre sarebbe praticabile l'opzione "discarica zero" – è contraddetta da quanto viene esplicitato nel Piano stesso. Tutto ruota intorno alla constatazione che il Molise è fermo ad una Raccolta Differenziata al 20%, con il ricorso massiccio alla discarica ed in prospettiva all'incenerimento presso l'impianto di Pozzilli (IS) di CSS estratto dai rifiuti, con l'ammissione della necessità di portare in DISCARICA:

696

Nel diritto penale sostanziale il dolo rappresenta, nella commissione del reato, la più grave forma di colpevolezza attribuibile ad un soggetto. L’articolo 43 c. p. definisce il delitto come: “doloso, o secondo l’intenzione, quando l’evento dannoso o pericoloso, che è il risultato dell’azione od omissione e da cui la legge fa dipendere l’esistenza del delitto, è dall’agente preveduto e voluto come conseguenza della propria azione od omissione”; da ciò si evince che la nozione di “dolo” poggia fondamentalmente su due pilastri, che sono la “rappresentazione” e la “volontà”. Mentre la rappresentazione consiste nella previsione del fatto che costituisce reato, la volontà si concretizza nel voler realizzare quel fatto criminoso oggetto della rappresentazione.

“Come sempre in Molise, eravamo impegnati a inseguire le nostre emergenze (e questa volta ci si sono messi anche il terremoto e le abbondanti nevicate). Ma nei giorni scorsi è avvenuto qualcosa di importante per tutto il settore dell’edilizia: il voto definitivo del Senato sulla delega al Governo per la riforma del Codice degli appalti. Da tempo la Feneal chiedeva tante delle misure in esso presenti che andranno a semplificare le procedure nel segno della legalità e della qualità”. Così Roberto D’Aloia, Segretario generale della Feneal UIL Molise che organizza e rappresenta i lavoratori del settore delle costruzioni.

591

Dopo la richiesta del voto da parte del governo arriva il via libera definitivo. Licenziato il testo arrivato dalla Camera e congelato da Palazzo Chigi. La Finanziaria è legge. Dopo che il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, a nome del governo ha posto la questione di fiducia sul disegno di legge di Stabilità, è arrivato il via libera definitivo dal Senato con 162 voti a favore e 125 contrari. La legge di Stabilità 2016 è dunque stata approvata dopo le modifiche arrivate dalla Camera e dopo che in commissione Bilancio a Palazzo Madama erano già stati respinti gli 800 emendamenti presentati.

398

Nella maratona notturna della commissione Bilancio, alla Camera dei deputati, tra gli emendamenti approvati vi è stato uno presentato dai relatori che proroga per il 2016 il piano triennale della pesca, stanziando 3 milioni di euro. “Possiamo davvero essere soddisfatti di come si stia evolvendo la legge di stabilità per il comparto ittico – ha dichiarato l’onorevole Pd Laura Venittelli, responsabile nazionale di settore per il Partito democratico – vi sono continue migliorie sull’impianto legislativo che ora è atteso in aula, a conferma della particolare attenzione che il governo e la sua maggioranza parlamentare dedicano all’economia marittima, dopo anni di oscurantismo per le categorie coinvolte, che invece dopo un percorso di coinvolgimento e vera concertazione stanno ricevendo risposte e strumenti operativi concreti”.

998

Trattamento fiscale agevolato per i premi di produttività ai dipendenti, se erogati sotto forma di voucher spendibili in servizi di assistenza. Una delle norma della legge di Stabilità punta a diffondere la cultura del welfare aziendale nelle imprese e la pianificazione al loro interno di servizi a favore dei dipendenti.Stando ai dati riportati nel Secondo rapporto sul welfare in Italia il 69,2 delle grandi aziende del campione di riferimento ha dichiarato di aver avviato un piano di welfare. La percentuale scende di poco tra le realtà di medie dimensioni (60%), mentre è ancora bassa per le piccole. Ma è significativo che, di queste ultime, una su tre abbia dichiarato l’intenzione di introdurre i servizi al dipendente entro 2 anni e che, tra quelle che non hanno il welfare nei loro piani, solo 1 su 5 si sia detta non interessata a considerare l’ipotesi di uno sviluppo sul fronte del Welfare aziendale.

963
venittelli on

"Il mondo dell'economia marittima e ittica potranno beneficiare grazie agli interventi e agli strumenti messi in campo da un emendamento alla Legge di stabilità di un meccanismo innovativo, che fino ad ora era stato appannaggio esclusivo dell'agricoltura: per la prima volta abbiamo la possibilità che anche per la pesca e l’acquacoltura ci sia il piano nazionale assicurativo, che sarà attivato in buona parte con le risorse attingibili dai fondi comunitari. Abbiamo ottenuto un risultato enorme per la categoria, che finalmente non sarà più discriminata e avrà grazie al coinvolgimento dell’Ismea la possibilità di avere un profilo assicurativo che la renderà autonoma e indipendente e quindi competitiva”.

398
venittelli lau

L’emendamento alla Legge di stabilità 2016 presentato in Commissione Bilancio alla Camera dei deputati aprirà, una volta approvato, la strada alle imprese della nostra regione verso un nuovo sviluppo”.
Accoglie con soddisfazione l’onorevole del Pd Laura Venittelli la proposta avanzata da Palazzo Chigi che prevede un credito d’imposta quadriennale, con valenza fino al 2019, per porre le aziende in condizione e stimolarle a effettuare investimenti. “La ripresa economica è giunta a un momento cruciale, le tensioni internazionali non debbono fiaccarla ed è necessario supportarla affinché si consolidi quel clima di fiducia che consumatori e imprenditori sono tornati ad avere dopo quasi dieci anni.