martedì, maggio 23, 2017
Home Tags Articoli con i seguenti tag "arresto"

arresto

391
auto polizia di stato

Polizia di Frontiera in servizio presso il porto di Bari nella mattinata dello scorso 19 aprile ha fermato un cittadino albanese, B.A. di anni 48. L’uomo era gravato da un ordine di custodia cautelare per il reato di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione, emessa dal Tribunale di Lucera a seguito di un articolata indagine condotta dal personale della Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile del Molise.

848
Finanza1

La Guardia di Finanza di Isernia ha arrestato il sindaco di Forlì del Sannio e tre imprenditori, tra cui il fratello dello stesso sindaco. Il GIP di Isernia ha inoltre disposto I’interdizione dai pubblici uffici per un funzionario della Regione Molise e l’obbligo di dimora per un noto imprenditore della provincia. Gli indagati, unitamente ad altre 138 persone, tra cui numerosi sindaci, funzionari pubblici e imprenditori sono accusati di aver truccato 47 appalti per complessivi 27 milioni di Euro. I fondi erano destinati al dissesto idrogeologico.

Sono complessivamente venti i capi di imputazione contestati nell’inchiesta sugli appalti truccati in Molise che stamattina ha portato all’arresto di quattro persone, tutte ristrette ai domiciliari. Si tratta del sindaco di Forli del Sannio, Roberto Calabrese e degli imprenditori Gianni Calabrese, Donato Terriaca e Angelo Rossi. Nei confronti di un altro imprenditore, Claudio Favellato, il gip ha disposto l’obbligo di dimora.

Questo l’elenco dei Comuni finiti nell’inchiesta della Finanza, coordinata dal procuratore Paolo Albano e dal sostituto Maria Carmela Andricciola,Acquaviva di Isernia, Isernia, Roccamandolfi, Roccasicura, Carovilli, Pescolanciano, Rionero, Forli del Sannio, Cantalupo, Castelpizzuto, Castel San Vincenzo, Cerro al Volturno, Belmonte del Sannio, Castelpetroso Salcito e Limosano. L’ipotesi è turbativa nella libertà di incanti.

Per San Felice del Molise e San Pietro Avellana la Procura procede per istigazione alla turbativa.

430
auto polizia di stato

Pugni in faccia ai poliziotti intervenuti per sedare un diverbio tra lui e il titolare di un kebab. Nella tarda serata di ieri un equipaggio della Squadra Volante della Polizia di Stato di Isernia si recava presso un esercizio commerciale di “Kebab” di Isernia dopo una segnalazione tramite il numero di emergenza 113 che all’interno vi erano due giovani che stava creando scompiglio a seguito di una discussione con uno dei dipendenti. Sul posto, il titolare riferiva agli agenti che poco prima del loro arrivo due giovani italiani avevano innescato un acceso diverbio con un dipendente e poi avevano rovesciato sedie e tavolini nonché un barattolo di Ketchup sul pavimento dileguandosi velocemente in direzione di un bar adiacente.

419

Ad Isernia, nei pressi di Corso Garibaldi, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno arrestato un 27enne del posto, in quanto sorpreso mentre cedeva sostanze stupefacenti ad un 50enne di Pietrabbondante, in cambio di una somma di denaro contante. E' scattata una immediata perquisizione presso l’abitazione del 27enne, che ha permesso di rinvenire altre sostanze stupefacenti, un bilancino di precisione e materiale per preparare e confezionare le dosi. Sono state sequestrate circa quaranta grammi di hashish, denaro contante e altro materiale rinvenuto. Nella circostanzasono stati denunciati anche la 21enne fidanzata del “pusher”, per concorso nell’attività di spaccio ed il 50enne acquirente degli stupefacenti. L’arrestato del giovane dopo le formalità di rito e il trasferimento presso la Casa Circondariale di Isernia, con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

polizia-stradale-pattuglia

Nei giorni scorsi, incisiva è stata l’attività di prevenzione dei reati in genere e di controllo straordinario del territorio messa in opera dalla Polizia di Stato. In particolare, gli uomini della Questura di Campobasso hanno attenzionato diversi punti strategici della città nonché del comune di Termoli. L’attività di prevenzione ha visto impiegati non solo il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della locale Questura in combinate pattuglie con la Digos e la Squadra Mobile, ma anche unità specializzate del Reparto Prevenzione Crimine proveniente da Pescara, nonché unità cinofile provenienti anche esse dalla Regione Abbruzzo.

568
auto polizia di stato

Nella serata di ieri, la Polizia di Stato ha tratto in arresto L.S.A., 24enne di Termoli, resosi responsabile dei reati di percosse e lesioni personali gravi, in esecuzione di ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Larino, su richiesta del P.M. Venturi. Il predetto, infatti, nella notte dello scorso 21 giugno, aveva aggredito il barista ed un cliente di un noto esercizio pubblico aperto h24 situato sul lungomare nord di Termoli.  In tale circostanza, intorno alle ore 3.00 di notte, il personale del Commissariato P.S. di Termoli era intervenuto presso il citato esercizio pubblico ove era stata segnalata una persona ferita da arma da taglio. Sul posto si accertò che il giovane, oltre ad aver aggredito il dipendente del bar, aveva colpito immotivatamente un avventore con un pugno, ferendolo, poi, al volto con un bicchiere di birra che, per la violenza con la quale era stato afferrato, si era frantumato.

572
polizia

Nascondeva la droga in un misuratore di pressione. Lo hanno scoperto gli agenti della squadra anticrimine del commissariato di Vasto in un'abitazione, tra Vasto e San Salvo, frequentata da giovani tossicodipendenti. Nella perquisizione domiciliare sono state sequestrare 60 dosi tra cocaina ed eroina ed arrestata una 30enne di Termoli. La donna all'arrivo degli agenti ha cercato di allontanarsi con il misuratore di pressione, fingendo un malore improvviso.

I Carabinieri della Compagnia di Larino hanno tratto in arresto a Santa Croce di Magliano, C.A., 49enne del luogo, per detenzione abusiva di armi e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nello specifico i militari del Nucleo Operativo della Compagnia frentana, unitamente a quelli della Stazione di Santa Croce di Magliano, hanno attenzionato alcune persone, ritenute responsabili di detenere illegalmente armi e munizioni e, nel contempo, hanno svolto numerosi servizi di osservazione in prossimità dei luoghi frequentati dalle stesse (o nella loro disponibilità), ove le armi potevano essere state probabilmente occultate.

I Carabinieri di Agnone hanno arrestato due pregiudicati di origine campana per tentata estorsione nei confronti di un imprenditore, titolare di una struttura ricettiva del centro alto molisano. I due, A.D. 54enne di Casalnuovo di Napoli, con precedenti per estorsione e reati in materia di stupefacenti, e F.A., 52enne di Portici (NA), con precedenti per reati di minaccia e sequestro di persona, hanno tentato una estorsione ai danni di un imprenditore, titolare di una struttura ricettiva in alto molise minacciandolo prima di morte e poi di eventuali danneggiamenti alla struttura, chiedendogli una ingente somma di denaro.