Presidio CGIL, CISL, UIL sulle pensioni in Molise

1255

CGIL, CISL e UIL, promuovono a sostegno della modifica della Legge Fornero una mobilitazione di tutte le strutture territoriali dal giorno 5 ottobre al giorno 15 ottobre davanti alle prefetture. Per CGIL, CISL e UIL è urgente un intervento strutturale di modifica della legge Fornero che abbassi l’età di accesso alla pensione, reintroducendo una vera flessibilità in uscita e intervenendo sui lavoratori precoci. Ciò anche per favorire il turn over, quindi per incrementare l’occupazione giovanile. Va inoltre varata la settima salvaguardia per i lavoratori esodati, e consentita l’applicazione dell’opzione donna, misure entrambe che non hanno bisogno di nuove coperture, così come vanno sanati alcuni tra i più macroscopici “errori” della legge Fornero, quali i macchinisti e quota 96 della scuola. Il 15 ottobre a Campobasso CGIL, CISL e UIL Molise saranno davanti alla prefettura territoriale, dalle 10.30 alle 12.30, per chiedere al Governo di modificare la Legge Fornero. Una riforma per nulla attenta alle nuove emergenze sociali ma solo all’aspetto quantitativo della quadratura del cerchio dei conti pubblici.

“la regione non da risposte e indicazioni chiare su come il Molise deve ripartire dal lavoro con idee, volontà e progettualità, a partire dalla soluzione delle tante vertenze ancora aperte in regione e su come cogliere le opportunità dell’area di crisi”.

Commenti Facebook