Acquisto degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, Ciocca chiede chiarimenti a Nagni

1031

Corretta applicazione della legge regionale che incentiva l’acquisto degli alloggi di edilizia residenziale pubblica: ho sollecitato l’assessore alle Politiche abitative, l’amico Pierpaolo Nagni, a chiarire alcuni aspetti procedurali e tecnici –  successivi all’approvazione della norma che istituisce l’Ente regionale per l’Edilizia sociale (Eres) – a seguito delle numerose segnalazioni pervenute alla mia attenzione da inquilini degli alloggi di edilizia residenziale pubblica intenzionati ad acquistare l’abitazione nella quale vivono. Di fatto occorrerebbe procedere ad una proroga del piano di vendita oppure ad un aggiornamento dello stesso per consentire, a chi oggi è intenzionato, il riscatto dell’abitazione in base al dettato normativo della legge regionale 12/2013 e successive modificazioni (che includono anche le pertinenze nelle opzioni di acquisto).
Ritengo si tratti di un atto indispensabile al fine di rendere possibile quanto specificato dalla legge votata in Consiglio e che ha ricevuto interessanti riscontri, a fronte delle centinaia di domande che, in questo anno, sono pervenute all’attenzione degli Istituti autonomi Case Popolari di Campobasso ed Isernia. Non solo: sulle procedure di alienazione incombe anche la concreta possibilità che il Governo nazionale approvi la modifica degli estimi catastali, il che comporterà il sicuro innalzamento degli indici indispensabili per la valutazione economica del bene da acquistare. Colmare questo vuoto, causato dal passaggio dagli Iacp all’Eres e dalla contestuale scadenza del Piano di vendita, e procedere con urgenza ad ogni atto necessario per rendere  fruibile la norma regionale prima delle modifiche che saranno apportate dal Governo: con questi obiettivi ho inteso, quindi, interessare l’assessore competente che sono certo si adopererà  nel più breve tempo possibile.

Commenti Facebook