Romagnuolo (Lega): dissento dai commenti di Toma fatti a Fiuggi

166

Riceviamo e pubblichiamo la nota di replica alle affermazioni del Presidente Toma, in occasione della kermesse a Fiuggi, a firma della consigliera Aida Romagnuolo

Nel Molise lo sanno anche le pietre che sono una leghista molto legata politicamente a Matteo Savini, sono una leghista di ferro senza paura, consapevole che i molisani al momento del bisogno saranno sempre al mio fianco, perché io sono sempre al loro fianco. E, se loro ci stanno, io ci sarò. A volte, caro Presidente Toma, a voler pensare male ci si indovina e, si indovina alla grande. Da quando poi e, ti ringrazio, ho visto e sentito con grande attenzione il tuo brillante intervento dell’altro giorno a Fiuggi, all’incontro organizzato da Forza Italia e alla quale hanno preso parte anche l’on. Tajani e il Presidente Berlusconi, allora ho avuto la conferma che non mi sbagliavo, ho capito finalmente quello che si sta maciullando nel nostro territorio, nel Molise. Nel tuo intervento a Fiuggi, caro Donato, parlando in modo chiarissimo della coalizione del centrodestra del Molise, ad un certo punto hai detto lapidariamente al cospetto dei maggiorenni nazionali di Forza Italia e prendendoti anche una buona razione di applausi, che “i leghisti molisani sono più forzisti che leghisti”, come dire che è tutto a posto, tutto tranquillo.

Io personalmente, e ne prendo atto con grande rispetto, ho capito che nel tuo intervento tu stavi dicendo la verità, non stavi dicendo bugie. Ecco, è bene che tu sappia che io a questo non ci sto e, mai ci starò. Ti prego solo, di farmi almeno sapere chi sono i leghisti più forzisti dei leghisti nel Molise, almeno questo concedimelo, anche se i molisani non sono fessi e questo lo hanno già capito da tempo. Ebbene, caro Toma, io non ci sto, non ci sto a tradire quei molisani che hanno riposto sulla mia persona le loro aspirazioni, le loro angosce, i loro progetti di vita, quelle persone che hanno votato la Lega per il cambiamento delle persone e del modo di fare politica nel Molise.

Quando tu dici pubblicamente e non in una riunione di un condominio, ma in una riunione di un importante partito italiano, che i leghisti molisani sono molto di più forzisti dei leghisti e quindi degli stessi forzisti, io cosa pensi che debba dire? Ebbene, io ti ribadisco che non sono forzista, ma sono una vera e durissima leghista che ha in Matteo Salvini il suo unico leader. Quella tua sacrosanta verità detta a Fiuggi, mi conferma tutto quello che è successo solo qualche decina di giorni fa nel nostro partito, nella Lega molisana e, soprattutto mi confermerà quello che si paventa come ingressi all’orizzonte. A quel punto, sarò ancora di più leghista, sempre di più vicino ai cittadini e al territorio molisano.

Personalmente, per tranquillizzare tutti, con leale sincerità confermo senza mai aver dubitato, che la mia posizione politica in Consiglio Regionale non cambia di una virgola, continuerò ad appoggiare questa coalizione di centrodestra e questo governo regionale.

Aida Romagnuolo – Capogruppo della Lega alla Regione Molise

Commenti Facebook