Violenza sulle donne, Frattura: il Molise in prima fila in una giornata così importante

634

frattura presidentePartecipazione, condivisione e sostegno, il Molise in scena contro la violenza sulle donne. Anche a Campobasso, come in tante altre città italiane, domani, lunedì 25 novembre, in occasione della giornata internazionale dedicata alle vittime della brutalità, efferata e cieca, dell’uomo sulla donna, andrà in scena “Finché morte non ci separi”, storia di donne uccise dai loro compagni.Sul palco del Teatro Savoia, alle ore 21.00, le due giovani attrici molisane, Barbara Petti e Chiara Cavalieri, daranno voce e corpo al testo di Francesco Olivieri per la regia di Manfredi Saavedra.

Subito prima dello spettacolo, intensa rappresentazione di tragedie quotidiane, che si ripetono nel silenzio e nella solitudine di tante case italiane, il presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura, interverrà per illustrare la nuova legge, approvata all’unanimità dal Consiglio regionale, concernente misure in materia di prevenzione e contrasto alla violenza di genere. “Con questa legge, che rende il nostro Molise realtà attenta e sensibile a una delle piaghe sociali più inaccettabili del vivere quotidiano – spiega il governatore Frattura –, abbiamo deciso di prendere parte a una iniziativa importantissima, come la giornata contro la violenza sulle donne, sostenendo il progetto realizzato dall’Associazione culturale Liberi pensatori Paul Valery di Torino. Domani sera saremo tutti al Teatro Savoia di Campobasso per scandire il nostro no in nome di tutte le donne”.

Commenti Facebook