Prefettura, Fanelli replica a Leva: «Polemiche sterili, non fa l’interesse del Molise»

841

Solo chiacchiere? Eccole, le chiacchiare: il 7 ottobre, due mesi fa, un incontro con il sottosegretario Manzione, presente il consigliere Carlo Veneziale. Il 18 ottobre una serie di incontri con il senatore Del Barba e con l’onorevole Enrico Borghi che fin dai tempi dell’ANCI è sempre stato molto attento alle questioni dei servizi nelle aree interne. Infine, il convegno con il sottosegretario Angelo Rughetti, che è venuto a Isernia a parlare in pubblico a nome del governo, il 23 novembre, che ci ha detto chiaramente che la Prefettura di Isernia è salva».
Questi alcuni dei passaggi “formali”, ricordati dal segretario del PD Micaela Fanelli, in risposta alla piccata presa di posizione dell’onorevole Leva sul tema prefettura di Isernia. Che ieri accusava la segretaria regionale di fare, appunto, solo chiacchiere.
«Il 24 novembre scorso Leva ha scritto, a proposito del convegno organizzato dalla segreteria ‘Pd per Isernia, Prefettura Salva’: «Ritengo sia stato un errore creare aspettative enormi con un titolo altisonante» sostenendo che le cose non stavano come avevamo detto nel convegno, volendo cioè dire che lui è una persona seria e gli altri no e così via. Salvo poi affermare che anche lui aveva incontrato Rughetti. Ieri, appena 12 giorni dopo, lo stesso Leva, fa un altro post in cui dice innanzitutto che “lui è una persona seria e gli altri no” e poi ci fa capire che il salvataggio della Prefettura annunciato appena 12 giorni fa è merito per lo più suo.
Insomma visto e considerato che lui “è una persona seria e gli altri no” preferisco non replicare a cotanta diciamo “serietà”, soprattutto perché so che a tutti quelli che leggono non interessa assolutamente niente di chi abbia fatto cosa, come ecc. l’importante è essere riusciti nel risultato. Per stabilire chi ne abbia merito saranno i fatti a parlare e le persone a giudicare.
Insomma, fermo restando che Leva “è una persona seria e gli altri no” l’importante è che la Prefettura di Isernia sia salva. Quindi – aggiunge Fanelli – ironia a parte, è chiaro a tutti che il dietro front del Governo arriva per effetto di una mobilitazione popolare come lo stesso Rughetti ha riconosciuto. Siamo contenti che l’onorevole Leva si sia allineato a quanto fatto da altri parlamentari. Del resto lo abbiamo sempre detto, si lavora insieme. Ma va bene anche così, salvo che queste dispute sono fatte nell’interesse personale e non per quello dei molisani».

Commenti Facebook