Iorio: in politica il reato più grave è quello di ingannare gli elettori. Il centrosinistra lo ha commesso

666

iorio consigliereE’ deprimente assistere allo sfogo giovanile contro chi ha governato tanti anni questa regione, superando innumerevoli problemi e difficoltà, consentendo alle imprese di lavorare e agli operai di non ricevere solo cassa integrazione. In tanti anni, ho portato innumerevoli innovazioni nel Molise: dall’Università alla Facoltà di Medicina, dal progetto ‘Autostrada’ alla Cattolica di Campobasso, dalle politiche attive del lavoro al sostegno del tessuto imprenditoriale regionale. E’ deprimente perché alcuni giovani, ovviamente di parte, sul tema dei costi della politica, vorrebbero giungere a questo sillogismo: “Visto che l’hai fatto tu, lo facciamo anche noi”.

Ma non era questo l’impegno che il centrosinistra aveva assunto con i molisani. Io, a differenza loro, non ho mai rinnegato sul piano del concreto gli impegni assunti in campagna elettorale. Loro, non solo abituati a fare il contrario, addirittura trovano tempo, spazio e modo di attaccare chi, oggi, non governa più il Molise perché sconfitto alle elezioni. Giovani vecchi –  perfettamente integrati nel sistema di potere che il centrosinistra sta realizzando in Molise – che utilizzano le accuse e il livore contro gli avversari per giustificare malefatte e coprire bugie. Spero tanto che questi giovani non si siano già in lista di attesa per ricevere qualche Co.Co.Co o incarico di prestigio. Resta il fatto che, in politica, il reato più grave è quello di ingannare gli elettori. E il centrosinistra lo ha già commesso. 

Commenti Facebook