Imperdibili Bolle di Sapore e Champagne con AIS Molise

837

Cena d’eccezione, venerdì 15 aprile, presso il ristorante Retrogusto a Ripalimosani (CB) con ‪la delegazione di Campobasso dell’AIS Molise che presenterà una serata dedicata a palati raffinati, ovvero “Bolle di Sapore” con un menù mai banale dello chef Antonio Trotta, abbinato a Champagne: parola che usualmente riporta a pensare e immaginare brindisi, occasioni particolari. La serata di venerdì 15 aprile in qualche modo è proprio un’occasione particolare, infatti, sarà il momento giusto non solo per una divulgazione professionale del mondo enogastronomico, ma anche per degustare champagne di assoluto livello a  tutto “pasto”.
La collaborazione con lo chef Trotta ha fatto nascere l’idea di sottoporre a tutti gli appassionati una cena con un menù a base di prodotti del mare in abbinamento a tre diverse tipologie di champagne di tre diversi produttori.
Non è stato semplice scegliere tra le infinite possibilità che ci offre una regione così ricca come la Champagne, ma alla fine la scelta è ricaduta su: TH&V. Demarne-Frison, J. Lassalle, Larmandier-Bernier. Si tratta di produzioni che hanno da offrire caratteristiche originali e  inimitabili. TH.&V. Demarne-Frison ha sede nella regione dell Aube, a sud della  Champagne; azienda piccola (5000 bottiglie) e giovanissima, le prime produzioni risalgono al 2010. Se anni addietro questa regione era considerata un po’ come la meno attraente per la produzione di Champagne, oggi rappresenta un’avanguardia di piccoli produttori che  hanno smesso di conferire le loro uve alle grandi maison passando a immettere sul mercato le loro produzioni. Demarne-Frison non fa eccezione a questo trend e, decisi assertori di produzione biologica, come in tanti nell’area, offrono solo due tipologie, entrambe pas dosè.
-Per l’antipasto verrà proposto il Lalore Blanc de Blancs. Con J. Lassalle ci troviamo nel cuore della zona dell’area delle Montagnes de Reims. Fondata nel 1942 da Jules, la prosecuzione dell’attività vede impegnate la moglie e la figlia, entrambe confidano tutt’oggi nella filosofia produttiva che lascia grande importanza all’utilizzo della mano umana, persino per le operazioni di remuage.
-Per il primo piatto è stato scelto come abbinamento il Blanc de Blancs millesimato 2005. Larmandier-Bernier è in piena Cote de Blanc, dalle tradizioni che risalgono alla rivoluzione francese; hanno scelto una produzione biodinamica per la loro azienda e sono considerati dagli stessi francesi come una delle realtà qualitative più alte tra i produttori di champagne. Per il secondo piatto, si è optato per un Rosè de Saignèe, un prodotto veramente di nicchia, con pochissimi produttori e che solleticherà la curiosità degli appassionati.
-Per concludere, sottolineando che con i dessert non si abbinano gli champagne brut, ci si sposta nella zona di Bordeaux, in cui brilla questo splendido vino da dessert che è il Sauternes.
Un altro grande segno di attenzione per tutti coloro che vorranno essere ospiti durante la cena e che completeranno il pasto con il Clos Haut-Peyraiguey premier grand crù classè, la cui collina di allevamento del meraviglioso semillon con cui è prodotto, si affaccia sul più  rinomato e famoso domain di Sauternes, Chateau D’Yquem… ma questa è  un’altra storia.
Posti limitati e prenotazione obbligatoria. Per info e prenotazioni:
333/1109709 – 320/6739572, Retrogusto – c.da Colle Matteo, 11 – Ripalimosani CB).

Commenti Facebook