Stato di agitazione della Polizia Municipale di Isernia: la Cisl FP fa chiarezza sulla vertenza in atto

874

A seguito di recenti articoli apparsi in rete il sottoscritto Ettore Cibelli nella qualità di Segretario Regionale della CISL FP AbruzzoMolise, su sollecitazione dei lavoratori interessati allo stato di agitazione, ai fini di una sana informazione, informa sull’attuale stato della vertenza in atto e sulle motivazioni che l’hanno determinata.
– Premesso
Che la Cisl Fp sta sostenendo la vertenza Polizia Municipale oltre che per la tutela dei lavoratori anche nell’interesse collettivo della Città di Isernia in quanto un Corpo di Polizia Municipale organizzato, preparato, efficiente, efficace e messo nelle condizioni di benessere lavorativo riesce a dare garanzie sul corretto vivere civile e sul rispetto delle regole;
– Che la Cisl Fp e solo la Cisl Fp da oltre un decennio ha richiesto l’intervento
dell’Amministrazione e delle Istituzioni per risolvere le problematiche del Corpo;
– Che la Cisl Fp, solo la Cisl Fp e nessun altro sindacato, ha sottoscritto, in data 13 maggio 2015, unitamente ai componenti RSU eletti nelle liste Cisl e Uil, l’ipotesi di contratto decentrato per la destinazione delle risorse relative agli anni 2013 e 2014 per consentire che venissero riconosciute le spettanze arretrate ai lavoratori per le effettive prestazioni di lavoro;
-Si precisa che
1°. La Cisl Fp e solo la Cisl Fp in data 15/06/2015 ha tenuto un’assemblea presso il Comando di Polizia Municipale con i lavoratori che le hanno dato  mandato;
2°. La Cisl Fp e solo la Cisl Fp in data 15/06/2015 ha proclamato lo stato di agitazione del personale suddetto attenendosi scrupolosamente alle procedure previste dagli Accordi Quadro Nazionali, dalle norme vigenti in materia di sciopero e di garanzia dei servizi essenziali e dai contratti collettivi nazionali di lavoro;

3°. La Cisl Fp e solo la Cisl Fp in data 15/06/2015 ha attivato la procedura di raffreddamento e contestuale richiesta di esperimento del tentativo di conciliazione in sede di Prefettura;
4°. La Cisl Fp e solo la Cisl Fp il 18/06/2015 è stata convocata dal Sig. Prefetto per il tentativo di conciliazione che si terrà il 23 giugno 2015 presso la Prefettura di Isernia;
– Ed ancora Che la delibera di Giunta Comunale N. 60 del 19/06/2015, richiamata in vari articoli di stampa, non costituisce un atto di liquidazione delle spettanze ma altro non è che un atto amministrativo dovuto nonchè previsto dalla procedura della contrattazione decentrata. Infatti la prassi vuole che, dopo che le parti hanno sottoscritto l’accordo, questo viene accompagnato dalla documentazione tecnico-finanziaria e sottoposto al parere dei revisori dei conti. Dopo di che la Giunta Comunale con apposita Delibera autorizza la partepubblica a sottoscrivere l’ipotesi del contratto decentrato.
Tutto qua. Secondo i CCNL e con gli effetti del Codice Civile.
Tutto qua ma grazie al Sindacato che fa Sindacato e solo Sindacato : la Cisl Fp.
– Pertanto la Cisl Fp, sentiti i lavoratori che le hanno dato mandato, deciderà il prosieguo dello stato vertenziale nella modalità che riterrà più opportune e secondo gli esiti del tentativo di conciliazione. Appare chiaro che nel caso l’Amministrazione non fornisca atti e fatti che garantiscano l’accoglimento delle istanze contenute nella comunicazione dello stato di agitazione questa O.S. adotterà ogni forma di protesta utile e consentita dalla normativa vigente in materia inclusa la conferma dello sciopero per il prossimo 28 giugno 2015.

Il Segretario Regionale Ettore CIBELLI

Commenti Facebook