Isernia, successo per l’OPEN DAY dell’Andrea di Isernia , una giornata all’insegna della professionalità

1259

Un’offerta formativa ampia e competente quella presentata all’open day della Scuola Andrea di Isernia, all’insegna della cultura, professionalità, musica, informatica, lingue, socializzazione e calore umano. La scuola secondaria di I grado Andrea di Isernia ha coinvolto tanti genitori e ragazzi alla ricerca di informazioni e di una valida offerta formativa e di risposte per i loro figli. In un ambiente sereno e collaborativo le esposizioni dei programmi e delle offerte formative. ” Vogliamo che nella nostra scuola ogni singolo alunno conservi lo stupore della scoperta, in modo che possa interagire in un ambiente stimolante che lo incoraggi a condividere l’entusiasmante e meravigliosa avventura della conoscenza”. Queste le parole della Preside Mariella Di Sanza che, fra l’emozione e la gioia degli alunni che la circondavano, ha trasmesso ai tanti genitori e ragazzi presenti, portando tutti nel mondo scuola con la semplicità e la professionalità che la contraddistinguono. Tutto lo staff dei professori e la segreteria a disposizione per riscontri e iscrizioni che non sono mancate già dall’apertura dell’evento .
Gli open day sono giornate in cui le scuole aprono le porte a tutti, permettendo di visitare le scuole, le aule, i laboratori, le palestre, e conoscere dirigenti scolastici, insegnanti e studenti. I piani di offerta formativa rispondono alle esigenze dei ragazzi e dei genitori per promuovere la padronanza delle discipline in funzione dello sviluppo dell’identità e del progetto di vita; corsi ordinari, a indirizzo musicale, classi 2.0. dove le seconde lingue, a scelta tra francese e spagnolo, lasciano spazio alle inclinazioni naturali. Promuovere lo sviluppo delle dimensioni cognitive, affettive, sociali, etiche e l’acquisizione dei saperi in relazione alle esigenze.
Classi a tempo ordinario, prolungato, pieno e apertura pomeridiana. Innovazione, condivisione di obiettivi, azioni, principi e valori, confronto con i ragazzi e le famiglie, continuità didattica verticale e orizzontale, professionalità dei docenti . Tutto questo rappresenta la scuola Andrea di Isernia .
Inoltre c’è la possibilità di colloqui individuali e in team, incontri bimestrali con le famiglie, sostegno, sportello di ascolto, metodologie di problem soving, didattica orientativa, laboratoriale. “Per permettere agli alunni di esprimersi al meglio, per fornire agli alunni spazi e ambienti di relazioni, interazioni, integrazione, confronto, crescita, conoscenza e rispetto dei ruoli. È interesse e impegno della nostra scuola consolidare il rispetto delle regole che non siano recepite come costrizione ma come buone abitudini per diventare cittadini del mondo”. Laboratori come vere e proprie esperienze di vita con cui misurarsi; arte, giornalismo, musica, teatro, sport, fotografia, informatica, legalità, inclusione, integrazione, continuità, potenziamento, erasmus, e altro ancora, “perché le priorità siano l’educazione al pensiero computazionale e al coding, imparare ad imparare, sviluppare le competenze sociali e civiche, l’internazionalizzazione, la valorizzazione delle intelligenze e lo sviluppo delle eccellenze e delle competenze linguistiche, matematiche, informatiche, digitali e artistiche”. Un’apertura al territorio, la passione con cui si insegna, il riconoscimento che ogni alunno e’ portatore di emozioni e produttore di cultura, la valorizzazione delle inclinazione personali, il confronto e il dialogo, insieme alla valida e professionale offerta formativa, hanno fornito le risposte a quanti, emozionati, hanno ” consegnato” nelle mani della Preside Di Sanza la crescita e il futuro dei propri figli certi che, l’impegno da sempre profuso dalla stessa nella scuola, contribuisca a farne dei preparati e forti uomini e donne nei loro prossimi step di vita scolastica e sociale . Un attenzione particolare che la preside ha prestato durante la sua esposizione, a ragazzi e genitori, sostenendo che vanno seguiti non solo dal punto di vista didattico ma anche, e soprattutto, dal punto di vista umano. Sostenuti perché imparino a trovare valore nei valori, convinta che, la presenza di ogni singolo esponente scolastico, sia parte, positiva, di un processo culturale e sociale che vuole che la scuola, i genitori e gli studenti abbiano la possibilità di interagire e di partecipare in modo attivo a un percorso che giustamente appartiene a loro, alle loro inclinazioni, convinzioni e passioni senza trascurare l’aspetto umano e psicologico. Senza dubbio, l‘open day delle scuole è uno strumento che serve a chiarirsi le idee e ad apprezzare ciò che la nostra scuola oggi può offrire.

L’importanza dell’educazione scolastica non si limita solo alla formazione dell’individuo tramite l’acquisizione di conoscenze teoriche, ma anche al conseguimento di criteri di orientamento della condotta individuale, attraverso una serie di discipline ed una trasmissione graduale del sapere. La sensibilità prestata nell’esposizione ha confermato, ancora una volta, che la vera scuola deve essere proprio questa : un connubio vincente tra offerta formativa e presenza e dedizione quotidiana per rispondere alle esigenze e richieste attente dei ragazzi. D’altra parte, l’impegno profuso della Preside si evince dai risultati e dalle numerose richieste pervenute che confermano quanto sia importante esserci, senza polemiche, attivamente, in tempi rapidi e dando delle risposte immediate e professionali alle tante esigenze del quotidiano.
LUCIA LOZZI

Commenti Facebook