Conclusi ad Isernia i lavori del Consiglio di Presidenza Nazionale dell’Unionturismo

975

Si sono conclusi ad Isernia i lavori  del Consiglio di Presidenza  Nazionale dell’Unionturismo dedicati  al tema delle funzioni amministrative attribuite dalla Regione Molise alla Provincia di Isernia con la legge regionale del 29-9-1999 n. 34 in materia di turismo, industria alberghiera e pubblicità dei prezzi dei servizi ricettivi.  Il presidente nazionale dell’Unionturismo Gian Franco Fisanotti ha dato lettura del lungo ed articolato messaggio di saluto inviato dal Presidente della Regione Molise Paolo di Laura Frattura che con particolare riferimento alle materie del turismo e cultura ha tra l’altro assicurato che: “l’attenzione che la Regione Molise ha riservato negli ultimi mesi ai due argomenti (Turismo e Cultura) troverà una concreta continuazione nell’azione di riconsiderazione delle materie oggetto di riordino nella riforma delle funzioni delle Province ”.  Giustamente il Governatore del Molise ha asserito che: “In sostanza, la sfida che il Legislatore nazionale ci impone, è una sfida che ci mette alla prova come sistema”. La presidenza dell’Unionturismo ha molto apprezzato il messaggio del Presidente Paolo di Laura Frattura perché esso contiene una analisi compiuta delle preoccupazioni generate da alcuni disegni che profilano interventi “imposti dalle leggi statali sulle strutture esistenti dell’apparato politico-istituzionale locale”. Certamente l’effetto combinato dei tagli previsti dal D.L. 24 aprile 2014 n. 66 convertito in legge 23 giugno 2014 n. 89 e della Legge di stabilità 2015 non consente l’esercizio nemmeno delle funzioni fondamentali che la legge 56/2014 riconosce alle Province e Città Metropolitane con conseguenti disavanzo di parte corrente ed  interruzione dei servizi premonitori di un possibile dissesto finanziario. Dopo gli interventi della Dott.ssa Emilia Vitullo, Responsabile del servizio Turismo, Cultura, Musei e Beni Culturali della Provincia di Isernia, del Prof. Cesare Mulè Presidente Vicario dell’Unionturismo già Sindaco ed Ass. Provinciale al Turismo di Catanzaro, del Dott. Vincenzo Ceniti Segretario Generale dell’Unionturismo, del Dott. Luigi Celestini funzionario dirigente della Prov. di Viterbo, dell’Architetto Dott. Pasquale Zaffina Presidente Nazionale A.C.T.ITALIA e sentito l’intervento nel dibattito del Consigliere Provinciale di Isernia P.I. Giuseppe Di Pilla, il Consiglio Nazionale di Presidenza  ha auspicato la revoca della delibera del Consiglio Provinciale di Isernia n. 6 del 31  marzo 2015 richiamando il rispetto del comma 89 dell’articolo 1 della legge Del Rio (“Le funzioni che nell’ambito del processo di riordino sono trasferite dalle Province ad altri Enti Territoriali continuano da esse esercitate fino alla data dell’effettivo avvio di esercizio da parte dell’Ente subentrante ”) e per salvaguardare i livelli occupazionali della  compartecipata A.S.T.P.I. Scarl. La seconda parte della riunione è stata dedicata alla situazione della ricostruzione del Capoluogo Abruzzese a sei anni dal terremoto con la relazione della Prof.ssa Marianna D’Ovidio che verrà pubblicata integralmente sulle News nazionali dell’Unionturismo del 25 maggio 2015.  Nel pomeriggio di sabato 18 maggio u.s. il Presidente Fisanotti ha partecipato al Forum organizzato dal Rotary Club di Isernia con una relazione sul prodotto turistico Italia  nel contesto di Expo 2015 e dell’annunciato Giubileo.  Nel corso del meeting del Rotary Club che meritoriamente si è occupato di iniziative promozionali turistiche volte a valorizzare Isernia e la stessa Regione Molise, il Presidente Gian Franco Fisanotti ha incontrato il Presidente della Provincia di Isernia Dott. Luigi Brasiello  – che è anche Sindaco di Isernia –  che ha assicurato il Suo prossimo  interessamento per un riesame del piano di razionalizzazione  relativo alla Società partecipata A.S.T.P.I. Scarl. ( Nella foto: da sinistra il Prof. Cesare Mulé ed il Presidente Fisanotti)

Commenti Facebook