PD: stop al volantinaggio selvaggio. Modifiche al regolamento comunale sulla pubblicità e la pubblica affissione

977

Il Partito Democratico, principale forza al governo della Città di Campobasso, indirizza la propria azione politico-amministrativa per far si che la Città diventi sempre più bella, accogliente, pulita e vivibile. In quest’ottica va inquadrata l’iniziativa della Commissione  Finanze e Bilancio, presieduta dal Cons. democratico Carlo Landolfi, che con celerità e determinazione ha portato a termine il lavoro per la modifica del regolamento comunale sulla pubblicità e la pubblica affissione. Lo stesso presidente Landolfi tiene ad illustrare il provvedimento: “Il testo approvato all’unanimità dei componenti non consente più, tra l’altro,  di apporre i volantini sulle auto in sosta che spesso, com’è noto,  vengono rimossi ed  abbandonati per le strade con l’effetto di  intasare i tombini   e di costringere l’Amministrazione ad ulteriori spese ed aggravio di costi per  ripristinarne la funzionalità e garantire l’igiene urbana.
Sarà invece consentita la distribuzione dei volantini  pro manibus, cioè nelle mani dei passanti nei luoghi pubblici e nelle piazze ma previa autorizzazione dell’Amministrazione comunale che in tal modo potrà controllare e sanzionare i  comportamenti abusivi. Si tratta” – prosegue il consigliere democratico – “di un provvedimento importante che traccia bene il percorso amministrativo che vogliamo intraprendere. La responsabilità della cura della città non è solo di chi l’amministra ma di tutti i cittadini che, consapevolmente, collaborano affinché le cose possano funzionare al meglio”.
Un commento politico lo esprime il capogruppo PD Giose Trivisonno: “Se da un lato mi piace ringraziare i pentastellati per la discussione promossa in Consiglio Comunale, dall’altro lato credo sia giusto sottolineare che la maggioranza alla guida della Città ha un programma preciso che porta avanti con impegno e convinzione. Il nostro programma è altamente condiviso dagli esponenti del movimento 5 stelle ai quali ricordo che, sul tema, il ruolo di un amministratore non è soltanto quello di partecipare e promuovere giornate ecologiche ma, soprattutto, quello di lavorare affinché di giornate ecologiche ne servano sempre meno”.

Commenti Facebook