Festa del Sorriso alla Fondazione Opera Serena

614

La Fondazione “Opera Serena” e la Società cooperativa “Solidalia Onlus” organizzano per domenica 1 dicembre 2013 alle ore 15,30 presso i locali della struttura siti in via Napoli n. 1/3, la “Festa del Sorriso”. “L’evento – informano i responsabili dell’Opera Serena – ha il fine di festeggiare la persona anziana, che non deve essere vista solo come persona bisognosa di cure, poiché ha perso in tutto o in parte la propria autonomia, ma anche come una risorsa per la nostra società. La sua esperienza, la sua saggezza, i suoi ricordi sono testimonianze di vita da cui trarre insegnamenti. La Fondazione “Opera Serena” ha come obiettivi quello di collocare la persona anziana al centro dell’attenzione, quello di potenziare l’autonomia della stessa e di soddisfare tutti i suoi bisogni fisici e relazionali.

L’evento, aperto a tutti quanti vogliano partecipare, oltre ad essere un momento di festa e di aggregazione, vuole essere anche un momento di confronto tra il nuovo soggetto gestore del servizio all’interno della struttura ed i familiari degli ospiti presenti, i quali potranno fornire idee e suggerimenti, all’insegna della massima trasparenza, fiducia e rispetto reciproco.
L’incontro sarà allietato dall’Associazione del Sorriso Onlus, che eseguirà uno spettacolo di animazione terapeutica, arricchito da canti popolari, con la partecipazione delle maschere animate di Minnie e Topolino”.“La Festa del Sorriso – commenta l’assessore alle Politiche Sociali Fernanda De Guglielmo – costituisce una bella occasione per vivere da vicino una realtà che spesso la società tende a dimenticare. Per questo motivo invito davvero tutti a parteciparvi. Colgo inoltre l’occasione per comunicare che l’Amministrazione comunale e l’assessorato alle Politiche Sociali, al fine di favorire e migliorare gli aspetti relazionali con le altre realtà presenti sul territorio comunale, ha stimolato le associazioni per anziani e il Centro San Damiano a ideare nuove iniziative da tenersi il prossimo anno proprio presso l’Opera Serena; crediamo infatti che un ambiente ricco di socialità possa migliorare notevolmente la qualità della vita”.

Commenti Facebook