Vittoria buttata al vento. Per il Venafro Calcio a 5 solo un punto nel pareggio casalingo con il Barletta

624

Primo punto della stagione per il Venafro Calcio a 5 che abbandona il fondo della classifica. I bianconeri pareggiano 5 a 5 contro il Barletta sul parquet amico del palazzetto di via Pedemontana. Al Venafro occorrevano assolutamente i tre punti della vittoria dopo le due sconfitte consecutive. I ragazzi di Mister Iannicelli hanno risposto con orgoglio agli stimoli dell’allenatore e del presidente Scarabeo ma, nonostante una prova tenace, non hanno avuto la cattiveria giusta per chiudere il match, considerando anche il doppio vantaggio e la superiorità numerica degli ultimi minuti.

Il Barletta, dal canto suo, ha fatto prevalere l’esperienza dei suo migliori giocatori e, senza strafare ma con una migliore organizzazione di gioco, ha pareggiato e messo in cassaforte un punto insperato fino a pochi minuti dal termine.CRONACA:  I primi minuti di studio hanno evidenziato determinazione da parte di entrambe le squadre. Il Barletta, a sorpresa, trova il goal del vantaggio già al 2’ con Acocella che approfitta di una di una distrazione della difesa bianconera. Il Venafro non accusa il colpo e pareggia dopo soli sessanta secondi con una grande giocata di Nardolillo. I ritmi sono altissimi e le due squadre appaiono composte e decise ad affermarsi in campo. Il risultato di parità dura pochissimo. Al 5 minuto il Barletta si riporta in vantaggio con Calamita. Altri sessanta secondi ed è di nuovo parità. Cimino, innescato da Nardolillo beffa il portiere avversario e sigla il 2 a 2. Al decimo il Venafro trova finalmente il vantaggio con uno strepitoso uno-due di Prete e Nardolillo che sigla la doppietta personale.  Il Venafro sembra essere padrone del campo e diverse sono le occasioni per andare a rete ma a pochi secondi dal termine della prima frazione di gara il Barletta ottiene un tiro libero che Acocella spedisce sulla traversa. Il primo tempo si conclude sul 3 a 2 a favore dei bianconeri.Nella ripresa succede tutto ed il contrario di tutto e i due portieri si dimostrano i migliori in campo. Dopo soli 5’ minuti il Venafro allunga le distanze. Magistrale la giocata di Rodrigo Moreira, al suo esordio casalingo, che consente a Nardolillo di siglare il goal del 4 a 2. Il Barletta, costretto a sbilanciarsi, riesce più volte ad andare al tiro con i suoi migliori giocatori ma il portiere del Venafro sembra insuperabile. Riccitiello, infatti, nega più volte la gioia del goal a Severino, Calamita e company. Dall’altra parte i padroni di casa sembrano rivitalizzati da un Moreira che, pur non essendo al top della forma, trova ottime intese con Nardolillo. Al 7’ sono proprio loro che spaventano ancora il portiere avversario Stella, al termine di uno scambio velocissimo sulla fascia. La pressione dei pugliesi è sempre maggiore e a metà del secondo tempo il Barletta accorcia le distanze con una rete di Severino. Al 13, però, è ancora una volta il Venafro a trovare un goal con un Prete acciaccato ma generoso. La partita sembra finita ma negli ultimi minuti il Barletta accorcia nuovamente le distanze con Acocella al 14’ e poi pareggia al 16’ con Calamita. Intanto il Venafro aggredisce l’area avversaria ma il portiere pugliese non è da meno a quello venafrano e sventa più volte occasioni favorevoli ai padroni di casa che, a poco dal termine, avrebbero certamente condannato i biancorossi alla sconfitta. Sul risultato di 5 a 5 sale la tensione. Proteste dei giocatori ospiti per un goal non convalidato a poco più di due minuti dal termine. Il Barletta si scopre e i padroni di casa trovano un contropiede con Cimino che costringe Acocella a commettere un  brutto fallo. Cartellino Rosso per il giocatore pugliese e Barletta in inferiorità numerica quando il cronometro segna 18’15’’. Nonostante l’uomo in più il Venafro giunge al tiro una volta soltanto con Moreira che comunque non impensierisce l’estremo difensore biancorosso. Dimostrazione, questa, che al Barletta è bastato svolgere il compitino per impedire al Venafro di portare al tiro i propri giocatori.Rammarico per Mister Iannicelli vicinissimo oggi ai primi tre punti della stagione. Il Venafro, tuttavia, ha dimostrato di avere personalità ma anche necessità di migliorare sotto il profilo tecnico e tattico. Nonostante gli infortuni non abbiano consentito a molti giocatori di allenarsi durante la settimana, i bianconeri hanno disputato una buona gara. L’inserimento di Moreira, oltre a dare maggior fiducia ai compagni, sembra dare maggiore incisività ad una squadra che la prossima settimana incontrerà lo Sporting Sala Marcianise, altra pretendente dichiarata al titolo. Da registrare, a fine gara, tensione da parte dell’allenatore pugliese Dibenedetto, del presidente Dazzaro e di alcuni dirigenti biancorossi nei confronti, soprattutto, della terna arbitrale. Fondamentale è stato l’intervento del presidente del Venafro che, come suo solito, antepone far play e sportività a sterili ed inutili polemiche auspicando che sia sempre e solo lo sport a trionfare su atteggiamenti poco consoni alle attività sportive.Di bello, però, vi è la notizia dell’ultima ora. Da lunedì mister Cuzzi rientrerà al timone della compagine bianconera dopo il brutto incidente del mese scorso. La società sportiva venafrana ringrazia il giovane Iannicelli per il lavoro svolto. Purtroppo, complice anche il calendario sfavorevole, non sono arrivati i risultati sperati ma ha dimostrato buone capacità per poter lavorare in futuro anche in campionati così difficili come quelli nazionali. Iannicelli tornerà a svolgere il ruolo di allenatore dell’under 21 e di quei ragazzi che si sono ben comportati in prima squadra, con la certezza che farà un ottimo lavoro.
Tabellino
Venafro Calcio a 5 – Barletta Calcio a 5 5-5 (p.t. 3-2)
Venafro C5: Riccitiello, Valvona F., La Bella, Valvona P, Nardolillo, Cimino, Prete, Negri, Moreira, Giannini, Di Paolo, Di Padua,. Allenatore: Gianluca Iannicelli
Barletta C5: Stella, Riondino, Lattanzio, Acocella, Tempesta, Antonucci, Montenegro, Calamita, Severino, Capacchione, Capuano. Allenatore: Antonio Dibenedetto1° Arbitro: Signor Carradori (Sezione di Roma)
2° Arbitro: Signora Intoppa (Sezione di Roma)
Cronometrista: Signor De Benedictis (Sezione di Campobasso)
 
Marcatori:
1° Tempo: 2’ Acocella, 3’ Nardolillo, 5’ Calamita, 6’ Cimino, 10’ Nardolillo
2° Tempo: 5’ Nardolillo, 10’ Severino, 13’ Prete, 14’ Acocella, 16’ Calamita
Ammoniti: Valvona F, Riondino, Stella, Antonucci
Espulsi: Acocella

Commenti Facebook