Come scrivere di te: Giorgio Vasta sale in cattedra a Ti racconto un libro

617

Raccontare ci piace, di raccontare non possiamo fare a meno. Quando si tratta di farlo in prima persona, poi, le cose si fanno ancora più interessanti. E sebbene i sentimenti e le idee possano fluire come un fiume in piena, occorre che qualcuno si prenda la briga di mettere ordine. Per gli iscritti del laboratorio di scrittura di Ti racconto un libro –  laboratorio permanente sulla lettura e sulla narrazione, ideato e organizzato dall’Unione Lettori Italiani con la direzione artistica e organizzativa di Brunella Santoli, e sostenuto dalla Provincia di Campobasso e dalla Fondazione Molise Cultura – ci pensa Giorgio Vasta. Per lo scrittore siciliano la sfida non è delle più semplici. Quest’anno infatti l’edizione del laboratorio di scrittura sposta la lente sulla narrazione autobiografica, che non va concepita come la pura e semplice trasposizione in scrittura delle proprie esperienze e degli accadimenti della propria vita.

Raccontare di sé attraverso la scrittura narrativa significa fare una scelta ben precisa, una scelta che può venire a coincidere con una piccola sfida: modificare, attraverso la messinscena narrativa, le letture della nostra vita che nel tempo si sono solidificate, mettendole in discussione in maniera fertile. Questo perché la scrittura non è un supporto neutro ma interviene a modificare direttamente – reinventandola – la percezione che abbiamo di noi stessi.
Chi sono io che scrivo io, questo il titolo del laboratorio, intende dunque condurre i partecipanti lungo un itinerario che tocchi diversi modi di “ripensarsi” e di “scriversi”, ragionando sulle diverse tipologie di narrazione della vita di una persona, dal diario all’appunto intimo al romanzo autobiografico. Obiettivo del corso è quello di arrivare, attraverso una serie di esercizi di scrittura mirati e discussi in classe, alla stesura di una storia sui generis della propria vita.Il corso, che ha una durata complessiva di 14 ore, è arrivato al suo secondo blocco di appuntamenti, dopo quelli del 7 e 8 novembre scorsi, e si svolgerà mercoledì 20 e giovedì 21 novembre, dalle 15,30 alle 19,00 nell’edificio della ex GIL di Campobasso. Il prossimo appuntamento di Ti racconto un libro è con l’attesissimo Pugilato letterario, che quest’anno vedrà sul ring Gianni Biondillo e Flavio Soriga, pronti a darsele di santa ragione pur di strappare il consenso del pubblico venerdì 22 novembre alle ore 18.30 nell’edificio della ex-GIL di Campobasso.

Commenti Facebook