A Salire sul palcoscenico dell’Officina Biologica The Matchbox Blues

652

Un viaggio verso la Louisiana, verso l’origine della musica moderna, verso la terra madre del Blues in compagnia di una band che ha abbracciato appieno il suono tradizionale di un’epoca d’oro. L’appuntamento, dunque, è per domenica 1 dicembre all’Officina Biologica con The Matchbox Blues, duo composto da Stefano Carboni, alla voce & blues harp, e da Luciano Cologgi alla chitarra acustica. Un tributo, quello che metterà in scena la band, a una musica che rappresenta l’origine di tutti i generi musicali, in una serata dalle sonorità acustiche, in cui i Matchbox blues ripercorreranno a suon di note le polverose strade della Louisiana.

Ad accompagnare il pubblico in questo viaggio alle origini del blues, una chitarra acustica, una blues harp e soprattutto la voce calda e profonda di Stefano Carboni, in un concerto in cui verranno messi a confronto i due stili più importanti e conosciuti: il Delta Blues ed il Chicago Blues. Il primo con il suo maggior esponente Robert Johnson ed il secondo con il suo pioniere e innovatore Muddy Waters. Non mancheranno altri grandi esponenti di quel periodo tra cui Blind Willy Johnson, Lead Belly, Jimmy Reed, Etta James, Luther Johnson, Junior Wells, e Taj Mahal”.

Officina Biologica,
Borgo Angelico 30, zona Borgo Pio

Tutti i concerti cominceranno alle ore 22:30
L’ingresso è liberoThe Matchbox blues
Stefano Carboni – voice & blues harp
Luciano Cologgi – acoustic Guitar

Direzione artistica
Carlo Cammarella

Commenti Facebook