Una storia dei senza storie. Presentazione del volume ” Mechele de Cole” di Michele Tanno

1490

Si intitola Meche’le  de Cole Un povero cristo di San Biase  (Palladino Editore) l’ultimo lavoro di Michele Tanno, agronomo e autore di numerosi libri di storia, territorio e ambiente del Molise.  Il libro che narra appassionatamente e con tanta umanità l’esistenza di “Mechèle  De Cole”, di San Biase – in Molise –  un “clochard”, un homeless, un deracinè, un’anima  semplice  e cara a tutti, sarà presentato venerdì 19 dicembre alle ore 18,00 presso l’Auditorium diocesano  di Campobasso –Bojano  Celestino V – Via Mazzini, 80 – Campobasso.
Con una  sapiente e avvincente narrazione Michele Tanno, trasporta il lettore in un mondo contadino che conserva le emozioni e i sapori della terra.  Il romanzo  descrive la storia  di  questo uomo che, con  un ritardo mentale, conserva la genuinità e la freschezza di un fanciullo. Nella sua vicenda a tratti triste, per alcuni versi grottesca, si respira l’aria della tradizione. L’autore riesce a costruire una “tranche de vie” di un periodo storico  che fa transitare l’Italia e il Molise, pur con le sue arretratezze, verso una forma  di sviluppo economico e sociale. La matrice contadina si respira  tra le righe, diventando a tratti una etnomemoria  preziosa  per chi ricorda e chi non ha alcuna traccia di tempi duri ma sereni della vita contadina di questa  zona culturale.  Nel corso della presentazione, alla presenza dell’autore  interverranno:   il prof. Elia Rubino, antropologo, con la riflessione tematica “Il viandante  nel contesto sociale del Novecento molisano; l’autore Michele Tanno  con la riflessione “Povertà e dignità di Mechéle de Cole” ; le  conclusioni saranno a cura di S.E. Mons. Giancarlo Bregantini arcivescovo di Campobasso – Bojano; modererà  gli interventi il giornalista Rai Giovanni Mancinone.

Commenti Facebook