SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. ADOTTATA LA DELIBERA REGIONALE PER ACCEDERE AI FINANZIAMENTI NAZIONALI.

613

La Giunta Regionale con la Delibera n.143 del 30.03.2015, trasmessa formalmente a tutti gli Enti Locali e alle due Province con nota del 31.03.2015, ha disciplinato l’opportunità di accedere a specifici finanziamenti nazionali per la messa in sicurezza degli edifici scolastici.

Come ha ricordato con puntualità il Sottosegretario al MIUR, Davide Faraone, nel suo incontro pubblico a Campobasso, i Comuni e le Province, potranno preparare schede progettuali che ogni regione dovrà trasmettere al Ministero dell’Istruzione entro e non oltre il 30.04.2015, così come previsto dal Decreto Ministeriale e dalle intese definite nella Conferenza Stato Regioni.

Il Molise ha saputo cogliere le opportunità della legge n.128/2013 tanto è vero che i progetti presentati con la Delibera di Giunta Regionale n.502 del 10.10.2013 sono stati interamente finanziati, salvo qualche scheda su cui si sono registrate criticità procedurali. Con la Delibera n.143/2015 il Molise sollecita le Province e i Comuni a far pervenire elaborati tecnici ai sensi dell’art.10 della legge n.128/2013 con la massima tempestività in modo tale che si possa assemblarli in un piano organico da inviare entro il 30 aprile al MIUR. Sulla questione dell’Anagrafe Regionale degli Edifici Scolastici si precisa che grazie all’accordo stipulato con la Regione Toscana è stata avviata la procedura che consentirà di strutturare presso l’Assessorato all’Istruzione il rilevamento digitale di tutti gli edifici adibiti a scuola nel territorio regionale con relative informazioni sulle condizioni di sicurezza di ogni singolo edificio scolastico. I n.52 Dirigenti delle Istituzioni Autonome Scolastiche coopereranno con il Provveditorato agli Studi, con le Province, con i Comuni e con le strutture della Regione Molise e dell’Assessorato all’Istruzione per agevolare l’attività di monitoraggio tecnico e l’implementazione di ogni documentazione utile ad aggiornare l’Anagrafe e mettere in sicurezza le scuole molisane.

Commenti Facebook