Pagamento per lo sgombero neve del 2012: Lettera aperta al Presidente della Regione Frattura

732

Caro Presidente, le scrivo questa poche righe per chiederle quale iniziativa intenda prendere insieme alla Sua Giunta per il pagamento del lavoro svolto dalle aziende di sgombero neve, mobilitate dai Comuni (come da Decreto del Presidente della Regione n. del )in occasione delle straordinarie precipitazioni nevose del febbraio 2012. A oltre tre anni e mezzo di distanza da quegli eventi meteorologici eccezionali che misero in ginocchio tutta l’Italia centrale, i Comuni del Molise, non sono stati messi dalla Regione nelle condizioni di pagare i loro debiti nei confronti delle aziende di sgombero neve. Queste aziende hanno anticipato il gasolio, il lavoro dei loro addetti ed addirittura l’IVA sulle fatture che hanno dovuto presentare per dimostrare il loro credito.
Questa mia nota, a scanso di equivoci, non vuole essere una polemica, ma una forte esortazione a Lei e alla Sua Giunta affinchè questo annoso problema venga risolto definitivamente. La mia paura è quella che a breve le aziende inizino a produrre decreti ingiuntivi nei confronti dei comuni, che a loro volta potrebbero rifarsi sulla Regione Molise creando un ingorgo giuridico-istituzionale certamente sgradevole e poco gratificante per tutti. Inoltre aldilà dei possibili problemi giuridici, caro Presidente, non Le nascondo che come sindaco provo un certo imbarazzo, avvilimento e anche un forte senso di vergogna nei confronti di quelle aziende che io stesso ho chiamato e che a distanza di oltre tre anni e mezzo hanno percepito solo il 15% delle loro spettanze.
Non sta a me giudicare se in tutta questa vicenda qualcuno abbia sbagliato, ma di sicuronon è mai troppo tardi per porre rimedio.
Per tutte queste ragioni Le chiedo con forza di attivarsi per mettere nelle condizioni noi Comuni di pagare i nostri debiti nei confronti delle tante aziende coinvolte(circa 500 su scala regionale).
Sicuro della massima disponibilità e sensibilità a riguardo resto in attesa di buone nuove in merito.
Giacomo Lombardi Sindaco di Roccamandolfi

Commenti Facebook