La famiglia Del Giudice pronta a una nuova sfida imprenditoriale tutta al femminile

176

Nel nuovo anno è stata costituita una nuova società con la quale si lavorerà sul territorio e che raccoglie la grande eredità ricevuta dalla società di famiglia Del Giudice S.r.l.. La famiglia Del Giudice con Tiziana, Eulalia e Filomena Del Giudice, forti dell’esperienza maturata in seno all’azienda storica di famiglia, con una nuova società: la Novaltis S.r.l. continuerà a lavorare sul territorio ed a produrre le bontà dello storico marchio dell’azienda di famiglia, Del Giudice.

Le donne della famiglia sono al “timone” di una nuova impresa con una gestione tutta al femminile per dare il via ad una nuova era in seno all’impresa familiare. Giovani e forti dell’esperienza maturata in oltre 10 anni di attività, sono pronte ad attivare una serie di innovazioni: “in primis” la vendita on line e l’esportazione di alcuni prodotti verso altri mercati. L’obiettivo è produrre le specialità per nuovi mercati e non solo per quello del centro sud Italia come accaduto fino ad oggi.

Si tratta di un progetto ambizioso, messo in atto durante la pandemia da Covid-19. Il coronavirus ha determinato una situazione di crisi come nel resto d’Italia e nei paesi del mondo. Da qui, dunque, la costituzione di una nuova società che ha preso in fitto l’azienda della Del Giudice per portare a termine una riorganizzazione già avviata due anni addietro con la svolta “green” della Del Giudice: riduzione del 30 per cento di plastica, aumento della durabilità dei prodotti grazie a nuovi film sulle vaschette, rinnovo di tutti i contenitori ed una nuova veste grafica ai prodotti accompagnata dall’utilizzo di energie rinnovabili per gli impianti.

Oggi quel cerchio si chiude con la Novaltis condotta dalle imprenditrici chiamate a raccogliere una sfida non facile: portare avanti il marchio storico di famiglia Del Giudice e nel contempo ampliare la “fetta” di mercato oggi basata soprattutto sul fresco, consegnato giornalmente nei punti vendita. La transizione riguarderà i dipendenti che sono stati riassorbiti dalla Novaltis, con attenzione alla salvaguardia dei livelli occupazionali. “E’ un momento di svolta per la nostra azienda di famiglia – dichiarano le nuove amministratrici -.

La pandemia ci ha convinto a dover fare questo passo ma ora siamo intenzionate a portare avanti l’eredità lasciataci dai nostri genitori e ci auguriamo di poterlo fare nel miglior modo possibile”.

Commenti Facebook