Dopo 40 anni (14881 giorni) di servizio Federico Mastronardi lascia la Polizia di Stato

1679

Il Sostituto Commissario, da due anni coordinatore della Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Isernia, viene collocato in pensione.  Trasferito ad Isernia a seguito della candidatura alle elezioni regionali del febbraio 2013, MASTRONARDI precedentemente ha prestato servizio per circa 9 anni presso la Questura di Roma (Volanti) e per circa 30 anni presso la Questura del Capoluogo Regionale di cui 27 alla DIGOS. Tra i tanti servizi prestati, l’attività professionale svolta nella DIGOS , gli ha fatto toccare con mano, quasi quotidianamente, l’amarezza, i momenti di sconforto, spesso la disperazione di quanti, donne ed uomini di questa regione, hanno attuato manifestazioni e presidi davanti alle sedi degli uffici regionali ed istituzionali. Tali momenti, vissuti uno dopo l’altro a fianco di coloro che rivendicavano i propri sacrosanti diritti e, spesso, la difesa del posto di lavoro, hanno accresciuto la sensibilità del MASTRONARDI verso i problemi del mondo del lavoro, tanto che spesso si faceva fatica a distinguerlo tra i manifestanti mentre si rafforzava l’immagine di vedere “il lavoratore tra lavoratori”.
Il Sostituto Commissario MASTRONARDI ha evidenziato indubbie qualità professionali e notevoli capacità di mediazione, gestendo, infatti, innumerevoli situazioni di ordine pubblico particolarmente delicate e complesse, sempre prodigandosi per la ricomposizione delle stesse entro i limiti della legalità delle rivendicazioni condotte dai manifestanti non sempre in modo consono ai canoni dell’ordine pubblico e scongiurando, in tal modo, il protrarsi dei presidii dinanzi alle sedi della politica regionale ovvero i tentativi di occupazione delle medesime sedi da parte dei dimostranti.
Nel corso della permanenza nella Pubblica Sicurezza ante riforma, e nella Polizia di Stato dopo, MASTRONARDI ha partecipato attivamente al movimento democratico per la riforma e la smilitarizzazione della P.S., attuata con la legge 121 del 1° aprile 1981,ed è stato dirigente locale e nazionale del SIULP, il maggioredei sindacati della Polizia di Stato. In tale organizzazione ha ricoperto la carica diSegretario Generale Regionale per ben 17 anni e, nello svolgimento di tale mandato,frequenti sono stati i momenti di confronto con le forze politiche, sociali esindacali sempre con l’obiettivo di rendere un sevizio migliore alla categoria, allacomunità regionale ed alle Istituzioni.
Numerosissime sono state, in questi lunghi ma entusiasmanti anni, le iniziativedi carattere politico-sociale a difesa delle istituzioni e della democrazia, che hannovisto protagonista il SIULP e lo stesso MASTRONARDI, quali quelle assunte all’indomanidelle stragi di Capaci e via D’Amelio unitamente a CGIL, CISL e UIL. Altrettanto numerose sono state le azioni svolte a difesadella categoria ma anche del tessuto socio-economico del capoluogo regionale,quale la estenuante e difficile vertenza per evitare la chiusura della Scuola AllieviAgenti della Polizia di Stato e, per ultimo, le determinate ed incisive attività tesead evitare la soppressione di alcuni presidi periferici della Polizia di Stato, quali i distaccamenti della Polizia Stradale di Agnone e di Larino.
Al neo pensionato giungano i migliori auguri da parte della moglie Rosaria e del figlio Antonello a cui si unisce tutta la redazione di informamolise.com

Commenti Facebook