Disposta la chiusura di un circolo privato a Campochiaro per attività non autorizzata

970

L’esigenza di dare maggiore continuità all’azione di prevenzione e contrasto ai fenomeni di disturbo alla quiete pubblica, che vasta eco hanno trovato sugli organi d’informazione locali, ha reso necessaria un’ulteriore implementazione dei servizi di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato di Campobasso, specie riguardo ai numerosi pub, bar e locali pubblici notturni ubicati nel Capoluogo e nei comuni della provincia ove spesso vengono impiegate irregolarmente cittadine anche in attività di meretricio.  Sono stati, pertanto, predisposti straordinari servizi di controllo del territorio, svolti con il concorso della Squadra Mobile, della Polizia Amministrativa e Sociale, della Polizia Scientifica e dell’Ufficio Immigrazione, nonché del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara, con l’ausilio del Nucleo Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Campobasso, finalizzati ad assicurare il rispetto della normativa per quanto attiene i predetti locali pubblici ed il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nonché l’abuso di sostanze alcoliche e dell’abusivismo commerciale.
Nell’ambito di tali servizi, la Polizia di Stato di Campobasso ha emesso un provvedimento di immediata cessazione dell’attività non autorizzata a carico del presidente di un circolo privato sito in Campochiaro.  Il suddetto circolo, infatti, risultato privo delle necessarie autorizzazioni, era in realtà un vero e proprio night club con accesso generalizzato a tutti i clienti che vi si recavano, molti dei quali pregiudicati (come è risultato da altri controlli), nel quale 15 figuranti di sala (di nazionalità rumena, brasiliana, italiana, cecoslovacca, moldava e bielorussa), in abiti succinti, intrattenevano la clientela con spettacoli e “momenti di relax” all’insegna di cocktail e spumanti.
Essendosi configurata una vera e propria attività imprenditoriale, il Presidente del sodalizio è stato sanzionato sia per aver effettuato attività di somministrazione di alimenti e bevande ai non soci che per altre irregolarità di natura amministrativa.

Commenti Facebook