Crisi idrica nelle campagne di Montenero e Mafalda. Palombo: si agisca tempestivamente

892

La rottura della condotta d’adduzione nei pressi di Fresagrandinaria, della rete che dalla diga di Chiauci porta l’acqua irrigua ai comuni della Valle del Trigno e nello specifico a quelli di Mafalda e Montenero di Bisaccia, sta mettendo seriamente a rischio il raccolto di numerose aziende agricole locali, che già si trovano ad operare in un clima di difficoltà generalizzata in un comparto che le politiche comunitarie, nazionali e regionali hanno evidenziato come strategico.
Le alte temperature di questi giorni non permettono la risoluzione del problema se non in tempi strettissimi, propri dell’emergenza e della criticità.
Bene ha fatto il Presidente Giorgio Manes a sottolineare tempestivamente il disagio di tanti agricoltori che in questa situazione vedono vanificare gli sforzi di un anno di programmazione, investimenti e lavoro. Per l’importanza che attribuiamo a questo settore per l’economia delle nostre comunità, ci uniamo in questa direzione per chiedere l’immediata riparazione della condotta e il ripristino di una situazione che altrimenti diventerà da parzialmente compromessa a totalmente compromessa.

Nicola Palombo
Capogruppo Partito Democratico Montenero

Emilio Montano
Capogruppo Cambiamo Mafalda

Commenti Facebook