Romagnuolo: raddoppio ferroviario della tratta Termoli – Lesina nell’indifferenza della Regione. Un plauso a Carmela Sica

221

Nell’ultimo Consiglio Regionale, ho ritenuto doveroso presentare su sollecitazione della dott.ssa Sica, una mozione avente come oggetto “il raddoppio ferroviario della tratta Termoli-  Lesina – Parere Negativo entro il 21 agosto 2020” e contestualmente, ho chiesto l’iscrizione e l’immediata discussione. Argomento questo, che doveva essere affrontato con la massima urgenza considerato che il 21 agosto prossimo è il termine ultimo per il deposito delle Osservazioni al Progetto Definitivo del Raddoppio ferroviario della suddetta tratta. E’ quanto dichiarato da Aida Romagnuolo. E invece, la mozione da me presentata, ha proseguito Aida Romagnuolo, ha avuto il diniego per la discussione da parte di tutta la maggioranza per cui reputo tale atteggiamento gravissimo, considerato che sono gli amministratori regionali e locali in primis, a dover difendere anche con la forza il nostro territorio. Gli effetti del raddoppio ferroviario, ha ancora detto Romagnuolo, avranno ripercussioni sulla qualità della vita e su tutta la città di Termoli anche perché è bene ricordare, che oltre 3000 persone sottoscrissero  una petizione presentata all’ex Ministro Toninelli per dire Sì al raddoppio ferroviario, ma NO alle barriere antirumore, No alla sottostazione elettrica di RFI SPA nel pieno centro, NO alle doppie terne di elettrodotti ad altissimo voltaggio che attraversano tutta Termoli, Sì alla copertura dei binari in centro con recupero di copertura per parcheggi. Con rammarico, ha concluso Aida Romagnuolo, devo constare una indifferenza assordante su tale problematica da parte della Regione Molise e ringraziare gli unici che stanno facendo battaglia per la difesa della tratta ferroviaria,  è cioè il Comitato dei Cittadini in rete di Termoli  presieduto dalla dott.ssa Carmela Sica

Commenti Facebook