MotoGp, Rossi show in Qatar: duello infinito con Dovizioso, poi la vittoria

930

Terzo Iannone, poi Lorenzo e quindi uno spettacolare Marquez autore di un’incredibile rimonta dall’ultima posizione. Il mondiale comincia con una delle gare più belle della storia. Tre italiani sul podio, non succedeva da 9 anni. Renzi telefona a Valentino e Marchionne per la Ferrari     da Repubblica.it

Rossi lo dice sempre: “Questa è una delle mie vittorie più belle”. Ma quella di oggi lo è per davvero: sorpassi e contro sorpassi, incroci di traiettorie. Sembrava di assistere al manuale della gara perfetta… Dovizioso e Rossi se le sono date come non mai, e prima di loro anche Iannone, Dovizioso e Lorenzo. Un quartetto da brivido, che ha tenuto un ritmo indiavolato fin dalle prime curve mettendo in scena uno spettacolo unico.
E così, di sorpasso in sorpasso, il quartetto è poi diventato una coppia, terribile ovvio: Dovizioso è uno che stacca come un dannato e lì non lo passa nessuno. Rossi è una tigre, pieno di esperienza e classe. Il tutto miscelato da una Yamaha dall’assetto perfetto e una Ducati strapotente che in rettilineo andava via come un razzo. Insomma lo spettacolo è stato davvero unico. Soprattutto perché – non va dimenticato – Rossi è partito male e ha dovuto anche rimintare. A proposito: qui in fondo al rettilineo le moto viaggiano a oltre 350 orari, quindi immaginate cosa voglia dire staccare a quella velocità o – è successo anche questo più volte – incrociare le traiettorie sul dritto…

La giornata perfetta
Vi manca qualcosa in questa cronaca? Esatto proprio lui: Marquez. Che fine ha fatto? Semplice, ha rimediato una “sportellata” al via e si è trovato ultimo alla prima curva. Quindi ha iniziato una rimonta furibonda che alla fine lo ha portato al quinto posto, alle spalle di Lorenzo. Bravissimo anche lui, ma questa – si sa – non è una notizia.
Ci siamo trovati così con tre italiani sul podio, non succedeva dal 2006, erano i tempi di Biaggi, Rossi e Capirossi. Senza contare il trionfo della Ducati che ha messo due moto sul podio. Il nostro motociclismo è rinato, in una giornata storica per il nostro sport: ci siamo svegliati con la vittoria della Ferrari e andiamo a dormire con il trionfo di Valentino, tre italiani e due Ducati sul podio. Più di così… Tanto che a sera arrivano le congratulazioni del premier Matteo Renzi: una telefonata a Valentino e una a Marchionne per la Ferrari.

Ordine di arrivo
1. Valentino

Rossi (Ita) Yamaha 42:35.717;
2. Andrea Dovizioso (Ita) Ducati +0.174;
3. Andrea Iannone (Ita) Ducati +  2.250;
4. Jorge Lorenzo (Spa) Yamaha +  2.707;
5. Marc Marquez (Spa) Honda +  7.036;
6. Dani Pedrosa (Spa) Honda +  10.755;
7. Cal Crutchlow (Gbr) Honda +  12.914;
8. Bradley Smith (Gbr) Yamaha +  12.914;
9. Pol Espargaro (Spa) Yamaha + 13.031;
10. Yonny Hernandez (Col) Ducati + 17.435

Commenti Facebook