La Protezione Civile siamo noi cittadini

918

Una piattaforma multimediale per insegnarla ai bambini molisani.

Se tu fossi un sindaco con a disposizione tanti euro come li spenderesti? Come eviteresti i danni di una scossa di terremoto? Cosa ne fai della busta di patatine che hai appena mangiato? Cos’è la Protezione Civile? Sono solo alcune delle domande che attendono una giusta e appropriata risposta da parte dei bambini imparando a guardarsi bene attorno per evitare i danni provenienti da un errato comportamento e dalla mancata conoscenza dei pericoli che li circondano. E’ per questo che la Protezione Civile installa anche in Molise una piattaforma multimediale per bambini e insegnanti: un progetto per le scuole Primarie e Secondarie a cui già lavorano il Centro funzionale ARPC, l’Ufficio Scolastico Regionale e l’ Agenzia regionale della Protezione Civile.

Il Comprensivo “Colozza” e la Primaria “Nina Guerrizio” fra le scuole prescelte puntualizza il dirigente Angelica Tirone. Un’oppotunità per conoscere com’è fatto il territorio e i rischi che nasconde; come prevenire i danni di incendi, terremoti e altri eventi calamitosi. Sapere come funziona l’organizzazione delle nostre Amministrazioni e qual è il ruolo del cittadino. Un percorso via web che con la parola chiave “rispetto” per gli altri, l’ambiente , il territorio, conduce il bambino dal sapere al saper fare; a formarsi una coscienza civile perchè la Protezione Civile non è qualcosa di estraneo a noi bensì un qualcosa che ci riguarda da molto vicino come cittadini. Tutti gli alunni delle classi prescelte si preparano a trasformarsi in inviati della Protezione Civile; pronti a registrare le loro scoperte.
RDN

Commenti Facebook