Termoli e Tirana più vicine dopo il gemellaggio dei Lions Club

951

Le firme dei presidenti dei due Lions Club di Termoli Host e Tifernus, quella del presidente del club di Montesilvano e quella del presidente del Lions club Host di Tirana hanno sugellato questa mattina nella Sala consiliare del Comune di Termoli il gemellaggio fra la città costiera molisana e Tirana. Un rapporto quello fra le due sponde dell’Adriatico, iniziato molto tempo fa quando il Pdg, past governatore distrettuale Carlo D’Angelo aveva posto le basi per la realizzazione di un ospedale a Durazzo, rapporto di cooperazione fattiva proseguito negli anni e messo nero su bianco, oggi 21 marzo, davanti ai tanti soci di entrambi i club termolesi e sotto l’egida del Comune di Termoli rappresentato dal primo cittadino Angelo Sbrocca. “Questo è un momento molto importante per la nostra città – ha detto il sindaco salutando i presenti – perché pone le basi per intraprendere ulteriori iniziative, progetti e attività con Tirana e più in generale con chi vive sull’altra sponda dell’Adriatico, mare che non divide ma unisce e avvicina. É in quest’ottca che dobbiamo sforzarci di incentivare e promuovere gli scambi e i collegamenti tra le due sponde”. A portare testimonianza dei diversi service condotti in Albania da entrambi i Lions club di Termoli sono stati Antonio Plescia presidente del Lions Club Host, Adamo Acciaro presidente del Lions Club Tifernus, Francesco Conti presidente del Lions Club di Montesilvano, il delegato nazionale per l’albania Luigi Di Vito e il past governatore Carlo D’Angelo che ha sottolineato la peculiarità di questo gemellaggio e cioè che è un’iniziativa che vede collaborare più club di uno stesso territorio.

A ringraziare il sindaco per l’accoglienza a Termoli e i Lions per quanto fatto nei confronti della città di Tirana è stato Gjergj Leqeiza il presidente del Lions club Tirana Host. La sigla del trattato di gemellaggio, redatto in doppia lingua italiano e albanese è stata firmata dai quattro presidenti.

Commenti Facebook