Al via il concorso fotografico Wiki Loves Monuments con la presenza dei monumenti molisani

Per tutto il mese di settembre è possibile partecipare al concorso Wiki Loves Monuments, il cui scopo è far conoscere il patrimonio culturale mondiale scattando fotografie che, senza scopo di lucro, vengono poi lasciate liberamente disponibili a chiunque, ma con l’obbligo di indicare l’autore, come prescritto dalla licenza d’uso Creative Commons! I numeri dell’edizione italiana superano già quelli dell’anno scorso: alla partenza del concorso la lista dei monumenti fotografabili contava più di 3500 unità e oltre 220 istituzioni supportano il concorso. Non solo enti locali – molti comuni apprezzano e sostengono il concorso – ma anche musei e Soprintendenze. All’inizio di agosto il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha infatti ufficialmente supportato il progetto, inviando una circolare a tutte le Soprintendenze per invitarle a fornire massima collaborazione e ad aderire; molte hanno accolto l’invito e hanno rilasciato le autorizzazioni, seguendo le direttive richieste dalla nuova legge ArtBonus. La prima Soprintendenza ad aderire, anticipando l’invito del Ministero, è stata la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia, grazie anche al lavoro dei volontari del progetto OpenPompei. Emma Tracanella, coordinatrice della sezione italiana del concorso, racconta: «Organizzare questo concorso non è mai facile: ogni volta occorre un lungo lavoro di caccia alle autorizzazioni. Fortunatamente molti enti si sono accorti del ritorno di immagine ottenuto e sono felici di rinnovare gli accordi. Wiki Loves Monuments nasce proprio perché tutte le parti coinvolte possano guadagnare qualcosa!» La partecipazione al concorso è come sempre gratuita e ci sono molti premi in palio! I premi del concorso nazionale sono offerti da Euronics in collaborazione con Sony e il primo classificato si aggiudicherà uno Smartphone Sony Xperia Z2. In questa edizione si annoverano anche diversi premi speciali, tra cui quelli offerti da WWF, Fondazione Gran Paradiso, Wiki Loves Busto Arsizio, Spazi Medievali. Inoltre quest’anno è stato stretto un accordo con la FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche), che sarà partner culturale del concorso e istituirà un premio speciale.
Per quanto riguarda il Molise, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici ha rilasciato l’autorizzazione per quattro siti: il museo Sannitico di Campobasso, l’area archeologica di Altilia-Sepino e i castelli di Civitacampomarano e Gambatesa. La sinergia è nata anche grazie all’associazione giovanile di servizio Rotaract che ha contribuito a mettere in contatto l’associazione Wikimedia Italia, promotrice dell’iniziativa e la Soprintendenza Regionale per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici, contattando il Soprintendente Daniele Ferrara, il quale ha svolto un ruolo chiave nella predisposizione delle autorizzazioni.
L’auspicio è che, anche da quest’anno, a concorso iniziato, altre amministrazioni e soggetti privati partecipino, rilasciando le autorizzazioni, per promuovere la conoscenza del patrimonio artistico, basti pensare all’importante collezione di arte contemporanea del “Premio Termoli”. Per farlo basta contattare la coordinatrice del progetto Emma Tracanella ([email protected] – cell. 333.5827420).
I tre Club Rotaract del Molise, di Campobasso, Isernia e Termoli saranno impegnati nell’attività di promozione del concorso, avendolo adottato come service di Zona.
Per partecipare al concorso è possibile seguire le istruzioni sul sito. ( www.wikilovesmonuments.it  Facebook: www.facebook.com/Wiki-Loves-Monuments-Italia Google+: http://gplus.to/WikiLovesMonumentsItalia )
Questo è un ottimo esempio di sinergia attiva tra enti, associazioni e cittadini al fine di promuovere il territorio, attraverso canali innovativi e secondo i principi etici alla base della libera condivisione della cultura.
I link della Soprintendenza Regionale per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici:

https://www.facebook.com/pages/SBSAE-Molise/474110366024038?fref=ts

http://www.molise.beniculturali.it/

http://www.castellopandone.beniculturali.it/news/castello-pandone-659.html

Commenti Facebook