‘Un filo che Unisce da Trivento A…’, accensione dell’albero a uncinetto in varie città italiane

437

L’albero più famoso d’Italia realizzato all’uncinetto a Trivento (CB) che nel 2018 ha fatto impazzire il web è stato ricreato e verrà esposto durante le festività natalizie del 2019 anche a ORATINO
La Città molisana ha aderito al progetto ‘Un filo che Unisce da Trivento A…’
insieme ad altre 35 città italiane e 3 città estere Genk (Belgio), Mora (Svezia) e Nova Prata, Rio Grande do Sul (Brasile).

Il famoso Albero ad Uncinetto è stato realizzato a Trivento (CB) ed esposto durante le festività natalizie del 2018, alto ben 6 metri e formato da oltre 1300 granny square è stato considerato l’albero più bello del 2018. Grazie ai Social, ha fatto il giro del Mondo, suscitando molta curiosità e ha garantito una presenza massiccia di turisti a Trivento, ormai denominata la ‘Città dell’Uncinetto’.
Una novità importante di questo 2019 è l’evento ideato da Lucia Santorelli ‘Un filo che Unisce da Trivento A…’ che prevede la realizzazione, oltre all’Albero di Trivento in Molise a cura dell’Associazione ‘Un filo che Unisce’, di altri 36 alberi gemelli all’uncinetto sparsi in tutta Italia, a Genk (Belgio), Mora (Svezia) e Nova Prata, Rio Grande do Sul (Brasile).
Tantissime le Associazioni, i gruppi e le persone che si sono unite a questo filo virtuale, realizzando il proprio Albero ad Uncinetto hanno creato un legame unico fondato sulla creatività, manualità e amicizia.


Di seguito le città, con le date di accensione degli Alberi ad Uncinetto, che hanno preso parte a questa iniziativa:


-Trivento(CB) 8 dicembre – Ore 18:30 P.zza Fontana-Associazione ‘Un filo che Unisce’

Oratino (CB) 8 dicembre – Ore 17:00 Piazza Giordano – Comune di Oratino

Dossena (BG) 23 novembre
Nova Prata, Rio Grande do Sul Brasile – 24 novembre
Cencenighe Agordino 30 novembre
Mazzo di Valtellina (SO) 30 novembre
Poggio Imperiale (FG) 1 dicembre – Ore 20:00 Piazza Imperiale
Oderzo (TV) 1 dicembre –
Roma/Tor Vergata (RM) 1 dicembre
Susa (TO) 1 dicembre
Altissimo (VI) 6 dicembre
Barletta (BT) 6 dicembre –
Casteltermini (AG) 6 dicembre
Forno Canavese (TO) 7 dicembre
Lucera (FG) 7 dicembre
Locana (TO) 7 dicembre
Miglianico (CH) 7 dicembre
Taurianova/Reggio Calabria (RC) 7 dicembre
Trivento (CB) 8 dicembre
Aversa (CE) 8 dicembre
Cavriago (RE) 8 dicembre
Ceccano (FR) 8 dicembre
Malanghero (TO) 8 dicembre
Oglianico (TO) 8 dicembre
Oratino (CB) 8 dicembre
Palestrina (RM) 8 dicembre
Passo della Consuma (AR) 8 dicembre
Pentone (CZ) 8 dicembre
Ripa Teatina (CH) 8 dicembre
San Bellino (RO) 8 dicembre
San Maurizio Canavese (TO) 8 dicembre
Telese Terme (BN) 8 dicembre
Varano 8 dicembre (AN)
Venezia (VE) 8 dicembre
Villa Adriana/Tivoli (RM) 8 dicembre
Bondeno (FE) 15 dicembre
Caponago (MB) 15 dicembre
Genk (Belgio) 15 dicembre

Oltre all’accensi dell’Albero ogni città ha organizzato eventi, mercatini di Natale e vendite solidali.
Un modo unico di festeggiare il Natale, un Albero come simbolo di Unione e Solidarietà.

Commenti Facebook