Successo e apprezzamento per il primo evento dedicato a una delle eccellenze della produzione agroalimentare molisana: l’olio

768

Gentile o possente, morbido e avvolgente, con quel retrogusto amaro inconfondibile: l’olio molisano alla base di ogni segreto della cucina locale. Una varietà importante per una qualità così alta da invocare l’eccellenza e di più. Debutta con successo la Carta degli Oli, la prima pensata e realizzata in Molise.
Partecipazione e apprezzamento, a Civita di Bojano, per la prima giornata di degustazione, voluta, sostenuta e sentita dai principali e più apprezzati produttori molisani di olio e dallo chef Renato Testa della Risorta Locanda del Castello. Un esordio “stellato”, per tutti i commensali catturati dalla bellezza dei piatti serviti a tavola. Connubi perfetti tutti da scoprire, cercare e gustare.
In una carrellata di odori, colori e sapori di straordinaria bontà, preparati, cucinati e accostati con una sapienza raffinata, a tratti artistica, dallo chef molisano, l’olio, versato rigorosamente crudo, ha esaltato ogni pietanza, valorizzando al tempo stesso la sua forza e la sue caratteristiche uniche.
La Carta degli Oli molisani, che vanta la presenza di produzioni già insignite di prestigiosi riconoscimenti, servirà ad abbinare olio e piatti con sapienza, nel giusto modo, per stupire ancora di più il proprio palato, ad individuare quello più adatto per un certo tipo di cucina. L’olio locale merita consapevolezza e conoscenza.
Una, la scommessa dei protagonisti che hanno dato vita a questa iniziativa: sperimentare nuovi accostamenti, avventurarsi in altri abbinamenti culinari, per dare forza all’abbraccio e alla carezza dell’olio molisano ai sapori molisani. La sfida è partita.
L’avventura andrà avanti con cene di altissima qualità. Ogni cena avrà il suo protagonista tra l’Olio di Flora – La Casa del vento di Pasquale Di Lena (Larino), Olio extravergine di oliva dell’Azienda Socci Giovani di Michele Socci (Colletorto), L’Olio biologico Molise Dop – La Riserva di Alessia di Alessandro Patuto (Larino), Olio Licinius Platino – Colonia Julia venafrana (Venafro)
Prossimi appuntamenti: 29 gennaio, 5, 12 e 19 febbraio 2016 (info 347.7778664)

Commenti Facebook