Sanità, tavoli romani e assunzioni precari, Fanelli: Il Molise sta ripartendo, il gioco di squadra del PD premia

798

«Se si intravedono spiragli di ripresa questi sono dovuti a un lavoro responsabile che parlamentari e governo regionale hanno svolto in questi anni. Il contributo del PD ad una politica fatta di responsabilità e non di sprechi inizia a dare i suoi frutti».  Con queste parole il segretario regionale del Partito Democratico commenta le notizie sulla sanità che arrivano dal tavolo “tecnico” romano.
Il Ministero della salute, infatti, ha approvato il programma operativo straordinario 2015-2018, dopo aver mostrato apprezzamento per gli sforzi che il governo regionale sta mettendo in campo per cercare di raddrizzare una situazione che appariva decisamente compromessa da almeno un decennio di malgoverno.Viene insomma riconosciuta l’importanza del lavoro intrapreso per la definizione del nuovo modello sanitario del Molise. Ma le comunicazioni confortanti sul fronte sanitario non si fermano qui. Da Roma, versante Parlamento, giungono notizie sull’approvazione dell’emendamento alla legge di stabilità per l’assunzione dei precari della Sanità e per regolamentare gli orari di lavoro. Un tema su cui l’Europa ci ha – giustamente – richiamato, rendendo indispensabile una nuova organizzazione per continuare a assicurare un servizio sanitario di qualità.
«Positivo, dunque, il lavoro della nostra delegazione parlamentare, in particolare dell’on. Vennittelli che, accogliendo i suggerimenti del presidente Frattura, ha presentato l’emendamento poi fatto proprio dal governo, e del senatore Ruta che ha incalzato lo stesso governo sulla questione dei precari della sanità e dell’articolazione dei turni. Un ottimo esempio – conclude Fanelli – di come il gioco di squadra premi sempre!».

Commenti Facebook