Ruta(Pd): In Italia atenei di serie A o più “fortunati” a scapito di quelli del centro sud

396

roberto rutasenOggi pomeriggio il Governo ha  risposto all’interrogazione del sen. Ruta sulla situazione difficile creata agli atenei del centro sud Italia in forza dei nuovi criteri,  contenuti nel decreto ministeriale n. 713 del 2013, per l’attribuzione a ciascuna istituzione universitaria statale del contingente di spesa disponibile per l’anno 2013 espresso in termini di punto organico. Tali criteri impediscono nuove assunzioni di docenti, penalizzando le aspettative di ricercatori ed assistenti universitari a vantaggio degli atenei del centro nord, senza tener conto le diverse realtà territoriali in cui le università si trovano ad operare, e che non consentono a molti atenei, tra cui quello molisano , di reperire adeguate risorse da fonti esterne, né di aumentare il livello di tassazione a carico degli studenti e che non considera la bassa età media del personale in servizio che limita fortemente il turnover;

-nell’interrogazione si chiedeva di sapere quali correttivi il Ministro in indirizzo ritenesse opportuno predisporre per correggere gli evidenti effetti negativi, iniqui e distorsivi a danno di molti atenei per lo più del centro sud Italia e in particolar modo dell’ateneo molisano;
-se ritenesse di intervenire immediatamente per reinserire la clausola di riequilibrio (già esplicitamente prevista nello scorso anno) relativa al limite massimo del 50 per cento dei punti organico relativi alle cessazioni dell’anno precedente”.
Il Governo ha risposto testualmente :” Alla luce di quanto esposto la modifica delle norme sulle facoltà assunzionali delle università richiede necessariamente un intervento normativo primario: in questa sede si ribadisce l’intenzione di svolgere una riflessione sugli effetti prodotti dalla disciplina vigente e di proporre al Consiglio dei Ministri un disegno di legge per semplificare il sistema e fissare il principio che l’entità del finanziamento e la provvista di personale degli atenei sia ispirato agli obiettivi di premiare il merito e di valorizzare la responsabilità delle università per le loro scelte. Ribadisco altresì la necessità che gli stessi atenei abbiano non solo la possibilità teorica di assumere, ma anche le risorse finanziare per farlo, e in ordine all’impegno del Governo nell’incrementare queste risorse.”. –
Il sen. Ruta si è dichiarato parzialmente soddisfatto per l’apertura dichiarata per il 2014 ma insoddisfatto per la situazione che al momento resta così come denunciata.
Ha chiesto al Governo di intervenire attivando la clausola di salvaguardia nella Legge di Stabilità all’esame della Camera dei Deputati.
Altrimenti la battaglia continuerà con la presentazione di emendamenti volti a modificare i criteri adottati affinchè nel 2014 anche gli associati e ricercatori dell’ateneo molisano e degli atenei del centro sud possano trovare opportunità di lavoro e riconoscimento al percorso di ricerca svolto, senza sentirsi di serie B rispetto ai colleghi di altri atenei più fortunati.

Commenti Facebook