Riccia, ok al bilancio 2015. L’amministrazione-Fanelli conferma esenzioni per i meno abbienti, no aumento IMU-TASI

564

Gestione finanziaria corretta e sana. Bilancio di previsione 2015 approvato all’unanimità. Rispettato il Patto di stabilità. E confermate le esenzioni per la fascia della popolazione che include i meno abbienti. L’esito dell’ultimo Consiglio comunale di Riccia ha decretato ancora un risultato molto positivo per l’amministrazione-Fanelli. Che innanzitutto ha approvato con voto unanime il Bilancio di Previsione per l’anno 2015. Va evidenziato che sicuramente per le amministrazioni le chiusure di bilancio non sono facili a causa dei tagli: quest’anno ci sono 85.000€ in meno di trasferimenti dalle risorse nazionali. Nonostante queste difficoltà legate ai nuovi principi di armonizzazione e di contabilità e quindi nonostante una diminuzione delle risorse trasferite agli enti locali, l’amministrazione ha chiuso il bilancio in positivo.
Confermata ancora una volta, inoltre, la scelta dell’amministrazione di Riccia di applicare una sere di esenzioni per i meno abbienti, perché “da sempre guardiamo alle esigenze di tutti i cittadini  – ha affermato il sindaco Micaela Fanelli – con un occhio di riguardo per i redditi più bassi”.
Va poi sottolineato che l’amministrazione comunale ha deliberato la conferma sostanziale delle scelte operate lo scorso anno, e quindi nessun aumento delle imposte IMU-TASI. In definitiva, non c’è alcuna modifica peggiorativa per i cittadini riccesi che così non sentiranno sulle proprie tasche il bilancio previsionale 2015.

Commenti Facebook