Riccia, in Comune importante incontro su accreditamento e autorizzazione delle strutture socio-assistenziali

920

Si è svolto, nella sala consiliare del Comune di Riccia, un incontro informativo cui hanno partecipato le amministrazioni dei 24 comuni afferenti all’Ambito Territoriale Sociale (ATS) Riccia-Bojano, i gestori delle strutture socio assistenziali presenti sul territorio, il comandante dei NAS, il dott. Antonio Forciniti, e il Direttore del Servizio Politiche Sociali, il Dott. Michele Colavita. L’incontro promosso e coordinato dall’Ambito Territoriale Sociale di Riccia-Bojano ha mirato in generale a fare il punto sullo stato dell’arte relativo all’adeguamento delle strutture e dei servizi sociali ai requisiti fissati dal Regolamento Attuativo n. 1/2015 della Regione Molise.
Sono stati approfonditi gli aspetti relativi alle competenze specifiche che il Regolamento Regionale attribuisce ai Sindaci, in riferimento al rilascio delle autorizzazioni al funzionamento delle strutture socio assistenziali e socio educative, nonché alla vigilanza e al controllo su di esse in base alla legge regionale n. 13/2014.
Il sindaco di Riccia e Presidente del Comitato dei Sindaci dell’ATS Riccia-Bojano, Micaela Fanelli, ha sottolineato l’importanza dell’argomento ribadendo la necessità da parte delle Amministrazioni Comunali di “verificare il possesso dei requisiti previsti dalla legge regionale da parte delle strutture presenti sul territorio prima di rilasciare l’autorizzazione definitiva al loro funzionamento”.
Il comandante dei NAS Dott. Forciniti ha posto l’attenzione sulle responsabilità di carattere penale e civile dei Sindaci in caso di inadempienza alla normativa regionale in discussione, ribadendo che lo scopo dell’incontro è quello di “chiarire e affrontare i problemi connessi con le procedure di autorizzazione al funzionamento delle strutture socio assistenziali”.
Ha evidenziato il Dott. Colavita, Direttore del Servizio Politiche Sociali: “Il lavoro di ispezione e di controllo effettuato da parte dei Carabinieri dei Nas e dal Servizio Regionale Unico di Prevenzione dell’A.S.Re.M. mira a consentire la verifica continua del rispetto dei requisiti da parte delle strutture sul territorio che periodicamente dovranno mandare al Comune dove sono ubicate un’autocertificazione in merito a ciò”. L’Assessore alle Politiche Socio-assistenziali del Comune di Riccia, Antonella Di Domenico, ha infine sottolineato il “lavoro capillare che si sta effettuando per una precisa e puntuale ricognizione delle strutture socio assistenziali presenti sul territorio del Fortore e del Matese, anche attraverso l’apporto di competenza e professionalità dell’Ambito Territoriale Sociale Riccia-Bojano”.

Commenti Facebook