Programma attuativo regionale, il Comitato di sorveglianza approva. Frattura: risultato che premia la nostra azione amministrativa

614

Sì del Comitato di sorveglianza all’aggiornamento finanziario e programmatico del Programma attuativo regionale del Molise (Par) a carico del fondo per lo sviluppo e la coesione 2007-2013 proposto dalla Regione. A Palazzo Vitale l’approvazione, decisa all’unanimità, al termine della riunione tecnica alla quale hanno preso parte delegati delle Amministrazioni centrali. “Il riconoscimento che abbiamo ottenuto per quanto riguarda la nostra riprogrammazione –  sottolinea il presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura –, ci mette nelle condizioni di dare avvio immediato agli interventi indicati dalla nostra giunta”.
Un plauso al Molise è stato espresso dalla delegata del Dipartimento per le politiche di coesione della Presidenza del consiglio dei ministri e dell’Agenzia per la coesione territoriale, Carla Casentino, per l’eccellente perfomance ottenuta nell’utilizzo delle risorse Fsc. “La Regione Molise – spiega Frattura –, risulta, come accertato dal Comitato di sorveglianza, prima fra le regioni del Mezzogiorno e si colloca al pari delle regioni del centronord rispetto all’avanzamento della spesa: un risultato che dà ragione alla nostra azione amministrativa, possibile ed efficace anche grazie al lavoro e all’impegno profusi dai nostri dirigenti e funzionari responsabili delle linee di intervento del Par”.
Tutto pronto dunque per gli interventi approvati dal Comitato di sorveglianza riportati qui di seguito:
– 2 milioni di euro nell’ambito della Linea di Intervento I.C “Innovazione e ricerca universitaria” per  il finanziamento di 5 nuovi progetti di ricerca da inserire nell’Apq “Innovazione e Ricerca universitaria” a seguito della riattribuzione delle risorse;
– 90,930 milioni di euro della Linea di Intervento II.A “Accessibilità Materiale” per il finanziamento di 4 nuovi interventi strategici per la mobilità (26,740 milioni di euro), 14 nuovi interventi di viabilità di collegamento principale (36,190 milioni di euro), 13 nuovi interventi di viabilità a servizio delle aree urbane a maggiore densità abitativa per 17,475 milioni di euro e 7 nuovi interventi di viabilità secondaria per 10,525 milioni di euro;
– 5 milioni di euro della Linea di Intervento III.B “Difesa del suolo” per il finanziamento di 4 interventi;
– 1,687 milioni di euro nell’ambito della Linea di Intervento III.D “Sistema idrico integrato” per  il finanziamento di tre nuovi progetti, a seguito della riattribuzione delle risorse.

Commenti Facebook