Molise protagonista dell’Eusair con la Tavola rotonda “La Promozione delle Eccellenze territoriali”

865

Dopo un working group tecnico sull’obiettivo territoriale della Governance in Eusair, a cui hanno preso parte attivamente i membri della Commissione Europea, le autorità di gestione e una delegazione di partner arrivati da Serbia, Montenegro, Slovenia, Grecia ed Albania,  sono partiti ufficialmente a Venafro i lavori che porteranno domani mattina all’inaugurazione della Undicesima Task Force Eusair,  in cui il Molise sarà protagonista della strategia Macroregionale Adriatico-Ionica. Una giornata di lavori iniziata al Castello Pandone di Venafro il cui culmine è arrivato con la Tavola Rotonda “La Promozione delle Eccellenze territoriali” che si è svolta presso il Museo di Santa Chiara,  i cui lavori sono stati coordinati dal segretario generale dell’Euroregione Adriatico-Ionica,  Francesco Cocco.
Dopo i saluti del sindaco Antonio Sorbo (hanno fatto pervenire i loro messaggi anche il Presidente della Regione Molise Paolo di Laura Frattura e l’eurodeputato Aldo Patriciello)  Giannantonio Ballette, il rappresentante della Commissione Europea – Direzione Generale Politica Regionale e Urbana – ha aperto i lavori con la sua relazione introduttiva.
Successivamente le Autorità di Gestione presenti rappresentate dalla Dott.ssa Paola Di Salvatore per il Programma IPA CBC ADRIATIC,  la Dott.ssa Laura Comeli per quello Italia – Slovenia,  la Dott.ssa Eleni Katsiyianni per il Programma Italia – Grecia e la Dott.ssa Silvia Grandi per il Programma ADRION, hanno condiviso le loro singole esperienze fornendo dettagli sullo stato di avanzamento dei progetti di cooperazione internazionale europea attualmente messi in campo, delineando anche un panorama iniziale sulla prossima programmazione 2014/2020.
Di rilievo inoltre l’intervento della Responsabile Ricerca e Sviluppo di Neuromed, Emilia Belfiore, la quale ha messo in evidenza come nella ricerca medica sia fondamentale la collaborazione con partner internazionali, portando in esempio il progetto Neurobiotech.
A chiudere i lavori infine la relazione dell’avvocato Mario Ialenti che ha illustrato i passi compiuti fino ad ora nel Programma Italia – Albania – Montenegro.

Commenti Facebook