La spiaggia rifiuta l’inquinamento grazie al volontariato. A Campomarino grande partecipazione per il Clean Saturday

383

I cittadini hanno sempre più a cuore la tutela del paesaggio e la lotta all’inciviltà. Un esempio è stato fornito dalle circa 20 persone che hanno lavorato per una mattinata intera a Campomarino con l’unico obiettivo di restituire decoro a una porzione di territorio, che può rappresentare uno dei biglietti da visita del Molise.
Su iniziativa delle associazioni Ambiente Basso Molise e AISA, questa squadra di volontari, sabato scorso si è ritrovata all’altezza del lido Ritz e ha portato a termine una capillare opera di pulizia fino al lido Mare Chiaro.
Sono stati raccolti rifiuti di ogni genere (la maggior parte proveniente dal mare) sintomo di quanto l’inquinamento dell’Adriatico rappresenti ancora in larga parte una piaga di questa zona.
I volontari hanno riempito decine e decine di sacchi con cassette di polistirolo, resti di plastica e scarti edili come vernici e pennelli.
Mimetizzato nel gruppo anche l’assessore all’Ambiente del Comune di Campomarino Antonio Saburro. Proprio da parte sua, non più tardi di qualche mese, era arrivata una dura reprimenda all’indirizzo di tutta la popolazione per il grado di inciviltà riscontrato in paese e così, anche per amplificare il messaggio di sensibilizzazione, si è messo nuovamente in prima linea. Del resto, l’amministrazione del piccolo comune costiero ha da sempre mostrato grande attenzione ai temi della salubrità del territorio e della tutela del paesaggio, tanto che, come nelle altre occasioni, ha fornito il patrocinio gratuito e la massima collaborazione. Sostegno che è stato garantito anche dall’azienda Italiangas, presente sin dal primo ‘Clean Saturday’ del 25 gennaio scorso.
«Il numero dei partecipanti è aumentato e siamo molto soddisfatti – le parole del presidente di Ambiente Basso Molise Luigi Lucchese -. Ciò significa che queste giornate riescono a coinvolgere le persone su argomenti di grande importanza. Ci stiamo rendendo conto che la natura è diventata una discarica e bisogna dire basta. Abbiamo recuperato persino pneumatici di autotreni e questo non è più accettabile».
Il sabato pulito di Ambiente Basso Molise e AISA tornerà alla fine di marzo.

Commenti Facebook