“I diritti e la laicità per la libertà di scelta”. Ioffredi chiamato da SEL Abruzzo a fare da ambasciatore

547

“Il progetto di coinvolgere un numero consistente di Regioni sull’istituzione dei registri per le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento continua. Dopo il Friuli Venezia Giulia ed il Molise ora tocca all’Abruzzo, con la consapevolezza di fare un passo avanti per la Civiltà e con accanto l’autorevole presenza di Beppino Englaro. Sono onorato di essere stato chiamato da SEL Abruzzo a fare da ambasciatore per una causa così alta”.
Queste le parole con le quali il consigliere regionale di Sinistra Ecologia Libertà, Domenico Ioffredi, ha aperto il suo intervento ieri sera nel giardino di Villa Filiani a Pineto in occasione del dibattito “I diritti e la laicità per la libertà di scelta”.
L’evento ha visto la partecipazione di Beppino Englaro, papà di Eluana, la ragazza costretta per anni in un letto d’ospedale in coma vegetativo a seguito di un brutto incidente stradale e per la mancanza di una normativa sul cosiddetto “fine vita”. Englaro era stato ospite a Campobasso, su invito del consigliere Ioffredi, ad un dibattito sullo stesso tema lo scorso aprile.
Il confronto, a cui sono intervenuti anche Biagio Castagna (dirigente SEL Pineto), Carlo Ruggiero (coordinatore SEL Pineto), Gianni Melilla (deputato SEL), Loredana Di Marcello (dirigente responsabile del reparto di Rianimazione dell’Ospedale di Atri), Marta Illuminati (consigliere comunale PinetopartecipAttiva), Tommaso Di Febo (coordinatore SEL Abruzzo) e Mario Mazzocca (assessore regionale SEL Abruzzo), ha permesso una profonda riflessione sulla necessità di garantire ad ogni individuo la possibilità delle scelte, anche e soprattutto drammatiche ed estreme.
Al termine del dibattito è stato proiettato il docufilm “7GIORNI” che racconta la storia di Eluana attraverso le testimonianze di chi la conosceva ed amava.

Commenti Facebook