Dal Molise a Tivoli: l’Emozione del volo che rompe le barriere della disabilità fisica e mentale

1200

A dirlo è molto più difficile che provarlo. Dopo l’esperienza Molisana di Montefalcone nel Sannio , delle due manifestazioni che ebbero dell’incredibile, la giornata dell’uguaglianza sportiva, Tutti in Volo, dedicata al volo con il parapendio per i “ diversamente Abili “ha visto far tappa a Tivoli. Grazie all’azione sinergica e costante, in termini di produttività, collaborazione e rapporti umani, tra varie associazioni , l’ A.S.D. AltiVoli di Tivoli, C.M.G. onlus, Parapendio Roma, XInvista,Sorrisi Gemelli,Associazione Nazionale Carabinieri in Congedo,Croce Rossa Italiana, Aeroclub Volo Libero, con la collaborazione di FIABA ( Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche ) sezione Molise e d Borghi d’Eccellenza, si è ripetuta la magia delle due precedenti manifestazioni Molisane dove centinaia di amici hanno partecipato rompendo il muro del volo con il battezzo dell’aria.
L’Emozione del volo che rompe le barriere della disabilità fisica e…mentale. Infatti il 29 giugno a partire dalle ore 15,00 in un campo volo perfetto ed al meglio preparato da uno staff incredibilmente motivato e numeroso, si è data l’occasione alle persone “ disabili “ di vivere un esperienza indimenticabile: un volo in biposto gratuito accompagnato da un istruttore.  L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Tivoli, coadiuvata dall’ANC sezione di Tivoli, servizio volontario dell’associazione Nazionale Carabinieri e dalla Croce Rossa di Tivoli.  Testimonial di TuttinVolo Giuseppe Trieste, presidente “Fiaba” Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche, campione paralimpico con all’attivo tre Olimpiadi e otto podi (tre d’oro, due d’argento, tre di bronzo) accompagnato dal delegato Maurizio Varriano. L’esperienza di una breve parte preliminare di teoria in cui sono state descritte tutte le fasi nel dettaglio e la parte pratica vera e propria di volo libero.
Un volo planato, assolutamente tranquillo e rilassante, che ha visto centinaia di partecipanti con circa 50 fortunati che hanno potuto provare l’ebbrezza del volo con piloti espertissimi quali Fabio Pasquali che, finalmente dopo decine di anni di esperienza ha, anche lui potuto sognare portando con se il fratello che con la sua carrozzina è librato in aria per la prima volta. Ma, non  solo volo. L’iniziativa ha riscosso l’adesione di numerosi partner che hanno voluto dedicare tempo e talento per una giornata densa di divertimento, solidarietà e amicizia. Infatti, magistrali  le esibizioni del Gruppo Dancing Majorettes, dei volontari del gruppo di Clown terapia “ Sorrisi Gemelli”,  il tiro con l’arco  dell’ASD Alessandro Guidoni. E poi ancora la musica di Gabry Venus e DJ Lamp.
Famiglie, bambini e persone disabili hanno partecipato perché lo scopo è diffondere la gioia del volo in parapendio e dello sport in generale come strumento per superare quelle barriere che spesso sono solo fonte di pregiudizio. La giornata è stata dedicata ad Agnese, bimba non vedente, che ebbe a manifestare la volontà, un po’ frenata dai genitori, di volare e, davvero il tempo e lo sforzo per organizzare la manifestazione è stato ripagato con l’urlo in volo di Agnese : che figata!!!!!!!! Si il 29 è stata davvero una “ Figata Pazzesca “. Un grazie a Maddalena, Federico, Isidoro e tutti gli amici che hanno permesso che una giornata di sport sia diventata “ LA GIORNATA DELL’UGUAGLIANZA SPORTIVA “.

Alla prossima con la promessa del Sindaco Proietti che, dopo aver anche lui partecipato con il battesimo del Volo, si è reso indiscutibilmente disponibile a far meglio ed a render ancor più importante la manifestazione. Noi ci saremo ancora.

Commenti Facebook