Cerimonia di intitolazione di Casacalenda a “Borgo della Lettura”

845

Il progetto culturale “Borghi della Lettura”, presentato ufficialmente lo scorso 7 Febbraio a Scontrone in Abruzzo, fa tappa in Molise. Giovedì 26 Febbraio avrà luogo infatti la cerimonia di intitolazione di Casacalenda “Borgo della Lettura”. Grazie all’attenzione e sensibilità dimostrati dal Sindaco Michele Giambarba e dall’Amministrazione Comunale tutta, Casacalenda sarà il primo borgo molisano ad aderire al progetto ideato e curato dal Centro Studi Fusco di Campobasso . “Per noi questo è un elemento di grande soddisfazione – affermano Roberto Colella e Davide Vitiello, i due giovani ideatori del progetto – poiché parliamo di un centro che lega la sua stessa identità alla cultura e alla conoscenza, grazie alla presenza in loco della storica Fondazione Caradonio di Blasio, istituita con Regio decreto del 9 Dicembre 1923 e contenente oltre 6 mila volumi, di cui in gran parte sono scritti di fondamentale valore storico”.
E’ dalla visita alla storica biblioteca della Fondazione Caradonio Di Blasio, in programma alle ore 10:00 di giovedì 26 Febbraio, che partirà la giornata di iniziative dedicate alla presentazione del progetto. Nell’occasione il Centro Studi Fusco donerà all’Amministrazione Comunale due prototipi di “Tronco-librerie” realizzati dal prof. Rocco Cirino, Presidente della sezione AIIG Molise.
Successivamente, alle ore 11:00 nella Galleria d’Arte Contemporanea all’interno del Municipio della città, si terrà la manifestazione intitolata “Adotta un Autore”, con la partecipazione illustre di Enrica Manenti, Presidente Nazionale AIB (Associazione Italiana Biblioteche).

Interverranno Gianni Spallone, docente delle Università di Cassino, La Sapienza e L’Orientale; Rosa Marcogliese,  Presidente Fondazione Caradonio Di Blasio;  Roberto Colella e Davide Vitiello in qualità di rappresentanti del Centro Studi Fusco; Rocco Cirino, analista territoriale e autore dei tronchi-libreria. Faranno gli onori di casa il Sindaco di Casacalenda  Michele Giambarba e il dirigente scolastico Antonio Vesce.

Commenti Facebook