Il Consiglio regionale proroga di due mesi l’esercizio provvisorio per “l’esercizio finanziario 2014”

709

vincenzo niro presSi è concluso poco dopo le ore 15,00 il Consiglio regionale del Molise, tornato a riunirsi in mattinata (aggiornamento della seduta del 18 febbraio 2014), sotto la presidenza di Vincenzo Niro, che ha convocato per domani, 5 marzo 2014, alle ore 11,30, la conferenza dei capigruppo per la programmazione dei prossimi lavori assembleari. In avvio il presidente Niro ha comunicato la cessazione della sospensione dalla carica di consigliere regionale del senatore Angelo Michele Iorio per 18 mesi, disposta con sentenza della Corte di Cassazione del 12 febbraio 2014.

“In merito alla cessazione della sospensione delle funzioni di consigliere regionale del senatore Angelo Michele Iorio – ha iniziato Niro – faccio seguito alle comunicazioni effettuate nella seduta del 18 febbraio e informo l’assemblea che, in esito agli approfondimenti promossi dall’ufficio di presidenza, l’Avvocatura distrettuale dello Stato di Campobasso ha fatto pervenire un suo parere con il quale si rassicura circa la correttezza della presa d’atto sulla base della documentata comunicazione della avvenuta pubblicazione della sentenza di Cassazione effettuata dall’interessato. Informo, altresì, – ha proseguito Niro – che la stessa Avvocatura, con successivo parere, ha ampiamente chiarito che, ai fini della presa d’atto, non è necessario attendere il deposito della motivazione della sentenza di proscioglimento della Corte di Cassazione. L’avviso espresso dall’Avvocatura è stato anche condiviso, con proprio parere, dal Segretario generale del Consiglio regionale. L’ufficio di presidenza ha preso atto di entrambi i pareri dell’Avvocatura e ha dichiarato risolte dagli stessi anche le osservazioni fatte pervenire dal consigliere Romagnuolo con la sua nota in data 27 febbraio. La certificazione della Cancelleria della VI sezione della Corte di Cassazione, fatta pervenire dal senatore Iorio (nella seduta dello scorso 18 febbraio), è stata pubblicata sul Bollettino ufficiale n.4 del I° marzo 2014”.
Il Presidente Niro ha quindi proceduto a dare lettura del testo del provvedimento concernente la presa d’atto della cessazione della sospensione e della conseguente cessazione della supplenza, che nel dispositivo recita: “Il Consiglio Regionale…….prende atto che è cessata la sospensione del sig. Angelo Michele Iorio dalla carica di consigliere regionale del Molise, per effetto della sentenza della Corte di Cassazione, Sezione VI penale, pubblicata, mediante lettura del dispositivo, nell’udienza del giorno 12 febbraio 2014.
Che ha termine la supplenza affidata al sig. Nicola Eugenio Romagnuolo per l’esercizio delle funzioni di consigliere regionale in sostituzione temporanea del sig. Angelo Michele Iorio. Demanda alla Commissione per la verifica delle condizioni di eleggibilità perché provveda, a sensi dello Statuto e regolamento interno, agli atti di sua competenza”.
“Il Consiglio ha preso atto”. “Il consigliere Iorio se presente, è pregato di prendere posto in aula”.
A questo punto (alle ore 12,30) l’ex presidente Iorio ha fatto il suo ingresso in aula.
“Provvederò al più presto – ha aggiunto Niro – a disporre per la riattivazione della Commissione per la verifica delle condizioni di eleggibilità”.
Il Presidente Niro ha quindi proceduto a dare all’aula ulteriori comunicazioni, prima di porgere il benvenuto all’ex governatore Iorio e di ringraziare il consigliere Romagnuolo per l’operato svolto al servizio del Consiglio.
A sua volta il senatore Iorio, nel dichiararsi “soddisfatto di poter partecipare di nuovo ai lavori del Consiglio” ha ringraziato Niro per il saluto di benvenuto.
“E’ una giornata molto importante – ha detto ancora Iorio – anche per gli elettori che mi hanno votato per rappresentarli. Spero di essere utile a questo Consiglio nell’interesse del popolo molisano e mi dichiaro disponibile al dialogo che ritengo non debba mai mancare. Torno in Consiglio con questo spirito sperando davvero di essere ancora utile alla mia terra”.
Il consigliere Angelo Michele Iorio, su specifica domanda del presidente Niro ha affermato di voler far parte del gruppo per il quale si è presentato alla competizione elettorale in qualità di Presidente “Per il Molise – Iorio presidente”.
Il Presidente Niro, prima di procedere ulteriormente, ha comunicato la visita istituzionale, in mattinata, di una delegazione della Corte dei Conti per un giudizio di parificazione sul conto economico.
Si è passati, quindi, ad iscrivere a maggioranza, (ha votato contro solo il consigliere Cavaliere) la proposta di legge n.59 di iniziativa della Giunta regionale, concernente la “Proroga dell’autorizzazione all’esercizio provvisorio per l’esercizio finanziario 2014”.
Il presidente Niro ha quindi invitato, previa sospensione dei lavori, il presidente della prima Commissione, il consigliere Totaro a convocare “ad horas” la commissione per il relativo parere.
Intanto il consigliere Di Pietro ha chiesto la iscrizione, votata alla UNANIMITA’, di una mozione intesa “a salvaguardare i presidi regionali di Polizia di Stato e la Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Campobasso”. Prima di riunire la Commissione anche il consigliere Totaro, dopo aver dato l’augurio di buon lavoro al consigliere Michele Iorio, ha richiesto ed ottenuto, alla UNANIMITA’, con l’astensione dei consiglieri Manzo e Federico, l’iscrizione di una mozione urgente riguardante “servizi pubblici per l’impiego e finanziamento funzioni delegate in materia di politiche attive del lavoro”.
Dopo la sospensione per la riunione della prima Commissione, che ha espresso, a MAGGIORANZA, il parere favorevole sulla proroga dell’esercizio provvisorio (hanno votato contro Micone e Cavaliere), i lavori sono ripresi poco prima delle ore 14,30 ed è stato lo stesso consigliere Totaro a relazionare sulla proposta di legge che – ha detto – “è un adempimento urgente ed indispensabile. Occorre prorogare di due mesi l’esercizio provvisorio anche se mi auspico che la Giunta regionale porti quanto prima il bilancio di previsione. Chiedo all’aula l’approvazione della proroga, che è necessaria”.
Ne è seguito un breve dibattito al quale hanno preso parte i consiglieri Cavaliere (ha annunciato il voto contrario del centrodestra alla proposta di legge) e Manzo (ha annunciato l’astensione del movimento cinque stelle), prima dell’intervento del presidente Paolo Di Laura Frattura che ha riferito delle difficoltà incontrate dall’esecutivo in merito ai residui e al tempo occorso per cercare di rispondere a tutti gli appunti della Corte dei Conti sui consuntivi.
La proposta di legge di proroga dell’esercizio provvisorio, per ulteriori due mesi, fino al 30 aprile 2014, è stata votata a MAGGIORANZA, con l’astensione dei consiglieri Manzo e Federico e con il voto contrario dei consiglieri Iorio, Cavaliere, Fusco Perrella e Micone.
Esaurito l’argomento esercizio provvisorio, il consigliere Di Pietro ha chiesto ed ottenuta alla UNANIMITA’, la immediata discussione della sua mozione sui presidi regionali della Polizia di Stato, con la quale il Consiglio regionale “IMPEGNA il Presidente della Giunta Regionale e la Giunta stessa a intraprendere ogni strada possibile nei confronti del Governo nazionale e del Ministero dell’Interno per scongiurare l’ipotesi della chiusura di alcuni reparti molisani della Polizia di Stato e della Scuola Allievi Agenti Polizia di Stato di Campobasso e per chiedere un incremento di uomini e mezzi della Polizia di Stato e delle altre Forze di Pubblica Sicurezza in Molise”.
Sul punto hanno preso la parola anche i consiglieri Cavaliere, Cotugno, Fusco Perrella e per il governo regionale, il vice presidente Petraroia.
Tutti, nel condividere la mozione, hanno evidenziato l’esigenza di dover respingere il tentativo paventato di operare dei tagli e di potenziare la presenza delle Forze dell’Ordine in Regione anche alla luce dei tanti episodi di criminalità registratisi negli ultimi tempi.
La mozione è passata alla UNANIMITA’.
Prima di concludere i lavori c’è stato il tempo per far dichiarare “soddisfatto” il consigliere Salvatore Micone,ad una risposta fornita dal vice presidente della giunta, Michele Petraroia, ad una sua interrogazione in merito “all’avviso pubblico per la presentazione delle richieste di accesso ai bonus assunzionali correlati alla assunzione dei lavoratori svantaggiati inseriti nel Programma Azione di sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego nella regione Molise 2009-2011”.
L’esponente del governo regionale, infatti, tra l’altro, ha rassicurato il consigliere sulla emanazione del relativo bando, per il quale –ha detto Micone – “bisogna accelerare i tempi”.
Il Presidente Niro ha quindi chiuso la seduta rimandando alla conferenza dei capigruppo di domani,5 marzo alle ore 11,30, per la programmazione dei prossimi incontri.

Commenti Facebook