Stipendi ai dipendenti. La Provincia di Isernia replica alla diffida della Cisl

899

Riceviamo e pubblichiamo la nota a firma del dirigente generale della Provincia di isernia in replica alla diffida presentata dalla Cisl in merito al mancato pagamento degli stipendi per i dipendenti.

In riferimento alla Vostra nota del 05/06/2014, a firma del responsabile regionale Dott. Ettore Cibelli, in merito al mancato pagamento degli stipendi e alla connessa diffida a provvedere, è  il caso di renderVi partecipi che, a fronte di appositi decreti ministeriali di erogazione dei contributi governativi a sostegno dei servizi essenziali svolti dall’Ente ( in virtù dei quali sono stati approvati i bilanci della Provincia, n.d.r.) si è generata nel tempo la riduzione progressiva delle corrispondenti liquidità. Ciò ha , consequenzialmente, creato uno scompenso di cassa di circa 20.000.000,00 di euro a partire dal 1997.
A poco è valso il ricorrere all’anticipazione  di tesoreria, nei limiti delle possibilità legislative, in quanto  lo scompenso obbiettivamente via via nel tempo ha generato un saldo negativo di gran lunga superiore all’anticipazione stessa.

Stante  il rispetto degli equilibri dei bilanci in termini di competenza, nonché l’obbligo  di esercitare effettivamente i servizi istituzionali (taglio erba, piano neve, manutenzione edifici scolastici, centro per l’impiego, ecc.) risulta impossibile ottemperare  allo svolgimento delle attività lavorative per erogare i servizi a favore della popolazione in mancanza di giusta liquidità a garanzia dei contratti, delle forniture e degli appalti.

Si conferma la totale disponibilità e per ogni approfondimento a riguardo e per  riattivare immediatamente il regolare “flusso gestionale”, non appena le casse dell’Ente fruiranno delle liquidità  inerenti i decreti ministeriali di contribuzione governativa.

E’ importante a tale riguardo  renderVi partecipi altresì che, a seguito di apposita richiesta della Provincia,  la Corte d’Appello di Campobasso  ha emesso decreto ingiuntivo  regolarmente notificato, presso  il Ministero dell’Interno, Avvocatura Generale dello Stato e all’Avvocatura Distrettuale dello Stato a Campobasso,  al fine dell’immediato pagamento dei contributi.

 Il Direttore Generale     Dott. Ing. Lino  Mastronardi       

Commenti Facebook