Seminario formativo SLP-CISL Molise. “Liberalizzazioni, privatizzazioni e nuove forme di rappresentanza”

338

Grande summit deI Sindacato CISL leader in Poste Italiane. Consiglieri Regionali, Sindaci Revisori, Responsabile SAS, RSU e Coordinamenti donne, giovani e Quadri, e iscritti alla CISL Poste, si incontrano per due giorni di lavori Consiglio/formazione dal giorno 05 al 06 ottobre, presso l’Hotel Capracotta alla Via Vallesorda in Capracotta (IS), per discutere e deliberare su diversi punti.

Il Segretario Regionale della CISL Poste Antonio D’Alessandro nella sua relazione molto articolata si sofferma su diversi punti, come di seguito ripotati.
Il processo di riorganizzazione della Cisl (accorpamento Abruzzo-Molise) che vedrà coinvolte a breve anche le federazioni di categoria; prospettive ed opportunità di questo processo;
Saluto a Pietro Iocca che ha assunto la carica di Presidente del CIV Inps e che da lustro a tutta la Cisl ed in particolare a quella del Molise;
La situazione economica e politica generale: il peggio della grave crisi che ha colpito il mondo occidentale ed il nostro Paese sembra ormai alle spalle; nel secondo trimestre 2013 la caduta del PIL ha subito un infatti rallentamento; tuttavia la domanda interna non riprende vigore e la pressione fiscale rimane alta. Aumenta la disoccupazione;
Approvazione a Genova di CGIL CISL e UIL del documento con le proposte del Sindacato per una legge di stabilità per l’occupazione e per la crescita;
La situazione politica del nostro Paese è instabile e ciò non aiuta la ripresa;
Ø Poste non è un’Azienda anticiclica; la crisi dell’economia e del Paese si fa sentire tutta e si aggiunge alla crisi strutturale dei servizi postali;
Ø Le notizie apparse riguardo a possibili processi di privatizzazione (Poste Vita?) hanno allarmato la nostra Organizzazione che ha risposto in modo chiaro con dichiarazioni di Bonanni e Petitto per ribadire la nostra contrarietà a questi processi; Poste Vita realizza circa il 50% dei ricavi del Gruppo;

Le vicende di Poste Italiane sono caratterizzate da molte problematiche aperte:
Servizi Postali, con una riorganizzazione ancora da completare ma con un prodotto che diminuisce ogni giorno a vista d’occhio; nelle prossime settimane affronteremo con Poste il progetto sperimentale per la realizzazione delle zone a giorni alterni in alcune zone del Paese (per circa 100 zone interessate)

Gli Uffici Postali sono alle prese con un progetto innovativo di riorganizzazione degli Uffici Postali (progetto semplificazione rete) che ha molte potenzialità ma che deve essere definito meglio per quanto riguarda la gestione dei distacchi e dei percorsi di carriera; per questo parte in via sperimentale in solo 9 filiali; come ogni anno si ripresenta il problema della chiusura/razionalizzazione degli UP marginali, che noi affronteremo con decisione per limitarne il nr;

Il Premio di Risultato 2013 è stato a forte rischio; solo un’azione decisa del sindacato nel richiedere la modifica degli obiettivi dopo la pubblicazione della “semestrale” ha scongiurato il rischio di mancato pagamento; la situazione in Azienda non è quindi rosea soprattutto per quanto riguarda i ricavi SP.

Le problematiche specifiche di CB e di IS
I rapporti con l’azienda locale
I rapporti con le altre OO.SS.
Il lavoro delle RSU

Commenti Facebook