Inps Isernia/ manca rappresentante Anic, la denuncia del sindacato Sinlai

171

“Da luglio, ovvero da quando è scaduta la composizione della commissione invalidità dell’Inps di Isernia, in seno alla stessa risulta vacante il posto riservato al rappresentante dell’A.N.M.I.C. (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili)” – Così si legge in una nota a firma di Giustino D’Uva, dirigente nazionale del SINLAI, e Fabrizio Persichillo, rappresentante di “Incancellabili”, categoria sindacale di riferimento dei disabili.

“Con cadenza annuale – hanno dichiarato i sindacalisti –  spetta al commissario provinciale dell’ANMIC, che a Isernia è il consigliere regionale Filomena Calenda, designare un medico che rappresenti l’associazione nella suddetta commissione; eppure, a distanza di mesi, dobbiamo registrarne l’inerzia, visto che nulla è stato fatto per sopperire alla mancanza.
Ne consegue che, da luglio scorso, tutte le riunioni della commissione invalidità, stante l’assenza di uno dei membri previsti dalle norme, sono illegittime.

E ciò è assolutamente inammissibile, vista l’importanza rivestita da tale organo, chiamato a giudicare sulla sussistenza e sulla percentuale di invalidità da riconoscere a chi ne faccia richiesta. Pertanto, chiediamo, da un lato, che si provveda a dichiarare nulle tutte le deliberazioni della commissione adottate in mancanza dei requisiti costitutivi; dall’altro, che il commissario provinciale ANMIC, nonché consigliere regionale Filomena Calenda, si prodighi a designarne tempestivamente il rappresentante, affinché, anche considerata la delicatezza della materia in questione, non si pregiudichi ulteriormente il diritto dei cittadini al riconoscimento delle proprie spettanze in tema di invalidità civile”.

Commenti Facebook