domenica, Maggio 26, 2019
Home Blog

Polizia di Stato – Isernia: Campagna europea di sicurezza stradale “Truck e Bus”

La Sezione di Polizia Stradale di Isernia, ed il dipendente Distaccamento di Agnone, hanno preso parte alla campagna europea denominata “Truck and Bus”, disposta nell’ambito del Network Europeo delle Polizie Stradali “TISPOL”.

TISPOL è una rete di cooperazione tra le Polizie Stradali, nata nel 1996 sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale oggi aderiscono tutti i Paesi membri dell’Unione tranne la Grecia e la Slovacchia, oltre alla Svizzera, la Serbia, la Turchia e la Georgia.

L’Italia è rappresentata dal Servizio Polizia Stradale del Ministero dell’Interno, che dall’ottobre del 2016 sino ad aprile 2019, ha avuto la presidenza di gruppo.

L’Organizzazione sviluppa una cooperazione operativa tra le Polizie Stradali europee, con l’obiettivo di ridurre il numero di vittime della strada e degli incidenti stradali, in adesione al Piano d’Azione Europeo 2011-2020. Tale attività si sviluppa attraverso operazioni internazionali congiunte di contrasto delle violazioni e campagne “tematiche” in tutto il Continente, all’interno di specifiche aree strategiche.

L’obiettivo ultimo è quello di elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, anche attraverso campagne di comunicazione e operazioni congiunte i cui risultati vengono poi monitorati dal Gruppo Operativo TISPOL.

Lo scopo della campagna “Truck and Bus”, programmata nel periodo dal 13 al 19 maggio 2019, è stata quella di operare un’intensificazione dei controlli effettuati dalle Polizie Stradali di tutta Europa, dei mezzi pesanti  adibiti al trasporto di merci, degli autobus e dei veicoli destinati al trasporto di merci pericolose, sia d’immatricolazione nazionale, sia straniera.

Durante le giornate di controlli gli agenti della Polizia Stradale hanno proceduto alla verifica dello stato psicofisico dei conducenti, il rispetto dei limiti di velocità, dei tempi di guida e di riposo, della normativa “ADR” sul trasporto delle merci pericolose e tutte le altre prescrizioni sull’autotrasporto previste dalla normativa nazionale e comunitaria.

Quest’azione combinata a livello europeo ha la finalità di sviluppare la coscienza e la consapevolezza da parte di tutti i conducenti e utenti della strada che, nello stesso momento, tutte le forze di Polizia Stradale dell’Unione Europea stanno operando con le medesime modalità, strumenti omogenei e un obiettivo comune. A tal fine la Polizia Stradale ha predisposto, sull’intero territorio nazionale, in particolar modo sulle arterie autostradali e di grande comunicazione nazionale, per tutto il periodo in questione e sulle ventiquattrore, l’effettuazione di mirati controlli ai mezzi pesanti adibiti al trasporto di merci, e degli autobus.

In tale ottica anche la Sezione di Polizia Stradale di Isernia ha organizzato specifici e mirati servizi di controllo su tutte le principali arterie della provincia Pentra, con l’impiego di oltre 30 pattuglie automontate e motomontate articolate sulle 24 ore, appartenenti sia alla Sezione stessa, sia al dipendente Distaccamento di Agnone.

In totale sono stati oltre un centinaio i veicoli controllati, fra cui anche autobus e veicoli per il trasporto merci nazionali, europei ed extraeuropei. Fra i controlli agli autobus particolare attenzione è stata rivolta a quelli utilizzati per il turismo scolastico, il cui controllo è affidato ormai da diversi anni a questa specialità della Polizia di Stato, in via prevalente, sulla base di specifici accordi fra il MIUR ed il Dipartimento della P.S., in virtù dell’elevata specifica preparazione professionale del suo personale. 

Le infrazioni rilevate, nel totale, sono state poco più di 30 fra cui spiccano, per pericolosità, diverse comminate per il superamento dei limiti di velocità da parte dei mezzi. Infine, si segnala il sequestro amministrativo di un veicolo adibito a carro attrezzi, per la violazione della normativa sul trasporto delle merci.

Commenti Facebook

Venafro/ Prima edizione del Premio Mario Lepore

Domenica 26 maggio, la Fondazione Mario Lepore, in collaborazione con l’Ente Parco regionale dell’Olivo di Venafro, organizza la prima edizione del Premio Mario Lepore, destinato a persone meritevoli della nostra città che si siano contraddistinte per particolari attività sociali.


Sarà svelato, durante il convegno organizzato per l’occasione, il nome del vincitore, cui verrà consegnato un medaglione d’argento, raffigurante le “4 cannelle”, ed un assegno di 1.000 €, come da volontà testamentaria e segno tangibile d’amore verso la sua città di Mario Lepore.
La consegna del Premio da parte del Prof. Ferdinando Alterio, sarà preceduta dalla presentazione della Fondazione a cura dell’Avv. Gianluca Giammatteo e del Dott. Alessandro Capone.

Successivamente, si svilupperà un convegno di spessore che lega l’evento alla recente riedizione de “La Passione”: DOPO LA PASSIONE VIVENTE DI VENAFRO…I LUOGHI DELLA PASSIONE A GERUSALEMME. Primo intervento del Prof. Giovanni Gianfrate, storico dell’olivicoltura mediterranea (Associazione Coltiviamo La Pace, Firenze), autore di diversi progetti in favore dell’olivicoltura in Terra Santa; Gianfrate ha coinvolto negli anni scorsi, in accordo con la Custodia di Terrasanta, Enti di ricerca italiani e Università che hanno finalmente svelato l’età degli Olivi millenari del Getsemani, tutti poi intervenuti a Venolea 2013, in un convegno organizzato dall’allora nascente Parco dell’Olivo.


Per ricordare degnamente Mario Lepore, non poteva mancare un giornalista di grande spessore e cultura come Graziano Motta, decano della RAI, di Radio Vaticana e corrispondente per trent’anni da Gerusalemme. Un’ interessante e colta disquisizione su “Gerusalemme, l’incompresa” guiderà l’intervento conclusivo del convegno.

Non mancherà la testimonianza di Marco Peruzzi, tecnico agrario di Vinci, che ha curato gli olivi millenari di Gerusalemme, mentre sarà esposta nella sala attigua alla sala del convegno una mostra su questi olivi di Claudia Giraldi.
Moderatore dell’evento sarà Emilio Pesino, Presidente della Fondazione.

Commenti Facebook

Auguri/ Amalia De Angelis compie 100 anni

“Non sono gli anni che contano nella vita, è la vita che metti in quegli anni!” Questa celebre citazione di Abraham Lincoln è il titolo del divertente pomeriggio all’insegna di clown terapia, organizzato martedì 28 maggio alle ore 16, presso la Residenza Sanitaria Assistenziale di Larino, per festeggiare la neo centenaria Amalia De Angelis, ospite della struttura, partner dell’iniziativa l’associazione Sorridere Sempre onlus.
“Abbiamo scelto questa frase di Abramo Lincoln, come tema del compleanno della signora Amalia, perché è una persona deliziosa e gentile che ha sempre avuto e speriamo ne abbia ancora per il futuro, uno spirito di Socialità, Fraternità ed Altruismo veramente encomiabile” dicono dalla RSA “Festeggiamo i suoi 100 anni tra sketch, musica, un po’ di magia e con l’allegria che ci regaleranno i missionari del sorriso: i volontari dell’associazione Sorridere Sempre onlus” concludono dalla RSA.
“Madre affettuosa sempre dedita alla famiglia ed al lavoro… anche quando questo la costringeva a stare fuori casa per tutto il giorno…Ospitalita’ e cordialità sono le sue caratteristiche innate, quando si tratta di invitare qualcuno nella propria casa. Era sempre pronta a preparare pranzi per molte persone senza mai lamentarsi, per tenere riunita la famiglia ed amici” Così descrive Amalia sua figlia Luisa, quest’ultima autrice silenziosa di questa bella sorpresa per la sua mamma.
Tutto è pronto per festeggiare il 100° compleanno di Amalia De Angelis la festa può iniziare!

Commenti Facebook

Terminus Visione/ La video ricetta: rigatoni con granella di noci, robiola e radicchio (video)

Il nostro esperto Stefano Manocchio ci illustra la ricetta della settimana: rigatoni con granella di noci, robiola e radicchio

video

Per continuare a seguire i nostri aggiornamenti iscrivetevi al canale YouTube Terminus Visione

Commenti Facebook

Gam, richiesta di ulteriori 6 mesi di cassa integrazione. Mazzuto convoca tavolo tecnico

Lunedì 29 maggio alle ore 11.00 presso la sala “Il Parlamentino” di via 24 maggio n.130 a Campobasso, l’assessore Luigi Mazzuto ha convocato il tavolo tecnico sindacati azienda G.A.M e la struttura regionale competente per procedere all’esame congiunto propedeutico per la richiesta al ministero di ulteriori 6 mesi di cassa integrazione. Tale azione era legata al riconoscimento dei fondi per le aree di crisi complessa, art.1 comma 251 della legge finanziaria 2019.

Commenti Facebook

Centro Sportivo Esercito/selezione di 38 volontari in ferma prefissata quadriennale in qualità di atleta

Il Ministero della Difesa ha aperto un concorso per l’accesso al Centro sportivo dell’Esercito di 38 volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP 4) in qualità di atleta per diverse discipline/specialità sportive. La selezione delle nuove risorse avverrà tramite valutazione dei titoli e l’inserimento tramite due immissioni, la prima nel mese di giugno, la seconda nel mese di settembre 2019.

Suddivisione dei posti: i 38 posti sono suddivisi in base a immissione e discipline / specialità.

1) 18 posti nella 1ª immissione, ripartiti nelle seguenti discipline/specialità:

Nuoto:
1 atleta di sesso femminile nella specialità 50m/100m dorso – 50/100m farfalla
1 atleta di sesso maschile nella specialità 400m misti
1 atleta di sesso maschile nella specialità 200m farfalla
1 atleta di sesso maschile nella specialità 100m stile libero
1 atleta di sesso maschile nella specialità 50m/100m rana
Scherma:
1 atleta di sesso maschile nella specialità fioretto
Karate:
1 atleta di sesso maschile nella categoria 84 kg
Pesistica:
1 atleta di sesso femminile nella categoria 48 kg
1 atleta di sesso femminile nella categoria 53 kg/58 kg
1 atleta di sesso maschile nella categoria 56 kg
1 atleta di sesso maschile nella categoria 62 kg
Taekwondo:
1 atleta di sesso femminile nella categoria 46 kg
1 atleta di sesso maschile nella categoria 54 kg
1 atleta di sesso maschile nella categoria 63 kg
Badminton:
1 atleta di sesso maschile nella specialità singolo/doppio
Tennistavolo:
1 atleta di sesso femminile nella specialità singolo/doppio/doppio misto
Sport equestri:
1 atleta di sesso maschile nella specialità salto ostacoli
Arrampicata sportiva:
1 atleta di sesso femminile

2) 20 posti nella 2ª immissione, ripartiti nelle seguenti discipline/specialità:

Atletica leggera:
1 atleta di sesso maschile nella specialità marcia 50 km
1 atleta di sesso maschile nella specialità mezzo fondo/fondo/cross
Nuoto:
1 atleta di sesso maschile nella specialità 50m/100m/staffetta 4x100m stile libero
Scherma:
1 atleta di sesso femminile nella specialità fioretto
1 atleta di sesso maschile nella specialità fioretto
Pentathlon militare:
1 atleta di sesso maschile
Sci alpino:
2 atlete di sesso femminile
1 atleta di sesso maschile
Sci di fondo:
1 atleta di sesso femminile
2 atleti di sesso maschile
Biathlon:
1 atleta di sesso femminile
2 atleti di sesso maschile
Slittino:
1 atleta di sesso femminile nella specialità pista artificiale singolo
Snowboard:
1 atleta di sesso femminile nella specialità snowboard alpino
2 atleti di sesso maschile nella specialità snowboard cross
Skeleton:
1 atleta di sesso maschile

requisiti
Possono partecipare al concorso i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

-cittadinanza italiana;
-godimento dei diritti civili e politici;
-età compresa tra i 17 e i 35 anni;
-se minorenni, avere il consenso dei genitori o di chi ne fa le veci;
-diploma di istruzione secondaria di primo grado;
-non essere stati condannati per delitti non colposi;
-non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una pubblica amministrazione;
-non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
-aver tenuto condotta incensurabile;
-non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
-idoneità psico-fisica e attitudinale;
-esito negativo agli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool e per l’uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze stupefacenti e per l’utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico;
-non essere obiettore di coscienza.

Domanda e scadenza
La scadenza per l’invio delle domande è fissata per il giorno 3 giugno 2019, per la prima immissione.

Le domande per la seconda immissione potranno invece essere presentate dal 18 giugno all’8 luglio 2019.

BANDO

Commenti Facebook

Presentazione del libro “Europa alla deriva. Una via d’uscita tra establishment e sovranismi” di Marco Bersani

Il 29 Maggio tornerà a trovarci Marco Bersani, fondatore di Attac Italia, socio fondatore di Cadtm Italia e tra i promotori del Forum italiano dei movimenti per l’acqua, per parlare di Europa, della sua crisi, della trappola del debito in cui è ingabbiata.
Dell’Europa che, ispirata alla sua nascita da valori di apertura e integrazione culturale, oggi assiste alla sua stessa deriva tanto economica quanto sociale: dopo due decenni di politica governata dalle leggi di mercato dei capitali, oggi l’Italia è al terzo posto dopo la Grecia e la Spagna, la più povera e con un maggiore tasso di disoccupazione
L’Europa, per la quale ci troveremo in cabina elettorale il prossimo 26 maggio, così come le nazioni che la compongono, sono ormai considerate, dalle varie e contrastanti forze politiche, solo lo spazio da contendersi per continuare ad esercitare il potere delle decisioni politiche dettato dagli indici di Borsa del giorno successivo, senza mai mettere in discussione i valori guida del governo europeo e la struttura stessa delle logiche liberiste che lo insinuano. Un’ Europa ormai diventata solo territorio di scontro tra i sostenitori della parità di bilancio e i nuovi sovranisti, nazionalisti e populisti.
“L’Europa alla deriva”, il nuovo libro che l’autore ci racconterà, ripercorre le tappe fondamentali della storia dell’Unione Europea, attraversa l’odierna crisi, pone importanti riflessioni sulla storia dei nostri paesi vicini di cui dovremmo fare tesoro e prospetta per il futuro una nuova via possibile che, citando alcune frasi del libro, è così descritta :”creare una nuova casa europea che ponga la cura di sé, degli altri, dei beni comuni e dell’ambiente come attività fondamentali dell’economia, in cui denaro e finanza vengano riallocate solo ad un ruolo strumentale della costruzione di una nuova Europa.
Tale processo è possibile solo dal basso, attraverso forti mobilitazioni dei movimenti sociali, che sappiano porre le questioni della democrazia sostanziale e dell”autogoverno dei beni comuni e della ricchezza sociale come fulcro di un nuovo disegno di società”.
Ed è così che la nuova Europa si costruisce da noi stessi, dai nostri quartieri, dai nostri spazi sociali e politici, dai nostri municipi, in cui è necessario riportare i valori che hanno ispirato la nascita della UE: libertà di scambio e movimento, integrazione, solidarietà.
Ognuno di noi, che andrà o no a votare per il Parlamento Europeo, oggi è chiamato ad assumersi quella grande responsabilità di difendere i propri diritti dalla sempre maggiore espropriazione di democrazia che le logiche di mercato hanno portato negli ultimi venti anni.
Audit Civico Termoli

Commenti Facebook

Messaggio del Presidente del Consiglio regionale per la Giornata del Sollievo

In occasione della Giornata del Sollievo, istituita con direttiva emanata nel 2001 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri allo scopo di “promuovere e testimoniare, attraverso idonea informazione e tramite iniziative di sensibilizzazione e solidarietà, la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale in favore di tutti coloro che stanno ultimando il loro percorso vitale, non potendo più giovarsi di cure destinate alla guarigione”, il Presidente del Consiglio regionale, Salvatore Micone, ha dichiarato: “La lotta al dolore, in ogni istante della vita, dal concepimento all’ultimo attimo del percorso terreno di ogni essere umano, rappresenta una battaglia di civiltà umana, culturale, scientifica e sociale. Tutti sono a vario modo e forma impegnati in questo conflitto per molti versi “epico”: il mondo scientifico, che deve fornire farmaci e terapie sempre più incisive; gli operatori della sanità che devono essere capaci di utilizzare al meglio quando la scienza mette loro a disposizione non mancando di donare ad ogni paziente parte della propria umanità; le istituzioni politiche e operative che devono strutture organizzazioni adeguate per prestare le necessarie cure e assicurare la dignità di ogni sofferente; i familiari dei degenti che devono essere messi nelle condizioni psicologiche e operative di poter accompagnare in questo difficile percorso i propri cari; infine tutta la società che deve sentirsi solidale con ogni ammalato riconoscendolo parte sostanziale della famiglia delle famiglie che è la comunità locale, ma anche quella regionale e più in grande quella nazionale. La lotta al dolore, e la garanzia della dignità per ogni malato, particolarmente per quelli che stanno ultimando il percorso vitale, per le sue molteplici implicazioni, costituisce, infatti, un impegno etico di tutta la comunità. Certo i problemi sono tanti, le poche risorse economiche, la complessità di strutturare una buona organizzazione sanitaria, le particolari condizioni emotive e cliniche dei singoli malati, la solitudine che alcuni di questi sente nel tunnel della sofferenza, non possono e non devono scoraggiare nessuno, anzi debbono servire da sprone per non fermarsi o addirittura indietreggiare, ma per riprendere il cammino con nuovo e rinvigorito entusiasmo. Ogni paziente, soprattutto il più fragile perché dilaniato dalla gravità della malattia, deve avere dal sistema sanitario, ma come dicevo da tutta la società, il sostegno delle cure più moderne e sofisticate per contrastare il dolore che lo affligge, ma deve aver garantito anche e soprattutto il supporto affettivo, emotivo e solidale. Ogni giorno in questa nostra regione, nonostante le tante difficoltà a cui accennavo, centinaia di medici, infermieri, operatori sanitari e sociali, volontari e soprattutto tanti genitori, figli fratelli e coniugi, donano tutto senza risparmio il loro impegno e la più sincera dedizione a bambini, giovani, anziani, padri e madri di famiglia che percorrono gli ultimi metri della vita terrena, cercando di sorreggere il loro cammino e non farli arrivare soli all’appuntamento che li attende. A loro va il grazie di tutto il Consiglio regionale che in questo giorno ribadisce, mio tramite, l’impegno a fare la propria parte perché in questo nostro Molise, e in ogni suo piccolo centro, la dignità della vita sia garantita a tutti e a ciascuno”.

Commenti Facebook

A Campobasso e Termoli: Banco per l’infanzia per i bimbi in difficoltà – Ellen Hidding testimonial

Pannolini, salviettine, biberon, tutine: sono solo alcuni dei prodotti di prima necessità che ciascuno di noi può donare per aiutare i bambini in difficoltà della propria città o quartiere.

Farlo è possibile grazie a Fondazione Mission Bambini e alla sua iniziativa “Banco per l’infanzia” giunta quest’anno alla sesta edizione e che sarà attiva in tutta Italia sabato 25 e domenica 26 maggio 2019.

Per questi due giorni in 150 punti vendita Prénatal e Bimbostore di tutta Italia si potranno acquistare prodotti per l’infanzia e consegnarli ai volontari della Fondazione presenti in negozio. L’iniziativa si svolgerà anche nel negozio Prénatal di Campobasso (corso Giuseppe Mazzini, 85/91) e Termoli (via Corsica SNC ang. via Egadi).

I beni raccolti saranno poi distribuiti a oltre 130 enti tra case di accoglienza per bambini, nidi e spazi gioco preventivamente selezionati da Mission Bambini. In questo verrà tenuto conto del criterio della prossimità territoriale rispetto al punto di raccolta: per questo partecipare al “Banco per l’infanzia” significa offrire un aiuto concreto a quei bambini che vivono a poca distanza e che non hanno a disposizione il necessario per una crescita sana e serena.

Anche per questa edizione Mission Bambini può contare sul supporto della conduttrice televisiva Ellen Hidding, che ha prestatola propria immagine per la campagna di comunicazione.

L’elenco completo dei punti vendita che aderiscono all’iniziativa è disponibile su missionbambini.org. Per seguire tutti i progetti di Mission Bambini a sostegno dell’infanzia in difficoltà in Italia: #fattiGRANDE.

Mission Bambini ringrazia Prénatal e Bimbostore per la disponibilità ad ospitare nei propri punti vendita il “Banco per l’infanzia” e per la donazione fatta a sostegno dell’iniziativa. Ringrazia inoltre i marchi Chicco, Plasmon, Mellin, Natura Nuova, Hipp e Humana che hanno collaborato all’edizione di quest’anno.

Fondazione Mission Bambini
Mission Bambini è una Fondazione italiana nata nel 2000 per dare un aiuto concreto ai bambini poveri, ammalati, senza istruzione o che hanno subìto violenze fisiche o morali. La Fondazione è una ONLUS riconosciuta dalla legge e interviene in Italia negli ambiti Educazione 0-6 anni ed Educazione e lavoro, all’estero negli ambiti Salute ed Educazione.
In diciannove anni di attività, Mission Bambini ha sostenuto 1.400.000 bambini finanziando oltre 1.600 progetti di aiuto in 75 Paesi. Il Bilancio della Fondazione è pubblico e certificato. Sede: via Ronchi 17, 20134 Milano. Tel. 02 2100241, [email protected] , missionbambini.org .

Commenti Facebook

RC moto più cara: assicurare le due ruote costa soprattutto al Sud

Spostarsi in sella alle due ruote conviene soprattutto ai motociclisti del Nord. Al Sud invece i prezzi delle polizze assicurative s’impennano. Perciò i centauri sono sempre più a caccia di sconti sull’Rc moto. L’ultimo studio di SosTariffe.it ne ha analizzato i prezzi (garanzia assicurativa base e garanzie accessorie) e come sono cambiati rispetto allo scorso anno

Sfrecciare a bordo del proprio bolide a due ruote. Un piacere che diventa sempre più proibitivo, in particolare per chi vive nelle regioni meridionali della penisola. Salgono infatti i prezzi dell’RC moto: assicurare le due ruote nel 2019 nel nostro paese costa il 6% in più rispetto allo scorso anno.

A pagare le polizze più care soni i motociclisti del Sud: peggio di tutti Campania, Calabria e Puglia. Mentre invece risparmiano i centauri di Trentino Alto Adige, Friuli e Piemonte, dove assicurare il proprio veicolo costa meno del resto d’Italia. A rivelarlo è l’ultimo osservatorio SosTariffe.it che analizzato l’evoluzione delle quotazioni RC moto negli ultimi sei mesi, ponendola a confronto con lo stesso periodo dello scorso anno.

Boom di richieste quotazioni: la Campania è la regione più attenta al risparmio sull’Rc moto

L’indagine è stata condotta a maggio 2019 grazie al comparatore per assicurazione moto di SosTariffe.it. Lo studio ha valutato le richieste di quotazioni RC moto base pervenute al comparatore negli ultimi sei mesi (cioè da novembre del 2018 ad aprile del 2019) e le ha poste a confronto con le richieste dello stesso semestre dello scorso anno (novembre 2017 -aprile 2018).

Passando ai raggi X l’uso del comparatore da parte dei motociclisti italiani emerge che la regione che ha richiesto più preventivi nell’ultimo anno rispetto al precedente è la Puglia (+ 42,88%), seguita dalla Liguria (+ 28,33%) e dalla Calabria (+22,45%).

I motociclisti meno interessati al confronto tariffe provengono invece dalle regioni Valle d’Aosta (- 42,11%), Trentino Alto Adige (-26,59%) e Sardegna (-24,18%) che talvolta sono anche quelle con le polizze assicurative più convenienti.

Lombardia, Lazio e Campania erano le regioni più motivate alla comparazione dei preventivi per RC moto base nel 2018. Il terzetto si conferma nel 2019, ma questa volta conquista il podio la Campania, la quale, complice la super impennata dei prezzi, si conferma la regione più attenta a risparmiare sulla RC moto negli ultimi sei mesi.

Rc moto, prezzi alle stelle al Sud: maglia nera per Campania, Calabria e Puglia

Assicurare le due ruote è un vero salasso soprattutto per i motociclisti del Sud. Le polizze più care si pagano in Campania, Calabria e Puglia.

I campani sono in testa. Già lo scorso anno (nel periodo novembre 2017- aprile 2018) la Campania svettava rispetto alle altre regioni d’Italia per i prezzi medi dell’RC Moto base, che si aggirava intorno ai 1154 euro. Un trend confermato anche quest’anno, visto che la polizza media ora si attesta sui 1290 euro (circa l’11,83% in più).

Al secondo posto per onerosità delle polizze troviamo la Calabria dove assicurare una moto costa 1020 euro l’anno, mentre l’anno scorso costava 953 euro (qui i prezzi sono saliti del 7,08%). Mentre al terzo posto tra i motociclisti costretti a sborsare le cifre maggiori per assicurare il proprio veicolo troviamo la Puglia. Qui la polizza media quest’anno si paga 996 euro, mentre lo scorso anno ne bastavano 928 (i prezzi sono saliti del 7,33%).

Assicurare la moto costa meno in Umbria che diventa la regione con i preventivi più economici

Di contro i prezzi RC moto più bassi quest’anno si registrano in Umbria, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. Conviene più di tutti circolare in moto ai centauri in Umbria. In questa regione il prezzo medio della polizza quest’anno si attesta intorno ai 347 euro (in calo del 15,7% rispetto allo scorso anno, quando ne servivano 412 euro).

Pagano solo qualche euro in più i “colleghi” motociclisti del Trentino Alto Adige, circa 392 euro. All’ombra delle montagne trentine, dove nel 2018 il costo RC Moto medio era pari a 403 euro circa, quest’anno si registrano prezzi scesi del 2,69%, diventando una delle regioni dove si paga meno per assicurare le due ruote.

Al terzo posto sul podio della convenienza si distingue il Friuli Venezia Giulia, con una polizza media di 396 euro l’anno. Questa regione perde il primato di regione con i preventivi RC moto più economici conquistata nel 2018 (quando assicurare la moto costava 364 euro), in quanto quest’anno i prezzi sono di poco saliti (del 8,72%).

Al di là del prezzo medio della polizza, le regioni che più hanno risentito dei rincari sono Molise, Lombardia, Campania, ed Emilia Romagna. Mentre quelle che hanno visto i prezzi medi calare più rapidamente nel corso dell’ultimo anno sono: Umbria (-15, 69%), Valle d’Aosta (-10,45%) e Trentino Alto Adige (- 2,69%).

Polizze accessorie: s’impenna il prezzo della Kasko collisioni

Le voci facoltative che servono ad arricchire la copertura garantita dalla polizza, quest’anno sono quasi tutte meno richieste, ma più convenienti per chi le include nel proprio pacchetto assicurativo.

Unica eccezione la Kasko collisioni, la garanzia che copre i danni arrecati al motociclo durante la circolazione (più gettonata rispetto allo scorso anno dell’8,70%), il cui il prezzo è salito (del 11,41%) balzando dai 153,03 euro dell’anno scorso ai 170,49 euro di quest’anno.

Per il resto i costi delle garanzie aggiuntive sono tutti in discesa. L’assistenza stradale ad esempio, nell’ultimo anno ha subito un netto calo di richieste, che si sono dimezzate (-50,92%). Anche il prezzo della garanzia accessoria per il soccorso stradale è calato (-13,79%) e mentre lo scorso anno aveva un costo medio di 17,62 euro, quest’anno si aggira sui 15,19 euro.

I motociclisti sembrano voler fare a meno anche della tutela legale, utile ad esempio in caso di sinistro o nell’eventualità in cui si debba affrontare un processo civile o penale a seguito di un incidente. Quest’anno l’hanno aggiunta alla propria polizza parecchi conducenti in meno (-33,95 %). Pertanto anche il suo costo medio è calato (del 6,29%): se lo scorso anno includerla nell’assicurazione costava circa 13,84 euro, quest’anno ne bastano 12, 97 euro.

Gli infortuni del conducente sono invece più richiesti rispetto allo scorso anno (più 3,03%) ma il loro costo è comunque diminuito del 10,99%, e se nel 2018 in media la copertura infortuni costava circa 51,31 euro in più nella polizza, quest’anno costa ‘solo’ 45,67 euro.

Per scoprire la Rc moto più conveniente per il nostro modello di veicolo, possiamo consultare il comparatore di SosTariffe.it, grazie al quale sono stati rilevati i dati del presente studio https://www.sostariffe.it/assicurazioni/moto.

Inoltre grazie all’App di SosTariffe.it è possibile, oltre che individuare la polizza migliore per la propria moto, anche ottenere memo per ricordare la scadenza dell’assicurazione, della revisione e del bollo: https://www.sostariffe.it/app/

Commenti Facebook

TEMPO LIBERATO

Terminus Visione/ La video ricetta: rigatoni con granella di noci, robiola e radicchio (video)

Il nostro esperto Stefano Manocchio ci illustra la ricetta della settimana: rigatoni con granella di noci, robiola e radicchio

Il film della settimana/ White rabbit di D. Wein (Usa)

di Pietro Colagiovanni* Daryl Wein è un giovane regista e...

Weekend meteo che peggiora di nuovo. Estate lontana

da www.meteoinmolise.com ANALISI: l’anticiclone fatica ad imporsi con decisione sull’Italia, dove il tempo si mantiene ancora incerto per via di...

CAMPOBASSO

A Campobasso e Termoli: Banco per l’infanzia per i bimbi in difficoltà – Ellen...

Pannolini, salviettine, biberon, tutine: sono solo alcuni dei prodotti di prima necessità che ciascuno di noi può donare per aiutare i bambini in difficoltà...

Solidarietà/ Cittadinanzattiva Molise e Antigone uniti per l’inclusione sociale

E’ stato firmato il protocollo d’intesa tra Cittadinanzattiva Molise e Antigone, che sancisce l’impegno e la collaborazione al fine di rafforzare la...

Concorso per orchestre “Seamphony”, primo premio assoluto all’Orchestra della scuola Colozza

L’Orchestra dei ragazzi dell’Istituto Comprensivo Colozza di Campobasso si è distinta ancora una volta ottenendo la vittoria del PRIMO PREMIO ASSOLUTO CON...

ISERNIA

Polizia di Stato – Isernia: Campagna europea di sicurezza stradale “Truck e Bus”

La Sezione di Polizia Stradale di Isernia, ed il dipendente Distaccamento di Agnone, hanno preso parte alla campagna europea denominata “Truck and Bus”, disposta nell’ambito...

Venafro/ Prima edizione del Premio Mario Lepore

Domenica 26 maggio, la Fondazione Mario Lepore, in collaborazione con l’Ente Parco regionale dell’Olivo di Venafro, organizza la prima edizione del Premio...
comune di isernia

Sindacale/ Il Sindaco del Comune di Isernia ha sospeso la determina ‘contestata’

Dalla Cisl FP Abruzzo e Molise Sospensione della Determina Dirigenziale n. 49 del 20.05.2019. I dipendenti del...

TERMOLI

Auguri/ Amalia De Angelis compie 100 anni

“Non sono gli anni che contano nella vita, è la vita che metti in quegli anni!” Questa celebre citazione di Abraham...

Presentazione del libro “Europa alla deriva. Una via d’uscita tra establishment e sovranismi” di...

Il 29 Maggio tornerà a trovarci Marco Bersani, fondatore di Attac Italia, socio fondatore di Cadtm Italia e tra i promotori del...

Debate: concluso il percorso innovativo all’Istituto Alfano di Termoli

i è svolta mercoledì 22 maggio 2019 presso l’Aula Magna del Liceo classico la giornata finale del percorso didattico innovativo dell’I.I.S.S. Alfano...

EDITORIALI

Il caso/ Le finte crisi e il balletto dei politici

Commentare gli ultimi eventi politici molisani non è facile, soprattutto nel tentativo di dare una 'ratio' allo sviluppo di situazioni che un...

Molise, la regione ‘verde’ distrutta dalla politica

E' un quadro impietoso quello che emerge dall'ultima statistica sulla qualità della vita, redatta dal quotidiano economico 'Il Sole 24 Ore'. Il...

Molise, cervelli in fuga, resta il deserto

Ci sono statistiche che per un giornalista è difficile commentare senza farsi condizionare, anche negativamente; così apprendere quello che si sapeva, o almeno sospettava,...
WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux