lunedì, Maggio 16, 2022
Home Blog

L’occhio che uccide/ Il Molise combatte il covid in modo naturale

Si tratta di una vera e propria strategia, non di un fenomeno episodico. Il Molise si sta distinguendo per un approccio innovativo alla pandemia, tutto basato sulla flora e sulla fauna locale. Superata l’idea che il virus si combatta solo con politiche sanitarie ( in un ospedale ci si sta se si è ammalati, se non si è ammalati è logico che lo si debba diventare) la nostra regione si è avviata su un sentiero solitario ma promettente.

La testimonianza di tutto questo sono le ordinanze del presidente della Regione, Donato Toma che hanno costellato il periodo pandemico. Si è partiti con il taglio della legna e con i lavori nei campi, si è passati alla raccolta del tartufo per poi arrivare alla caccia al cinghiale e, ultimo e prezioso tassello del progetto, il divieto di ammazzare il maiale. La mossa a sorpresa ha creato un grande scompiglio nel mondo animale.

In particolare i cinghiali lamentano una grave violazione costituzionale con una evidente disparità di trattamento. Loro, abituati ad essere predatori diventano carne da cannone mentre i loro cugini, anziché trasformarsi in cotechini, salsicce e soppressate vengono salvati e amnistiati La motivazione ufficiale, secondo i cinghiali, non regge. Se è vero che l’uccisione del maiale di solito si accompagna a feste e assembramenti bastava vietare le feste e gli assembramenti. Quindi, concludono i cinghiali, c’è una evidente volontà politica di cambiare le gerarchie secolari nel mondo dei suini.

Ma non sono solo i cinghiali a protestare. Vitelli, agnelli e capretti stanno pensando ad una grande manifestazione davanti la sede della Giunta regionale. Anche noi ci immoliamo per feste, pranzi e barbecue ma nessuno ci ha mai graziato. In particolare agnelli e capretti chiedono, con l’avvicinarsi della Pasqua e della Pasquetta al presidente Toma di risparmiare la solita, tragica ecatombe. Il Presidente, però, tira dritto per la sua strada. Anzi è intenzionato a rilanciare.

Sono allo studio nuove e più incisive ordinanze. Dal divieto di preparare, cucinare e consumare il brodo di pollo (un tentativo forse di ingraziarsi il mondo dei volatili) alla raccolta in sicurezza dei mughetti e della margherite da campo. In agenda anche una ordinanza per vietare la produzione, distribuzione e vendita di prodotti alimentari che ingenerano confusione con i rappresentanti delle istituzioni locali (toma e tomini principalmente ma potrebbe essere interessato anche il Presidente della Provincia di Isernia Ricci).Il tutto da far confluire in un unico grande quadro riepilogativo.

Il Presidente, infatti, pensa di mettere in musica, con la sua preziosa chitarra, questa mole originale di produzione giuridica e realizzare così un Cd da regalare al popolo molisano. Un Cd da utilizzare in sicurezza, per rilassarsi quando si è da soli e sconfiggere così, con la natura, il pericolo pandemico. Cioè quando si va in bagno.

Aigor

Potete ascoltare la rubrica del nostro Aigor anche nel corso del telegiornale di Trsp, ogni martedì sui canali 15 per il Molise e 17 per l’Abruzzo

Commenti Facebook

Spagna/ Isola di Maiorca: ex-calciatore olandese si tuffa dalla scogliera, ma sbaglia traiettoria e muore

Un gesto sbagliato, anche imprudente e si è consumata la tragedia, con la morte di un giovane uomo.

Un 31enne, ex calciatore professionista, che aveva giocato per la società olandese Vitesse, era in vacanza con la famiglia sull’Isla di Maiorca, in Spagna, quando ha tentato il pericoloso tuffo finito in dramma.

L’uomo voleva fare un salto di oltre trenta metri ma forse non ha calcolato bene la distanza dalle rocce e ha trovato la morte orribile.

La tragica scena si è consumata sotto gli occhi sconvolti di moglie e figli che stavano filmando il salto con un cellulare da una barca ancorata proprio di fronte alla scogliera.

Foto di repertorio

Commenti Facebook

Cronaca nazionale/ Grave incidente stradale: muore un 40enne, tre i ferirti

FOTO DI REPERTORIO

Tragico incidente stradale, purtroppo si registra anche una vittima. Una persona è morta e altre tre sono rimaste ferite nel sinistro accaduto a Ceregnano, in provincia di Rovigo.

La vittima è un 40enne di Rovigo.

Malgrado i soccorsi, per il giovane conducente non c’è stato nulla da fare.

Foto di repertorio

Commenti Facebook

Cronaca nazionale/ Trovato morto in casa un giovane di 27anni

FOTO DI REPERTORIO

Una morte per il momento avvolta nel mistero. Il cadavere di un giovane di 27 anni è stato rinvenuto dalla compagna a Udine.

Dai primi rilievi sembra che sul corpo siano state trovate diverse ferite da taglio.

Sul posto si è recata la polizia per gli accertamenti del caso.  

La notizia su il Gazzettino.it.

Commenti Facebook

Soggetto socialmente pericoloso, espulso cittadino albanese residente a Portocannone

La Questura di Campobasso

L’ Ufficio Immigrazione della Questura di Campobasso continua nella  sua attività di contrasto all’immigrazione clandestina e negli ultimi mesi è stato impegnato nel monitoraggio di stranieri comunitari ed extracomunitari ritenuti socialmente pericolosi.

Nell’ambito di questi mirati accertamenti tendenti ad individuare soggetti che, per condotta di vita e frequentazioni, possano rientrare nella sfera di “soggetti pericolosi”,si è particolarmente evidenziata la figura di un cittadino albanese residente a Portocannone..

L’attività condotta sul suo conto ha infatti permesso di acclarare una non trascurabile capacità a delinquere, oltre a tipologie comportamentali sintomatiche di una reale e persistente pericolosità sociale.

Tale dato di fatto lo si è desunto, non solo dalla cronistoria dei precedenti penali, ma anche e soprattutto dalla condotta di vita assunta dallo straniero che è non solo  assuntore di sostanze stupefacenti ed assiduo frequentatore di soggetti pregiudicati della criminalità locale ma anche gravato da  numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.

Nei suoi confronti,  il Prefetto della provincia di Campobasso ha emesso un decreto di espulsione dal territorio nazionale con divieto di rientro a 5 anni ed il Giudice di Pace ha convalidato il suo accompagnamento immediato alla frontiera emesso con provvedimento del Questore di Campobasso.

Il rintraccio per la notifica di tutti gli atti allo straniero risultante irreperibile è  stato possibile grazie alla professionalità degli operatori del Commissariato di Termoli coadiuvati da personale della radiomobile dei Carabinieri di Termoli, che – dopo diverse ore di osservazione – nel tardi pomeriggio del 12 maggio scorso  lo hanno rintracciato sulle spiagge di Campomarino per poi condurlo  presso gli uffici della Questura di Campobasso.

Dopo l’udienza innanzi al Giudice di Pace e la relativa convalida ,  lo straniero è stato accompagnato al porto di Bari ed imbarcato sulla motonave diretta a Durazzo.

Nella mattinata del 14 maggio scorso  le operazioni di espulsione si sono concluse con la consegna dello straniero alla Polizia albanese.

Commenti Facebook

Le Fondazioni Cariplo e Telethon scelgono Fondazione Neuromed per un progetto di ricerca sulle malattie rare

Assegnato alla Fondazione Neuromed, con il progetto presentato dal dottor Vittorio Maglione, del Laboratorio di Neurogenetica e Malattie Rare, un finanziamento delle Fondazioni Cariplo e
Telethon. Il progetto scelto, uno dei ventiquattro selezionati in Italia tra gli oltre duecento candidati, punterà all’identificazione di geni finora sconosciuti che possano avere un ruolo nella Malattia di Huntington, una malattia genetica rara che comporta la degenerazione di aree specifiche del cervello, causando una graduale incapacità di muoversi e parlare, insieme a gravi disturbi mentali.

Grazie a questo progetto, che verrà svolto in collaborazione con il gruppo del professor Graziano Martello dell’Università di Padova, si potrà attribuire una funzione a diversi geni finora poco studiati, ampliando così le conoscenze scientifiche su questa gravissima patologia.

“Della malattia di Huntington – dice Maglione – conosciamo la mutazione genetica che la
determina, che porta alla produzione di una proteina, l’huntingtina, in una forma patologica.
L’huntingtina mutata, oltre a svolgere un’azione dannosa diretta sul sistema nervoso, può anche interferire con la funzione di molti altri geni.

La nostra ricerca punta a individuare proprio questi altri geni, la cui alterazione potrebbe
contribuire all’evoluzione della patologia. In particolare andremo a caccia di geni cosiddetti
‘Tdark’, oscuri potremmo dire, per i quali le informazioni sulla struttura e sulla funzione sono
ancora poche. Una volta individuati, l’ipotesi sarà di intervenire su modelli animali, anche con
terapia genica, per ripristinarne la funzione e valutare come la malattia ne venga positivamente
influenzata”.“La malattia di Huntington – aggiunge la dottoressa Alba Di Pardo, del Laboratorio di
Neurogenetica e Malattie Rare – è una patologia complessa. Alla sua origine genetica si
accompagnano particolari situazioni, sia dal punto di vista molecolare che clinico. Proprio per
questo l’Huntington ha bisogno di un approccio multidisciplinare, che vede il coinvolgimento di
clinici, ricercatori, genetisti e psicologi”.

Come le altre malattie rare, la sfida non è solo nei laboratori, ma anche tra la gente. “Non
dobbiamo mai dimenticare – continua Di Pardo – che le malattie rare non sono qualcosa di remoto. Ad esempio, la sola malattia di Huntington colpisce circa seimila pazienti in Italia, e quarantamila sono i soggetti a rischio. La carenza di consapevolezza tra la popolazione è una sfida che coinvolge noi ricercatori anche fuori dai laboratori, nello sforzo di avvicinare i cittadini a questa difficile realtà”.

Commenti Facebook

Il Comune di Campobasso partecipa alla campagna di comunicazione “Blocca l’odio, condividi il rispetto” della RE.A.DY

Il 17 maggio ricorre la Giornata Internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la transfobia e la bifobia, finalizzata a promuovere e coordinare eventi di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno in tutte le sue forme e in tutti i Paesi del mondo. La Giornata internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia è stata istituita dal Comitato IDAO il 17 maggio 2004, a 14 anni esatti dalla storica data del 17 maggio 1990 in cui l’omosessualità venne rimossa dalla lista delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie pubblicata dall’l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Nonostante siano passati più di trent’anni da quella storica data, però, orientamento sessuale e identità di genere sono ancora ai primi posti fra le cause di discriminazione negli spazi pubblici, sul luogo di lavoro, e persino in famiglia. 

Nel 2021 inoltre è tornato a salire l’odio contro le persone omosessuali, fenomeno diffuso in tutta Italia (dati della sesta edizione della Mappa dell’intolleranza pubblicata da Vox – Osservatorio Italia)

A partire dal 2018 la RE.A.DY, la Rete Nazionale delle Regione e degli Enti locali per prevenire e superare l’omotransfobia, fondata nel 2006 e che attualmente conta oltre 240 partner, tra cui anche il Comune di Campobasso, organizza, in occasione del 17 maggio, una iniziativa congiunta fra i partner su un tema e uno strumento votato a maggioranza nell’Incontro Annuale della rete. Gli anni appena trascorsi hanno reso ancora più evidente l’importanza che la comunicazione digitale riveste per la nostra quotidianità. Proprio per questo motivo, nell’incontro annuale 2021, la RE.A.DY ha nuovamente scelto di dedicare al contrasto ai discorsi e alle comunicazioni di odio l’iniziativa congiunta il 17 maggio 2022.

Tutti gli Enti hanno utilizzato lo stesso claim: Blocca l’odio, condividi il rispetto declinando graficamente la campagna in autonomia o utilizzando una grafica messa a disposizione da un altro Ente Partner.

La campagna quest’anno si rivolge in modo particolare ai e alle giovani e al mondo della scuola e sarà veicolata attraverso diversi canali: locandine, manifesti e condivisione dei materiali sui social; inoltre, alcuni Enti hanno realizzato i materiali della campagna proprio in collaborazione con le scuole, lanciando dei contest o promuovendo eventi dedicati.

“Le Amministrazioni Pubbliche aderenti alla rete, in occasione del 17 maggio, vogliono ribadire con forza che i discorsi d’odio – hate speech in inglese – alimentano e giustificano fenomeni di violenza e vanno quindi contrastati, anche sui social, ampiamente utilizzati dalle giovani generazioni per comunicare ed esprimersi. – ha spiegato l’assessore ai Diritti e alle Pari Opportunità del Comune di Campobasso, Paola Felice – L’impegno dell’Amministrazione comunale di Campobasso e dell’intera comunità è crescente su tutti i temi che necessitano di divulgare una cultura del rispetto che deve essere ritenuta un patrimonio di libertà da difendere e, allo stesso tempo, ampliare il più possibile a favore di ogni individuo, perché ogni persona, come è giusto che sia, ne possa usufruire. Campobasso ha intrapreso da tempo un cammino che la rende oggi, anche grazie alla presenza di luoghi come il centro Molise LGBT inaugurato qualche settimana fa, una città aperta, inclusiva e accogliente.”

Fra l’altro, proprio nella sede di Campobasso del centro Molise LGBT, in Viale del Castello 68, martedì 17 maggio si terrà un dibattito sulla prevenzione della discriminazione omotransfobica e la condizione dei servizi per le persone transessuali e transgender in Molise, al quale parteciperanno: l’avv. Roberto Giammaria, vice-presidente Arcigay Molise; la dott.ssa Michela Musacchio, segretaria Ordine dei Medici Campobasso e Luce Visco, presidente Arcigay Molise e coordinatrice Molise LGBT- centro contro le discriminazioni verso le persone LGBT (lesbiche, gay, bisex e trans). Il dibattito sarà moderato da Sara Ferri, attivista per la tutela dei diritti civili, mediatrice e coordinatrice della Cooperativa Sociale Il Geco.

Commenti Facebook

Il consigliere comunale di Trivento Raffaele Stinziani aderisce a Noi Di Centro

Cresce la fiducia nel nuovo partito di area centrista, Noi di Centro, che accoglie con entusiasmo l’adesione di Raffaele Stinziani, consigliere dal 2014 presso il Comune di Trivento.

Il progetto politico di Clemente Mastella convince e il radicamento sul territorio regionale prosegue a ritmo incalzante, come testimoniano gli ingressi più recenti nel partito, fra amministratori e professionisti di ambiti diversi. L’ultimo, solo in ordine di tempo, Raffaele Stinziani che ha dichiarato: «La politica, quella seria, deve rinascere tra la gente. Una serie di iniziative saranno messe in atto per aprire momenti di confronto e soprattutto di ascolto».

Il consigliere comunale di Trivento ha ribadito la necessità di tornare a progettare interventi che siano realmente calibrati sulle istanze dei cittadini, contemplati nella loro massima espressione di rappresentanza. L’attenzione alle differenti categorie della popolazione è un elemento non trascurabile perché le esigenze sono diverse e, dunque, diversi devono essere gli interventi da programmare.

L’ingresso del consigliere comunale di Trivento è stato accolto con entusiasmo anche dal segretario regionale di NDC, Alessandro Amoroso: «Siamo felici ed orgogliosi della scelta di Raffaele Stinziani, uomo capace e di esperienza. Noi di Centro sta crescendo di giorno in giorno, non solo nel numero ma anche nella qualità. Siamo tutti molto motivati e l’idea di condividere quotidianamente idee e proposte è molto stimolante. Sono certo – ha continuato Amoroso – che il contributo di tutti sarà fondamentale, perché ciascuno di noi potrà partecipare alla crescita collettiva mettendo a servizio dei cittadini tutte le conoscenze di cui dispone, che derivano dall’esperienza sul campo. Il nostro obiettivo è stato, fin da subito, intercettare i bisogni e le necessità dei cittadini per ripartire nella costruzione di un progetto politico realmente inclusivo. È questa la strada che abbiamo scelto e che percorreremo al meglio delle nostre potenzialità»

Commenti Facebook

Guardialfiera/ La comunità religiosa a lutto, è morto don Antonio Antenucci,

 La comunità religiosa molisana a lutto. Il vescovo Gianfranco De Luca, insieme al Presbiterio, ai familiari e a tutta la comunità diocesana annunciano la morte e il ritorno alla Casa del Padre di don Antonio Antenucci, parroco di Guardialfiera, avvenuta oggi lunedì 16 maggio 2022 – all’Hospice “Madre Teresa di Calcutta” di Larino.

I funerali di don Antonio saranno celebrati a Guardialfiera martedì 17 maggio 2022, alle 16, nella chiesa di Santa Maria Assunta.

Commenti Facebook

Presidenza della Repubblica: Bando di concorso per 20 coadiutori amministrativi diplomati

È stato indetto un concorso pubblico per coadiutori amministrativi in prova nel ruolo della carriera esecutiva amministrativa del Segretariato generale della Presidenza della Repubblica.

La selezione, finalizzata alla copertura di 20 posti di lavoro, è rivolta a diplomati. Il termine ultimo per la presentazione in via telematica delle domande di partecipazione è fissato alle ore 18,00 (ora italiana) del 9 giugno 2022.

Requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • età non superiore ai 40 anni compiuti o ai 45 anni compiuti in caso di dipendenti di ruolo di Organi costituzionali o di Amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1, comma 2 del D.lgs. n. 165/2001;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • assenza di sentenze definitive di condanna che importino l’interdizione perpetua dai pubblici uffici o l’applicazione di quanto previsto dall’articolo 32 quinquies del Codice penale;
  • assenza di provvedimenti di destituzione, licenziamento o dispensa dal servizio presso amministrazioni pubbliche per persistente insufficiente rendimento o di provvedimenti di decadenza da un impiego pubblico essendo stato accertato che l’impiego medesimo era stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
  • assenza di sentenze definitive di condanna o di applicazione della pena su richiesta per reati diversi da quelli di cui alla lettera f), anche se siano intervenuti la prescrizione o provvedimenti di amnistia, indulto, perdono giudiziale, riabilitazione, sospensione della pena, beneficio della non menzione o di procedimenti penali pendenti, salvo quanto previsto al successivo articolo 3, comma 2 del bando.

Si segnala che un terzo dei posti messi a concorso, con arrotondamento all’unità superiore, è riservato al personale di ruolo del Segretariato generale che si collochi nella graduatoria finale di merito con un punteggio finale almeno pari alla media dei punteggi finali conseguiti dagli idonei.

BANDO

Commenti Facebook

Isernia: La Polizia di Stato impegnata nei controlli “Alcohol & Drugs”. Al volante ubriaco, ritiro della patente per un 60enne

Nella settimana dal 4 al 10 maggio 2022 si è svolta, a livello europeo, la campagna congiunta di controlli denominata “ALCOHOL & DRUGS”, programmata da ROADPOL-European Road Policing Network, la rete di cooperazione tra le Polizie Stradali nata sotto l’egida dell’Unione Europea.

Lo scopo della campagna “ALCOHOL & DRUGS” è di effettuare controlli mirati sull’intero territorio europeo per l’accertamento della guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti: a tal fine la specialità Polizia Stradale ha effettuato per tutto il periodo in questione, sull’intero territorio nazionale, dei mirati controlli con precursori ed etilometri, con particolare attenzione anche ai conducenti di veicoli pesanti e commerciali.

In provincia di Isernia i controlli sono stati effettuati dalla locale Sezione Polizia Stradale e dal Distaccamento di Agnone principalmente in orari serali e notturni. Complessivamente sono state 15 le pattuglie impiegate e quasi 100 i conducenti controllati.

Proprio nell’ambito degli ordinari controlli, nei giorni scorsi, una pattuglia del Distaccamento di Agnone (IS) ha sorpreso un uomo di circa sessant’anni alla guida di un’ utilitaria, mentre percorreva con andatura incerta la S.S.85, con un tasso alcolemico di 2,32 g/l, quasi 5 volte oltre la soglia massima prevista di 0.5 g/l.

Immediato il ritiro della patente di guida dell’ uomo e la segnalazione alla locale Prefettura per l’ applicazione della sospensione che in questi casi può arrivare a due anni, oltre alla decurtazione di 10 punti.

essercisempre

Commenti Facebook

TEMPO LIBERATO

Coronavirus/ Con la variante Omicron molto più alto il rischio di reinfezione

Una notizia preoccupante in tema di lotta alla pandemia. Covid, con la variante Omicron aumenta notevolmente il rischio di reinfezione; rispetto...

“La filosofia è donna e cosmopolita”, a Campobasso la presentazione del nuovo saggio di...

La filosofia è donna e cosmopolita” (Paguro edizioni – Collana l’Albero delle idee, pp.174) è il nuovo saggio di Adele Fraracci: titolo...

Rubrica a cura della Commissione per le parità e le pari opportunità della Regione...

Durante la mia esperienza da neo Vicepresidente della Commissione per la Parità e le Pari Opportunità della nostra Regione, ho avuto modo...

CAMPOBASSO

Il Comune di Campobasso partecipa alla campagna di comunicazione “Blocca l’odio, condividi il rispetto” della...

Il 17 maggio ricorre la Giornata Internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la transfobia e la bifobia, finalizzata a promuovere e coordinare eventi di sensibilizzazione...

Carceri/ Merola (FP CGIL): Abruzzo e Molise con moderato sovraffollamento, ma tenere sempre alta...

Il rapporto annuale di Antigone, storica associazione che si occupa di diritti e garanzie nel sistema penale, desta preoccupazione per i dati...

Truffe telefoniche da parte di presunti operatori di Poste, le raccomandazioni della Polizia...

La Polizia Postale e delle Comunicazioni di Campobasso, in un’ottica di prevenzione dei reati, fa sapere che Poste Italiane S.p.a.  ha ricevuto  diverse...

ISERNIA

Le Fondazioni Cariplo e Telethon scelgono Fondazione Neuromed per un progetto di ricerca sulle...

Assegnato alla Fondazione Neuromed, con il progetto presentato dal dottor Vittorio Maglione, del Laboratorio di Neurogenetica e Malattie Rare, un finanziamento delle...

Isernia: La Polizia di Stato impegnata nei controlli “Alcohol & Drugs”. Al volante ubriaco,...

Nella settimana dal 4 al 10 maggio 2022 si è svolta, a livello europeo, la campagna congiunta di controlli denominata “ALCOHOL &...

Macchia d’Isernia/ Tamponamento sulla Statale 85, con feriti

La situazione è in aggiornamento e non si hanno ulteriori notizie. Tamponamento, stamattina, sulla Statale 85 al chilometro 35...

TERMOLI

Soggetto socialmente pericoloso, espulso cittadino albanese residente a Portocannone

L’ Ufficio Immigrazione della Questura di Campobasso continua nella  sua attività di contrasto all’immigrazione clandestina e negli ultimi mesi è stato impegnato nel...

Guardialfiera/ La comunità religiosa a lutto, è morto don Antonio Antenucci,

 La comunità religiosa molisana a lutto. Il vescovo Gianfranco De Luca, insieme al Presbiterio, ai familiari e a tutta la comunità diocesana...

Il Molise premiato al Concorso nazionale Turismo dell’Olio per aver coniugato identità e territorio

Il Molise si aggiudica la Menzione Speciale “Premio Identità e Territorio” nella categoria Dimore Storiche/Agriturismi/B&B/Hotel della seconda edizione del Concorso nazionale Turismo dell’Olio, l’iniziativa...

EDITORIALI

Turismo/ Campitello Matese, ovvero la montagna…che non c’è

di Stefano Manocchio La recente esperienza del Molise alla Bit di Milano, tra installazioni 'avveniristiche', polemiche sulle spese e...

La riflessione/ Il Molise esiste…ma per quanto tempo ancora?

Per trattare un argomento quale quello che ci accingiamo a descrivere non si può prescindere dai numeri; partiamo allora da quelli recenti....
regione molise via genova1

Politica/ Elezioni regionali: e se fosse un uomo?

Abbiamo visto l'analisi al momento di un'ipotetica scelta di una candidata per lo scranno più alto a Palazzo Vitale, nel rispetto di...