domenica, Gennaio 29, 2023
Home Blog

L’occhio che uccide/ Il Molise combatte il covid in modo naturale

Si tratta di una vera e propria strategia, non di un fenomeno episodico. Il Molise si sta distinguendo per un approccio innovativo alla pandemia, tutto basato sulla flora e sulla fauna locale. Superata l’idea che il virus si combatta solo con politiche sanitarie ( in un ospedale ci si sta se si è ammalati, se non si è ammalati è logico che lo si debba diventare) la nostra regione si è avviata su un sentiero solitario ma promettente.

La testimonianza di tutto questo sono le ordinanze del presidente della Regione, Donato Toma che hanno costellato il periodo pandemico. Si è partiti con il taglio della legna e con i lavori nei campi, si è passati alla raccolta del tartufo per poi arrivare alla caccia al cinghiale e, ultimo e prezioso tassello del progetto, il divieto di ammazzare il maiale. La mossa a sorpresa ha creato un grande scompiglio nel mondo animale.

In particolare i cinghiali lamentano una grave violazione costituzionale con una evidente disparità di trattamento. Loro, abituati ad essere predatori diventano carne da cannone mentre i loro cugini, anziché trasformarsi in cotechini, salsicce e soppressate vengono salvati e amnistiati La motivazione ufficiale, secondo i cinghiali, non regge. Se è vero che l’uccisione del maiale di solito si accompagna a feste e assembramenti bastava vietare le feste e gli assembramenti. Quindi, concludono i cinghiali, c’è una evidente volontà politica di cambiare le gerarchie secolari nel mondo dei suini.

Ma non sono solo i cinghiali a protestare. Vitelli, agnelli e capretti stanno pensando ad una grande manifestazione davanti la sede della Giunta regionale. Anche noi ci immoliamo per feste, pranzi e barbecue ma nessuno ci ha mai graziato. In particolare agnelli e capretti chiedono, con l’avvicinarsi della Pasqua e della Pasquetta al presidente Toma di risparmiare la solita, tragica ecatombe. Il Presidente, però, tira dritto per la sua strada. Anzi è intenzionato a rilanciare.

Sono allo studio nuove e più incisive ordinanze. Dal divieto di preparare, cucinare e consumare il brodo di pollo (un tentativo forse di ingraziarsi il mondo dei volatili) alla raccolta in sicurezza dei mughetti e della margherite da campo. In agenda anche una ordinanza per vietare la produzione, distribuzione e vendita di prodotti alimentari che ingenerano confusione con i rappresentanti delle istituzioni locali (toma e tomini principalmente ma potrebbe essere interessato anche il Presidente della Provincia di Isernia Ricci).Il tutto da far confluire in un unico grande quadro riepilogativo.

Il Presidente, infatti, pensa di mettere in musica, con la sua preziosa chitarra, questa mole originale di produzione giuridica e realizzare così un Cd da regalare al popolo molisano. Un Cd da utilizzare in sicurezza, per rilassarsi quando si è da soli e sconfiggere così, con la natura, il pericolo pandemico. Cioè quando si va in bagno.

Aigor

Potete ascoltare la rubrica del nostro Aigor anche nel corso del telegiornale di Trsp, ogni martedì sui canali 15 per il Molise e 17 per l’Abruzzo

Commenti Facebook

Cronaca nazionale/ In codice rosso in ospedale, la Tac viene effettuata dopo otto ore: 68enne perde la vita

Tragedia in ospedale. Un uomo di 68 anni è morto mentre stava effettuando una Tac. La vittima, nella serata di giovedì 19 gennaio, si era recato al pronto soccorso lamentando un forte dolore alla spalla sinistra e  tosse.

Ma, nonostante gli fosse stato assegnato il codice rosso, sarebbe stato visitato solo otto ore dopo il suo arrivo nel nosocomio. 

foto di repertorio

Commenti Facebook

Messico/ Si tuffa per pescare, attaccato ed ucciso da uno squalo

Orrore in mare. Era impegnato in un’immersione subacquea quando è stato attaccato da uno squalo che lo ha letteralmente decapitato. Il violento e macabro attacco si è verificato il 5 gennaio a Bahia de Tobari, in Messico.

La vittima si stava tuffando nella zona nota anche come Tobari Bay, quando il grande squalo bianco, lungo circa sei metri, lo ha preso di mira.

Secondo quanto riferito, l’uomo “non aveva bombole d’aria mentre si tuffava per cercare capesante”.

La notizia sul Mirror.

Foto di repertorio

Commenti Facebook

Cronaca nazionale/ Terribile tragedia: neonato dimesso dall’ospedale, si aggrava e muore

FOTO DI REPERTORIO

Una tragedia terribile ; resta il senso di immenso dolore per la morte di un neonato, originario di Perdifumo, in provincia di Salerno. 

Stando alle prime ricostruzioni nei giorni scorsi il piccolo aveva iniziato ad accusare problemi respiratori, forse conseguenza di una bronchite. I genitori avevano quindi fatto ricorso alle cure dei sanitari.

Trasferito all’ospedale, era poi stato dimesso dopo un breve ricovero e i controlli di rito.

Il quadro clinico, però, è peggiorato. Il piccolo ha avvertito una nuova crisi respiratoria e così i familiari hanno deciso di riportarlo in ospedale, questa volta a Battipaglia, prima in auto poi in ambulanza.

Proprio mentre era in ambulanza, però, si è consumata la tragedia.
I sanitari del nosocomio non hanno potuto far nulla per salvargli la vita.

Foto di repertorio

Commenti Facebook

Calcio/ Boiano-Isernia 2-4

L’Isernia , ha battuto 4-2 al Colalillo il Boiano; il primo tempo si e’ concluso 2-0 per gli ospiti con goal al 19′ di Negro su rigore e al 38′ di Cascio.

Nel secondo tempo al 65′ segnava il terzo goal Ercolano per la squadra di Mister de Bellis. Ma il Boiano reagiva e segnava 2 reti in due minuti  e si portava sul 3-2 . Ma al 90′ l’arbitro decretava un rigore all’ Isernia 

lo batteva Negro che realizzava il 4-2 in favore della propria squadra. 

Onore al Boiano, che ha giocato una bellissima partita riaprendola dal 3-0  al 3-2 in soli due minuti. Resta cosi, il distacco di un punto in classifica generale:  Isernia p 52 e Campobasso 1919 p 51; ma i rossoblu devono giocare mercoledi 1 Febbraio, il recupero contro il Castedisangro partita rinviata due volte  a causa del maltempo.

Arnaldo Angiolillo

Commenti Facebook

Torna, con un doppio appuntamento, la rassegna “Vivere con Cura”

Martedì 31 gennaio, presso la BiblioMediaTeca comunale in via Roma a Campobasso, alle 18.15, si terrà l’incontro “Ritorno alla terra – la vita contadina come risposta alle crisi” che metterà al centro del dibattito le esperienze dei contadini locali e della filiera corta, con una particolare attenzione all’esempio del Mercato Coperto di via Monforte e alla sua evoluzione/involuzione subita negli anni, con uno sguardo anche agli scenari futuri che interesseranno la struttura con i prossimi lavori di riqualificazione.

Interverranno l’Arch. Paolo Fagliarone, con un inquadramento storico ed architettonico della struttura del mercato, ed i produttori agricoli Vincenzo Battezzato e Salvatore Doganieri, tra i pochi contadini che ancora animano quotidianamente lo storico mercato cittadino, che racconteranno storie ed esperienze di vita vissuta legata al commercio a “kilometri zero”. In chiusura, Antonio D’Andrea, referente Auser “Vivere con cura” di Capracotta, relazionerà sul tema “Passi sapienziali per una rinnovata vita contadina”.

Mercoledì 1 febbraio, invece, nata da una proposta dell’associazione Liberi di Essere, si terrà, presso l’atrio della Casa della Scuola “D’Ovidio” di via Roma, una tavola rotonda aperta e allargata sul tema “La Ri(E)voluzione verde”, a cui prenderanno parte decine di micro-aziende agricole e dell’agro-alimentare oltre che una rete di enti ed associazioni, per un dialogo aperto sul vivere con cura e le diverse sfaccettature della sostenibilità.

Al centro del simposio, il sostegno alle filiere corte e complementari finalizzate all’implementazione dell’economia locale e circolare, l’educazione allo sviluppo sostenibile proprio a partire dal paesaggio culturale molisano; un patrimonio fatto di territorio, risorse umane, realtà economiche, sociali e culturali orientate alla tutela ed alla valorizzazione dei beni comuni.

L’evento, naturalmente, è gratuito ed aperto a tutti, appuntamento dalle ore 17.00 presso l’ingresso centrale della ex Scuola D’Ovidio.

Commenti Facebook

Terminus Formazione/ Aperte le iscrizioni per il corso on line di Essenze Vibrazionali

Essenze vibrazionali e fiori: Il corso permette di muovere i primi passi per riconoscere i fiori e riuscire a produrre piccoli rimedi e il proprio bouquet. ( Video di presentazione).

Il Programma del corso:

  • Introduzione estoria delle essenze floreali
  • Excursus delle tipologie delle essenze e loro peculiarità
  • Acque di luce
  • Accenni di fiori di Bach
  • Accenni di fiori Australiani
  • Accenni di fiori Himalayani
  • Accenni di fiori Californiani
  • Come preparare il proprio fiore
  • Come prepapare il proprio bouquet

Durata 12 ore: 6 incontri on line della durata di 2 ore

Svolgimento: Il corso si svolgerà interamente on line, mediante piattaforma Zoom con un test finale a risposte multiple, al cui superamento verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Docenti

Elena Filippi, naturopata, riflessiologa, floriterapeuta e ricercatrice e Patrizia Barbanti, osteopata, naturopata, kinesiologa con esperienza ventennale, titolari del Centro olistico Equilibri -Milano in collaborazione con Terminus Formazione

Iscrizioni ed informazioni

segreteria 0874/418684

Whatsapp 334 0372898

oppure inviare una mail a [email protected]

Commenti Facebook

Regione/ Fanelli: “Finalmente se n’è accorto anche il centrodestra a Roma. Toma va fermato da Commissario alla Sanità”

Non solo perché sotto la sua gestione il debito sanitario è tornato ad esplodere, ma, rimarchiamo noi, perché sta letteralmente smantellando la sanità regionale del Molise, dove addirittura si paventa il blocco delle prestazioni di radioterapia. A rimetterci sono i molisani che vedono letteralmente calpestato il loro diritto alla salute.

E oggi a questo si aggiunge anche un’altra crepa sia per il sistema sanitario che per quello occupazionale regionale. È, infatti, solo di poche ore fa la notizia che riguarda i 470 lavoratori del Gemelli ai quali la struttura ha annunciato di non riuscire a pagare gli stipendi già a partire da questo mese. Uno stato di agitazione proclamato a ragione da parte di tutto il personale del Gemelli che rappresenta oggi un dramma nel dramma, basato sulla sconsiderata lotta che il Presidente Commissario ha ingaggiato con le strutture convenzionate.

E di fatto a rimetterci sono tutti i cittadini molisani che non trovano più assistenza né negli ospedali pubblici, né in quelli privati. Tutti sciaguratamente smantellati e privi di operatori sanitari che o restano a casa, oppure senza stipendio.

Da Roma, intanto, giunge come una bomba la notizia dell’emendamento al Milleproroghe, presentato dal Senatore dell’UDC Mario Borghese e da Pietro Patton del Gruppo SvP, per la nomina, entro metà marzo, del nuovo Commissario ad acta per il Molise “al fine di adottare gli atti d’impulso necessari a garantire gli adempimenti già previsti dal Piano di Rientro”. Che tradotto dal “politichese” all’italiano significa una sfiducia senza appello all’operato di Donato Toma, da parte della sua stessa coalizione politica di appartenenza.

Sarà approvato l’emendamento che ha già passato il vaglio della Commissione parlamentare competente? Non si sa. Certo è che a Roma qualcuno si è accorto che davvero il Molise è sull’orlo del precipizio sanitario, con gli ospedali nel caos, il personale che scappa o non viene rinnovato, i concorsi deserti, la medicina territoriale che resta una chimera, le guardie mediche abbandonate, il 118 che non regge più.

E a tutto questo oggi si aggiunge lo strazio dei pazienti oncologici che vedono a rischio persino la radioterapia, solo e soltanto a causa di Toma che, arrampicandosi sugli specchi, nell’ultima seduta di Consiglio regionale, invece di risolvere il problema, invece di trovare soluzioni e garantire le prestazioni salvavita, passa la patata bollente a Roma vaneggiando a un parere che non dice affatto quanto da lui sostenuto.  Con due precise, pericolose e gravissime conseguenze: che chi è malato di tumore in Molise non può curarsi e chi eroga il servizio rischia di restare senza stipendio.

Non ci nascondiamo dietro un dito: qui non si tratta di difendere gli interessi di nessun privato. Perché prima e sopra di tutto e di tutti viene il sacrosanto e costituzionalmente garantito diritto alla cura. Che in Molise non può più essere garantito da nessuno, pubblico o privato convenzionato. E a rimetterci sono solo e soltanto i cittadini e i lavoratori, solo e soltanto per colpa di Donato Toma. E speriamo, davvero, che il Governo intervenga al più presto e che la delegazione parlamentare, dopo aver assicurato le partite di Serie A, possa trovare il tempo per fare l’unica cosa per cui è stata votata: tutelare i molisani nella sanità e nel lavoro, che non sono cittadini di serie C come Toma vorrebbe – e sta facendo di tutto – per retrocederli.

Commenti Facebook

All’Istituto Alfano informazione e prevenzione con i Lions e il Progetto Martina

Nell’aula magna dell’Istituto Alfano di Termoli in via Asia 2 si è svolto, promosso dal Lions club Termoli Tifernus e in collaborazione con il liceo termolese, l’ormai tradizionale incontro del Progetto Martina: il service è indirizzato agli studenti delle scuole superiori con l’obiettivo di informare e sensibilizzare i giovani sulla prevenzione dei tumori attraverso la conoscenza, l’adozione di uno stile di vita sano e l’attuazione di controlli periodici.

«Ringrazio il presidente del Lions Club Cristaldi e il dott. Molinari per la loro disponibilità e dedizione», precisa la Dirigente dell’Istituto Alfano Concetta Rita Niro, «e gli insegnanti, impegnati ad offrire ai nostri studenti una formazione completa».

All’incontro erano presenti le prof.sse Francesca Lemme e Marianna Di Marco, oltre ai docenti delle classi invitate. Relatore apprezzatissimo il dott Bernardino Molinari, responsabile del progetto. Presenti anche il Presidente del Lions Club termolese, Francesco Cristaldi, e il cerimoniere Lino Stilla. I ragazzi e le ragazze delle classi coinvolte, la 3F e la 2F di Scienze Applicate, la 2G dell’Indirizzo Sportivo, la 3A e la 3B del Liceo Classico hanno partecipato con interesse ed attenzione.

Commenti Facebook

Servizio Civile Universale 2023: bando per 71.550 operatori volontari

È stato pubblicato il nuovo bando per il Servizio Civile Universale finalizzato alla selezione di 71.550 operatori volontari per progetti che si realizzeranno tra il 2023 e il 2024 in Italia e all’estero. La selezione è rivolta a giovani tra i 18 e 28 anni ed è previsto rimborso con un assegno mensile pari a 444,30 Euro. Gli interessati devono presentare domanda di partecipazione entro il 10 febbraio 2023

Requisiti:

  • cittadinanza italiana oppure di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea o di un Paese extra Unione Europea, purché regolarmente soggiornanti in Italia;
  • aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato il 28° anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  • non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo oppure ad una pena, anche di entità inferiore, per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, oppure per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Si segnala che, nei singoli progetti, possono essere indicati dagli enti ulteriori specifici requisiti oltre a quelli sopra indicati.

BANDO E DOMANDE

Commenti Facebook

Rapina al Dok di Isernia: condanne per i tre autori del furto

All’esito del giudizio celebrato, il19/1/2023, nelle forme del rito abbreviato, il GUP presso il Tribunale di Isernia ha riconosciuto colpevoli del reato di rapina aggravata i tre soggetti identificati, all’esito delle indagini svolte da Questa Procura della Repubblica, quali autori della rapina avvenuta presso il Supermercato DOK di Isernia – San Lazzaro in data 10.06.2022.

Si rammenta come in tale data personale della Questura di Isernia UPGSP- Reparto Volanti, trasse in arresto in flagranza i due giovani autori materiali del reato, A.G. e D.O.L., originari della Provincia di Napoli, i quali dopo aver minacciato il Direttore dell’esercizio commerciale con un arma, poi rivelatasi una mera replica giocattolo, e svaligiato alcune casseforti presenti nell’esercizio commerciale, si erano dati alla fuga rifugiandosi all’ultimo piano di un edificio residenziale attiguo, dove venivano sorpresi con l’arma e la refurtiva ancora con se.

Successivamente, grazie alle indagini della Squadra Mobile di Isernia, coordinate dalla Procura della Repubblica di Isernia, ed alle dichiarazioni degli stessi arrestati, veniva individuato l’organizzatore della rapina, C.V.,  un uomo da anni residente ad Isernia ma avente le medesime origini campane dei due soggetti già tratti in arresto il 10.06.2022, gravato da molteplici precedenti penali per reati di analoga indole nonché per associazione di stampo mafioso: nei confronti  del medesimo veniva quindi richiesta dalla Procura della Repubblica ed ottenuta la misura cautelare della custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP presso il Tribunale di Isernia, poi attenuata negli Arresti Domiciliati nel mese di dicembre in seguito alla collaborazione del soggetto ed alle dichiarazioni confessorie da questi rese nel corso dell’udienza.

All’esito del giudizio, quindi, i tre soggetti sono stati condannati rispettivamente alle pene di anni 4 e mesi 8 di reclusione, anni 3 mesi 2 di reclusione e, in relazione all’organizzatore del reato, di anni 6 mesi e due di reclusione.

In attesa delle motivazioni della sentenza e dell’esito di eventuale ulteriori gradi di giudizio che consentirebbero agli imputati di rappresentare le proprie ragioni difensive, si sottolinea che l’Amministrazione della Giustizia ha dato una risposta veloce ed efficace alla richiesta di giustizia delle persone offese e all’opinione pubblica fortemente scossa da un episodio delittuoso che, per gravità e modalità del fatto, non è frequente nella Provincia di Isernia.

Commenti Facebook

TEMPO LIBERATO

Terminus visione/ Spaghetti con crema di broccoli, ricotta al limone e pomodorini secchi (Video)

Una nuova ricetta proposta sul nostro canale you tube Terminus Visione: Spaghetti con crema di broccoli, ricotta al limone e pomodorini secchi....

Terminus Visione/ Tutorial: come trasformare un tagliaerba a benzina in Gpl, in pochi semplici...

Oggi vi proponiamo un video tutorial su come trasformare un tagliaerba a benzina in GLP, bastano pochi semplici passi. VIDEO

Terminus Visione/Campobasso sotto la neve. Lungo i vicoli sino al Castello

Campobasso sotto la neve 21 gennaio 2023, tra vicoli e piazze del Capoluogo di Regione. il nostro VIDEO

CAMPOBASSO

Torna, con un doppio appuntamento, la rassegna “Vivere con Cura”

Martedì 31 gennaio, presso la BiblioMediaTeca comunale in via Roma a Campobasso, alle 18.15, si terrà l’incontro “Ritorno alla terra – la...

Poste Italiane: le pensioni saranno in pagamento a partire da mercoledì 1° febbraio

Poste Italiane comunica che le pensioni del mese di febbraio saranno in pagamento a partire da mercoledì 1 in tutti i 167 uffici...

Coronavirus in Molise, un nuovo ricovero al Cardarelli

Numeri 'bassi', ma non bisogna abbassare anche la guardia. Per fortuna nelle ultime 24 ore non si registrano decessi da Covid in...

ISERNIA

Rapina al Dok di Isernia: condanne per i tre autori del furto

All’esito del giudizio celebrato, il19/1/2023, nelle forme del rito abbreviato, il GUP presso il Tribunale di Isernia ha riconosciuto colpevoli del reato...

La squadra della Filca CISL AbruzzoMolise pronta ad affrontare le sfide future!

Si è svolto presso l’Hotel Promenade di Montesilvano (PE) il Consiglio Generale della Filca CislAbruzzo Molise, alla presenza del Segretario Generale Nazionale...

Concorso “I giovani ricordano la Shoah” al Quirinale, tra i vincitori la scuola media...

Sono stati premiati al Quirinale le studentesse e gli studenti vincitori del concorso “I giovani ricordano la Shoah”, bandito dal Ministero...

TERMOLI

All’Istituto Alfano informazione e prevenzione con i Lions e il Progetto Martina

Nell'aula magna dell’Istituto Alfano di Termoli in via Asia 2 si è svolto, promosso dal Lions club Termoli Tifernus e in collaborazione...

Parte dall’Ufficio postale di Larino il progetto “Polis”

Durante i lavori la continuità dei servizi garantita da uno sportello dedicato presso la sede di via Cluenzio (Larino 1). Nell’ufficio postale...

Montenero/Divieto di utilizzo dell’acqua destinata al consumo umano per uso alimentare

Il sindaco Simona Contucci ha firmato oggi un’Ordinanza con la quale ha disposto il divieto di utilizzo dell'acqua destinata al consumo umano...

EDITORIALI

Regione/ Ex-Roxy, il palazzo che (non) verrà

di Stefano Manocchio “Alla fine ne resterà uno solo”: la frase del celebre film per dire che nella gara...

Regione/ Elezioni, la variabile Niro

di Stefano Manocchio Abbiamo visto come sia in gestazione politica il cosiddetto Terzo Polo in Molise e come questo...

Regione/ Elezioni, Italia Viva…e vegeta

di Stefano Manocchio Il paragone con la Prima Repubblica forse è inopportuno, visto che trent'anni ed oltre in politica...