Riconnessi, la campagna di Cittadinanzattiva per le aree interne del nostro Paese, diretta social

267

Sono circa mezzo milione gli studenti che in Italia frequentano scuole situate nelle aree interne del Paese (poco meno del 6% del totale di 8,4 milioni di studenti). Le aree interne rappresentano il 60% del territorio nazionale ed ospitano il 25% della popolazione italiana.

A queste scuole, e alle aree interne del nostro Paese, è dedicata la campagna Riconnessi, promossa da Cittadinanzattiva, in partnership con la Federazione dei Comuni delle Aree interne.

A due mesi dall’avvio della campagna, Cittadinanzattiva racconta quello che la stessa può significare per le scuole delle aree interne del nostro Paese e per gli studenti che le frequentano. Come è andata la didattica a distanza? Quali sono le prospettive per la ripartenza, in luoghi dove spesso il vero problema non è la mancanza di spazi ma piuttosto l’assenza di connessione internet, la carenza di trasporti e servizi e il rischio di spopolamento?

Attraverso la voce di alcuni protagonisti, e con la partecipazione di due scuole di Polla (SA) e di Cascia-Trevi (PG), raccontiamo risultati e sfide della campagna Riconnessi.

Domani 23 giugno, ore 17 in diretta sulla pagina Facebook e sul canale Youtube di Cittadinanzattiva.

Partecipano:

Loredana Cervelli, Dirigente scolastica Istituto omnicomprensivo di Polla (SA)

Alex Corlazzoli, maestro e giornalista de “Il Fatto Quotidiano”

Francesco Frattini, segretario generale Fondazione Roche

Anna Lisa Mandorino, vice segretario generale di Cittadinanzattiva

Francesco Monaco, Coordinatore Comitato tecnico aree interne (SNAI)

Simona Perugini, Dirigente scolastica Istituto Comprensivo Statale “T.Valenti” di Trevi (PG) e Istituto Omnicomprensivo “Beato Simone Fidati” di Cascia (PG)
Raffaele Trivilino, Federazione delle Aree interne

Commenti Facebook