Presunto assenteismo degli assessori in Giunta. Travaglini replica all’Associazione “Montenero Libera”

472

Il sindaco Nicola Travaglini intende replicare alle affermazioni degli aderenti alla neo costituita associazione “Montenero Libera”, in merito alle presenze degli assessori in Giunta comunale. “Nel fare gli auguri alla neo costituita associazione Montenero Libera – dichiara Travaglini – e nel complimentarmi con i suoi aderenti per la ventata di freschezza che vorranno portare nella vita quotidiana di questo paese, ritengo di dover precisare alcune affermazioni, in alcuni casi fuorvianti, che ho letto in questi giorni.

Le riflessioni degli aderenti a Montenero Libera, le quali farebbero intendere alla cittadinanza che gli amministratori monteneresi sarebbero assenti e non eserciterebbero appieno il proprio ruolo, non risultano corrette; un assessore di un piccolo paese come il nostro, infatti, non esercita esclusivamente il suo ruolo presenziando in Giunta, ma anche e soprattutto attraverso attività che molto spesso non vengono rilevate e certificate all’interno della riunione formale dell’esecutivo cittadino. Sono numerosi, infatti, gli impegni che gli assessori portano avanti attraverso il costante dialogo con gli uffici comunali e con i vari settori di questo Municipio, al fine di risolvere le problematiche quotidiane poste dai nostri concittadini.
Le assenze in Giunta dell’assessore Di Pinto, a titolo di esempio, rispondono a motivazioni del tutto giustificabili, che non meritano le semplicistiche affermazioni che hanno oggi il solo risultato di ingenerare falsi dubbi nella cittadinanza; è utile sapere,  infatti, che l’assessore Di Pinto utilizza molto spesso gli strumenti offerti dalla legislazione vigente per garantire la sua presenza in Municipio, tra cui il contratto di solidarietà che non pesa in alcun modo sulle casse comunali riguardo ai rimborsi sui permessi. Credo sia utile altresì specificare che le riunioni di Giunta vengono convocate spesso con carattere di urgenza, al fine di deliberare su situazioni contingibili; ciò significa che chi in quel momento si trova sul proprio posto di lavoro, magari fuori Montenero, non può di certo lasciarlo all’improvviso per recarsi in Municipio.
Sotto questo punto di vista siamo tutti particolarmente lieti di avere all’interno della nostra compagine amministrativa persone che lavorano, soprattutto come dipendenti, dato che non abbiamo mai gradito la figura del politico di professione.
Rinnovo quindi la mia piena fiducia negli assessori, ai quali rivolgo il mio ringraziamento per il loro impegno quotidiano e per aver garantito sempre il loro sostegno in tutti i momenti della vita amministrativa di questo Comune.
Invito pertanto i giovani aderenti all’associazione Montenero Libera ad essere attivi su questo territorio, stimolando soprattutto attraverso proposte concrete e non attraverso facili e superficiali critiche che oggi, francamente, appaiono fin troppo scontate in un clima di sfiducia generale verso chi amministra la cosa pubblica”.

Commenti Facebook