“La Trignolata” a Bagnoli del Trigno domenica 3 novembre

1442

Il prunus spinosa è un arbusto che cresce spontaneamente nel territorio del medio-alto Molise; esso è conosciuto con il nome volgare di TRIGNO, e leggenda vuole che dia, o prenda il nome, dal fiume Trigno, in quanto ne ricopre le sorgenti. La pianta produce delle drupe dal colore violastro e dal sapore asprigno che, quando giungono a maturazione, tra metà ottobre e novembre, diventano oggetto di raccolta da parte degli abitanti del luogo, per essere poi trasformato in un liquore assai gustoso e raro: IL TRIGNOLINO.

La Compagnia di Cultura Popolare “La Perla del Molise”, che, da venti anni ormai,  organizza in Bagnoli del Trigno la manifestazione estiva di “Frammenti d’Antico”, inserendo l’elisir tra gli stand della manifestazione, come tale o sottoforma di aperitivo, l’aperitrigno appunto, lo ha fatto conoscere ed apprezzare a mezza Italia.
Il prunus, però, ha delle proprietà terapeutiche, ed ecco allora che in Bagnoli del Trigno, patria indiscussa delle piante officinali, è aumentata l’attenzione verso le sue drupe, non solo per produrre il Trignolino e l’Aperitrigno, ma per approfondirne gli usi a scopo medicinale.
Biogroup ed Officine Naturali, le due aziende molisane di vendita e trasformazione delle piante officinali, residenti in Bagnoli ed affermate a livello nazionale, hanno promosso uno studio con l’Istituto Superiore di Sanità per la verifica delle proprietà antiossidanti delle drupe e la loro eventuale azione antitumorale.  
La SAO, società agricola officinale, in vista di futuri sviluppi, ha messo in coltivazione a prunus dei terreni.
Le Associazioni “Centro Studi Cosmo de Horatiis”, “La Chiave della Salute” e la Compagnia di Cultura Popolare”, considerato tutto ciò, hanno organizzato, per domenica 3 novembre, in Bagnoli del Trigno, LA TRIGNOLATA, raccolta di gruppo de I trigni.
Il programma, in caso di bel tempo, prevede, per le ore 9, il conferimento del raccolto presso lo stabilimento Officine Naturali, da parte di chi nei giorni scorsi ha raccolto le drupe; per le ore 10, presso la sala riunioni del Domus Hotel, un incontro scientifico che vedrà la partecipazione della dott.ssa Stefania Meschini, la ricercatrice dell’Istituto Superiore di Sanità che sta conducendo gli studi sul prunus; per le ore 10,30 è prevista invece la partenza dei partecipanti all’evento, opportunamente divisi in squadre, per la raccolta di gruppo; il rientro è previsto per le ore 14,30 e sarà seguito da un pranzo, con menù a base di piante officinali, presso il ristorante Calice Rosso della Domus Area.
In caso di cattivo tempo, il programma non prevederà la raccolta di gruppo e sarà caratterizzato dal conferimento alle ore 10, dal convegno alle ore 11 e dal pranzo alle ore 13.
La manifestazione sta creando molto interesse e buone sono le adesioni anche da parte di turisti che in questi giorni sono presenti nel Molise. Per le iscrizioni ed ulteriori informazioni basta telefonare al numero 0874 870510.
Altra iniziativa che parte, dunque, a Bagnoli del Trigno, coniugando cultura, tradizioni, sviluppo sociale, turistico ed economico. Sinergie che s’intrecciano, con un volontariato attivo, in prima linea, a tracciare il solco di quello che può essere considerato ormai un circolo virtuoso foriero di ulteriore espansione.
Emiliana Cimaglia

Commenti Facebook